Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

L'arma del Mostro di Firenze
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 27, 28, 29, 30  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Ago 17, 2017 5:20 pm    Oggetto: Ads

Top
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 7:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Henry62 ha scritto:
Parlai di queste cose direttamente con Vigna, nel corso dei seminari di studio sulla legislazione delle armi che si svolgevano in concomitanza con EXA.

Lui mi disse anche che avevano fatto aprire decine di cassette di sicurezza, alla ricerca della famigerata pistola.


E' controversa la cosa.....io invece ti dico, e me lo ha detto chi ha fatto alcune delle perquisizioni, che nemmeno furono sequestrate/prese in consegna, per prove balistiche, pistole regolarmente registrate calibro 22 long rifle NON BERETTA. Salvo poi alcuni dei possessori di queste armi consegnarle spontaneamente per volontà di trasparenza...........

Ci vuole qualcosa di più.

Grazie di nuovo
Top
Profilo Invia messaggio privato
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 7:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Un'altra domanda Henry :

Se vado ad un poligono e uso una delle loro pistole, con cui mi trovo particolarmente bene, quando torno allo stesso altre volte come faccio a riconoscerla....voglio dire ha un codice un numero una classificazione interna del poligono ?

Grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 8:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

A. Sanguinetti ha scritto:
Un'altra domanda Henry :

Se vado ad un poligono e uso una delle loro pistole, con cui mi trovo particolarmente bene, quando torno allo stesso altre volte come faccio a riconoscerla....voglio dire ha un codice un numero una classificazione interna del poligono ?

Grazie


Normalmente le armi vengono registrate col numero di matricola e se si usa sempre una medesima arma, laddove possibile, si ricordano gli ultimi due numeri di matricola o un particolare estetico-funzionale (colore dell'impugnatura, un eventuale adesivo o marchio, cose del genere...), oltre al modello, ma non c'é una regola precisa.

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 10:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ti ringrazio Henry.
Lo sai, ho provato a cercare nella casistica italiana ed internazionale qualcosa di similare....ovvero una serie di omicidi dove nell'arco di diversi anni la [CENSORED] ed i bossoli siano sempre gli stessi.......stranissimo........credo che ci sia solo il caso nostrano.
Hai mai verificato anche te ?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 11:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

A. Sanguinetti ha scritto:
Ti ringrazio Henry.
Lo sai, ho provato a cercare nella casistica italiana ed internazionale qualcosa di similare....ovvero una serie di omicidi dove nell'arco di diversi anni la [CENSORED] ed i bossoli siano sempre gli stessi.......stranissimo........credo che ci sia solo il caso nostrano.
Hai mai verificato anche te ?


Francamente non ho mai fatto questa ricerca, ma non mi sorprende il fatto.
Perché avrebbe dovuto cambiare arma se questa si è sempre dimostrata letale e, soprattutto, non è mai intervenuto alcun motivo per non utilizzarla?

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Sab Mar 02, 2013 11:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Henry62 ha scritto:
A. Sanguinetti ha scritto:
Ti ringrazio Henry.
Lo sai, ho provato a cercare nella casistica italiana ed internazionale qualcosa di similare....ovvero una serie di omicidi dove nell'arco di diversi anni la [CENSORED] ed i bossoli siano sempre gli stessi.......stranissimo........credo che ci sia solo il caso nostrano.
Hai mai verificato anche te ?


Francamente non ho mai fatto questa ricerca, ma non mi sorprende il fatto.
Perché avrebbe dovuto cambiare arma se questa si è sempre dimostrata letale e, soprattutto, non è mai intervenuto alcun motivo per non utilizzarla?


Perchè conservare una [CENSORED] così compromettente legata a fatti così esposti mediaticamente per ben (forse) 17 anni (1968 - 1985) usandola da una parte all'altra della provincia Fiorentina per compiere in questo periodo ben 16 omicidi ........è un paradosso folle criminologicamente parlando........a meno che nel paradosso non si nasconda un bel depistaggio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefanodedalo



Registrato: 13/12/11 01:26
Messaggi: 470

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 10:08 am    Oggetto: Rispondi citando

A. Sanguinetti ha scritto:

Perchè conservare una [CENSORED] così compromettente legata a fatti così esposti mediaticamente per ben (forse) 17 anni (1968 - 1985) usandola da una parte all'altra della provincia Fiorentina per compiere in questo periodo ben 16 omicidi ........è un paradosso folle criminologicamente parlando........a meno che nel paradosso non si nasconda un bel depistaggio.


Cosa pensi circa il fatto che in un poligono un'arma del genere, per via della caratteristica impronta lasciata sul bossolo, sarebbe stata da un certo punto in poi troppo riconoscibile?
Voglio dire: sui giornali era stata sviscerata la rava e la fava delle sue caratteristiche tecniche. Soprattutto era stato ben sottolineato il segno lasciato dal percussore difettoso.
Non credi che i responsabili del poligono, ma anche i comuni e saltuari utilizzatori, avrebbero avuto buon gioco a riconoscere la coincidenza tra l'impronta lasciata sul bossolo dal percussore della [CENSORED] del Mostro e quella lasciata sempre sui bossoli dalla [CENSORED] in dotazione al poligono?

