Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Forma Mentis del Mostro di Firenze
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  

Il MdF mentalmente era uno:
Psicotico
11%
 11%  [ 2 ]
Psicopatico
38%
 38%  [ 7 ]
Lucido e sano di mente
50%
 50%  [ 9 ]
Voti Totali : 18

Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Giu 28, 2017 3:47 pm    Oggetto: Ads

Top
adotorniny



Registrato: 06/11/10 11:43
Messaggi: 2442

MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2012 1:46 pm    Oggetto: Forma Mentis del Mostro di Firenze Rispondi citando

Prima delle ferie vi propongo un thread leggero leggero:
Quale ipotizzate fosse la forma mentis del Mdf? E' compatibile con quella del vostro sospettato preferito?

_________________
Perché non sapevano come avrebbe colpito quella figura indistinta, impastata di sangue che aveva : l'omicidio per vocazione!
Top
Profilo Invia messaggio privato
adotorniny



Registrato: 06/11/10 11:43
Messaggi: 2442

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 2:34 pm    Oggetto: Forma mentis Rispondi citando

Va beh inizio io:

Credo che il mostro si considerasse un "moralizzatore" contro i costumi corrotti dalla rivoluzione sessuale di quegli anni.
Sicuramente non era un predicatore alla Savonarola, ma un uomo d'azione, quasi un crociato contro quella che lui considerava decadenza e perversione.
Il mostro probabilmente vedeva nelle coppiette e nelle prostitute (se uccise le prostitute come io sospetto)l'incarnazione di questa decadenza.
Probabilmente a causa di una rigida educazione cattolica il mostro era abituato a sopprimere i suoi istinti sessuali, forse proveniva da un seminario o da un collegio o era educato da una madre bigotta, comunque sia stato vedo nel MdF una forte sessuofobia.
La donna per lui era una meretrice da punire e il corpo di lei (la carne) doveva essere purificato, soprattutto nelle parti erogene, tramite l'asportazione o la chiusura (tralcio di vite) dei punti che per lui erano osceni (sesso e mammella).
Probabilmente dopo i delitti sorgevano in lui forti sensi di colpa, che a volte lo portarono a cercare di contattare le famiglie per tentare di giustificarsi, ma per lui la responsabilità dei suoi atti cadeva comunque sulle sue vittime, soprattutto quelle femminili. Erano state loro, ostentando la loro sessualità a costringerlo ad agire, a riportare l'ordine bigotto e puritano ma rassicurante in cui si fa [CENSORED] solo perché si aveva il dovere di procreare.
Secondo me ,considerava i giudici alla stregua di traditori, persone che non facevano il loro dovere facendo rispettare la sua idea di pudore, ma invece perseguitavano lui che ci provava. Per questo il rapporto con gli investigatori non poteva essere di fiducia ma solo di rabbia frustrazione e aggressione (le minacce).
Disprezzava anche i giornalisti che lo consideravano solo un orco, un mostro da arrestare il prima possibile, si sentiva dunque incompreso dalla stampa, ma la seguiva comunque per informarsi sullo svolgersi delle indagini.
Non sentendosi compreso da giudici e opinione pubblica, non aveva dunque la minima intenzione (nemmeno inconscia) di farsi arrestare. Studiava i suoi delitti nei dettagli, intento soprattutto a non lasciare alcuna prova, credo si sia informato sulle tecniche investigative e sul modus operandi dei magistrati.
Restava tuttavia in balia dei suoi istinti omicidi e a volte agiva d'istinto sempre però mantenendo la massima cautela.
Non poteva accettare che altri fossero accusati dei suoi delitti ma poteva fare un eccezione nel caso di Pacciani perché per lui Pacciani era un pervertito da punire.

_________________
Perché non sapevano come avrebbe colpito quella figura indistinta, impastata di sangue che aveva : l'omicidio per vocazione!
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 3:29 pm    Oggetto: Re: Forma mentis Rispondi citando

adotorniny ha scritto:

Credo che il mostro si considerasse un "moralizzatore" contro i costumi corrotti dalla rivoluzione sessuale di quegli anni.