Nella storia delle ipotesi dell'accusa, da Perugini a Giuttari, l'utilizzo della medesima [CENSORED] è indicato da Perugini come una sorta di feticismo da parte del killer nei confronti delle proprie armi, e da Giuttari come la necessità che l'arma del delitto fosse quella e solo quella (suppongo per motivi legati al fatto che in un'ottica "esoterica" un'arma che ha già ucciso fosse migliore di un'arma "vergine"). Lo sottolineo non per avvalorare le ipotesi dell'uno o dell'altro, ma come dato quasi cronachistico volto a ipotizzare che nell'ottica del Mostro potesse esserci un motivo anche irrazionale che rendeva il rischio giustificato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'ipotesi "pistola in uso a TSN" segue una logica di beffa....che è tipica in questa vicenda.
Un'ipotesi più banale invece, anche più pratica, potrebbe prevedere che una [CENSORED] utilizzata per un omicidio su commissione (1968) venga poi utilizzata per sparare, in un luogo sicuro, un certo numero di colpi 50 -100 o di più al fine solo di conservarne i bossoli.....e poi distrutta.
Ora è ovvio che chi facesse un'operazione di questo tipo, ha intenzione di continuare la sua carriera di killer.......e non necessariamente di serial killer nel mondo criminale o terroristico che sia, e quindi siamo di fronte ad una PRASSI.

I poligoni rimangono invece interessanti per la copertura nel trasporto di un'arma, che è regolarmente registrata, ed è l'arma vera degli omicidi (ipotesi).

Aggiungerei che in questa ipotesi sarebbe fondamentale che il soggetto o uno del gruppo dei soggetti avesse queste due fondamentali caratteristiche :

1 Molto tempo libero a disposizione
2 Una casa/negozio/magazzino/ufficio disponibile nelle zone limitrofe agli omicidi nella val di pesa (scandicci - Baccaiano - San Casciano - Giogoli), una casa/negozio/magazzino/ufficio nella zona di (Vicchio - Borgo San Lorenzo _ San Piero a Sieve) ed infine una casa/negozio/magazzino/ufficio in zona (calvana - travalle - calenzano).

Dico questo perchè, per un soggetto con molto tempo libero.....il problema non è l'andata, che può essere fatta in totale sicurezza, ma il ritorno a cose fatte......ovviamente.


L'ultima modifica di A. Sanguinetti il Dom Mar 03, 2013 12:30 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Come al solito le ipotesi diventano realtà... in questa vicenda non c'é alcuna beffa, fino a prova contraria, ma solo una lucida e spietata crudeltà nel conseguimento del massimo risultato col minimo rischio, anche se poi, quando le circostanze lo resero necessario, il coinvolgimento diretto del MdF ci fu e si dimostrò altrettanto micidiale di quando sparava di sorpresa su delle vittime ignare.

Non confondere le tue ipotesi con la realtà.

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma perchè ti devi sempre alterare mettendo in bocca ad altri cose che non hanno detto ? Ho scritto in tutti i post che è una ipotesi ......hai letto ?

Come anche è un'ipotesi.......che gli omicidi non furono AFFATTO eseguiti con attacchi a sorpresa.....

Relax....

Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non sono affatto alterato e leggo sempre con piacere i tuoi post.

Wink

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bene ......allora conta quante volte ho usato la parola ipotesi .....

Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
A. Sanguinetti



Registrato: 13/01/13 22:10
Messaggi: 300

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Henry62 ha scritto:
Come al solito le ipotesi diventano realtà... in questa vicenda non c'é alcuna beffa, fino a prova contraria, ma solo una lucida e spietata crudeltà nel conseguimento del massimo risultato col minimo rischio, anche se poi, quando le circostanze lo resero necessario, il coinvolgimento diretto del MdF ci fu e si dimostrò altrettanto micidiale di quando sparava di sorpresa su delle vittime ignare.


....lo sai che questo passaggio non l'ho afferrato.....me lo traduci ?

Grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 12:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

A. Sanguinetti ha scritto:
Bene ......allora conta quante volte ho usato la parola ipotesi .....

Wink


Meglio una volta in più che una in meno.

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Henry62



Registrato: 24/02/09 11:37
Messaggi: 2319

MessaggioInviato: Dom Mar 03, 2013 1:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

A. Sanguinetti ha scritto:
Henry62 ha scritto:
Come al solito le ipotesi diventano realtà... in questa vicenda non c'é alcuna beffa, fino a prova contraria, ma solo una lucida e spietata crudeltà nel conseguimento del massimo risultato col minimo rischio, anche se poi, quando le circostanze lo resero necessario, il coinvolgimento diretto del MdF ci fu e si dimostrò altrettanto micidiale di quando sparava di sorpresa su delle vittime ignare.


....lo sai che questo passaggio non l'ho afferrato.....me lo traduci ?

Grazie


Il MdF dimostra una grande determinazione nello sparare a sorpresa su delle vittime ignare e lo fa colpendo prima l'avversario potenzialmente più temibile, il maschio.
Questo farebbe pensare ad una qualche forma di inferiorità di chi impugnava l'arma nei confronti delle vittime, ma nei rari casi in cui dovette prendere decisioni immediate per fronteggiare degli episodi per lui inattesi (vedasi il delitto del 1982 o del 1985), non esitò ad inseguire le vittime e a ricorrere all'arma bianca o al corpo a corpo per neutralizzarle.

_________________

il mio sito:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 27, 28, 29, 30  Successivo
Pagina 28 di 30

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.109