è un'ipotesi interessante.
Però farei attenzione alla figura del "pervertito da punire" Pacciani (l'unica della quale disponiamo molto materiale), perché uno che si lascia sfuggire in tono sprezzante l'espressione "quelle schifezze" (quando disse "ho preso moglie apposta") e che disegna le mutande alle donne nude nelle riviste (l'ho letto nel libro di Perugini), è un "moralizzatore". O almeno ha un atteggiamento molto ambiguo nei confronti del sesso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ilparola



Registrato: 01/09/10 11:30
Messaggi: 1203

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 3:44 pm    Oggetto: Re: Forma mentis Rispondi citando

bruchetto ha scritto:
adotorniny ha scritto:

Credo che il mostro si considerasse un "moralizzatore" contro i costumi corrotti dalla rivoluzione sessuale di quegli anni.

è un'ipotesi interessante.
Però farei attenzione alla figura del "pervertito da punire" Pacciani (l'unica della quale disponiamo molto materiale), perché uno che si lascia sfuggire in tono sprezzante l'espressione "quelle schifezze" (quando disse "ho preso moglie apposta") e che disegna le mutande alle donne nude nelle riviste (l'ho letto nel libro di Perugini), è un "moralizzatore". O almeno ha un atteggiamento molto ambiguo nei confronti del sesso.



era semplicemente bugiardo, per salvarsi avrebbe detto anche di essere vergine se necessario
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 3:56 pm    Oggetto: Re: Forma mentis Rispondi citando

ilparola ha scritto:

era semplicemente bugiardo, per salvarsi avrebbe detto anche di essere vergine se necessario

sicuramente.
Però ogni tanto, parlando, si lasciava sfuggire espressioni che non avrebbe voluto usare.
Il concetto che aveva "preso moglie apposta" lo espresse anche in forma scritta, e in quel caso lo formulò in modo "appropriato". L'espressione "quelle schifezze", invece, era inappropriata, considerando anche il tono di disapprovazione (e di ripugnanza). Ricordo di avere notato altri episodi simili
Top
Profilo Invia messaggio privato
adotorniny



Registrato: 06/11/10 11:43
Messaggi: 2442

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 6:17 pm    Oggetto: pacciani le mutandine Rispondi citando

Mi ricordavo quella frase al processo ma la ritenevo solo una sceneggiata per apparire un angioletto innocente mentre non sapevo nulla delle mutandine disegnate.
Non escluderei che Pacciani fossi sincero (anche se era raro per lui) ma in questo caso dovrei sospettare un forte disturbo della personalità...
Anche l'omicidio del Bonini potrebbe essere visto come un atto moralizzante e non solo semplice gelosia..ricordo pure che Pacciani si scagliò con violenza verbale contro una paesana che diceva d'essere stata la sua amante..

_________________
Perché non sapevano come avrebbe colpito quella figura indistinta, impastata di sangue che aveva : l'omicidio per vocazione!
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 6:55 pm    Oggetto: Re: pacciani le mutandine Rispondi citando

adotorniny ha scritto:

Mi ricordavo quella frase al processo ma la ritenevo solo una sceneggiata per apparire un angioletto innocente mentre non sapevo nulla delle mutandine disegnate.

essendomi sorto il dubbio che potessi ricordare male, sono andato a cercare nel libro di Perugini.
Riporto la parte che credo sia di interesse per l'argomento:

Ruggero Perugini ha scritto:

Che i suoi pensieri siano piuttosto diversi da quelli della maggior parte di noi me ne ero già accorto nel 1990, durante la prima perquisizione. Quando in mezzo a un fascio di riviste pornografiche avevo trovato quell’opuscolo del PCI. Sulla copertina era stampigliato «L’Europa del 2000» e, come emblema del futuro prossimo venturo, c’era un tenero quadretto: una bellissima coppia di bambini nudi. Un maschietto e una femminuccia di pochi anni, vicini.
Mi ero chiesto che diavolo ci facesse una pubblicazione del genere tra quelle riviste. Poi avevo notato quei tratti di matita che fornivano una cornice triangolare attorno al pube della bambina. Ma che, le ha disegnato le mutandine? Cosa può leggerci di immorale in un’immagine come questa? Rifiutavo anche il solo pensiero che il Vampa potesse considerare quei due bambinetti alla stessa stregua degli adulti, uomini e donne, che comparivano in quelle foto oscene. Però, mi ero detto che, se quei tratti di matita erano da attribuirsi a un impulso moralistico del Vampa, si trattava di un moralismo molto strano, molto particolare. E, se non aveva in mente di disegnare delle mutandine, perché aveva tracciato quel triangolo?
Molto tempo dopo, sfogliando con più attenzione le riviste pornografiche, ci accorgemmo di un altro triangolo, appena visibile e questa volta fatto a penna, attorno alla [CENSORED] di una pornomodella fotografata in una posizione che ne simulava la morte. Eros catastrofico, si intitolava quel gruppo di foto: mi venne la pelle d’oca.



adotorniny ha scritto:

Non escluderei che Pacciani fossi sincero (anche se era raro per lui) ma in questo caso dovrei sospettare un forte disturbo della personalità...

se seguisti il processo, oltrea a "quelle schifezze" (per riferirsi agli atti sessuali tra le coppie in macchina) ci furono varie altre uscite di Pacciani che "suonavano strane". A volte si lasciò andare a insulti verso donne (del tipo: "puzza come una capra"), e se non ricordo male una volta usò l'espressione "buco sudicio" per riferirsi alla [CENSORED] . Il minimo che si possa dire è che fosse misogino. Non so se queste parti si trovino su youtube.

adotorniny ha scritto:

Anche l'omicidio del Bonini potrebbe essere visto come un atto moralizzante e non solo semplice gelosia..ricordo pure che Pacciani si scagliò con violenza verbale contro una paesana che diceva d'essere stata la sua amante..

ho letto il libro La leggenda del Vampa e, anche se le ricostruzioni fantasiose di Alessandri non mi hanno tanto entusiasmato, contiene molte informazioni interessanti.
Riguardo all'omicidio di Bonini, sembra che al processo venne posta attenzione su alcuni particolari straordinari: oltre al fatto (controverso) della violenza della Bugli dopo l'uccisione, pare che Pacciani avesse persino riabbottonato i pantaloni del morto (oltre a essersi accanito in modo esagerato sul cadavere... risparmio i dettagli, tanto sono noti).

Comunque, anche se non sono un "paccianista", mi sembra corretto far notare questi aspetti della sua personalità che, anche se non lo rendono del tutto conforme al profilo psicologico che hai tracciato, non è che in fondo, forse, se ne discosti poi molto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Mar Lug 31, 2012 10:56 pm    Oggetto: Re: pacciani le mutandine Rispondi citando

bruchetto ha scritto:
adotorniny ha scritto:

Mi ricordavo quella frase al processo ma la ritenevo solo una sceneggiata per apparire un angioletto innocente mentre non sapevo nulla delle mutandine disegnate.

essendomi sorto il dubbio che potessi ricordare male, sono andato a cercare nel libro di Perugini.
Riporto la parte che credo sia di interesse per l'argomento:

Ruggero Perugini ha scritto:

Che i suoi pensieri siano piuttosto diversi da quelli della maggior parte di noi me ne ero già accorto nel 1990, durante la prima perquisizione. Quando in mezzo a un fascio di riviste pornografiche avevo trovato quell’opuscolo del PCI. Sulla copertina era stampigliato «L’Europa del 2000» e, come emblema del futuro prossimo venturo, c’era un tenero quadretto: una bellissima coppia di bambini nudi. Un maschietto e una femminuccia di pochi anni, vicini.
Mi ero chiesto che diavolo ci facesse una pubblicazione del genere tra quelle riviste. Poi avevo notato quei tratti di matita che fornivano una cornice triangolare attorno al pube della bambina. Ma che, le ha disegnato le mutandine? Cosa può leggerci di immorale in un’immagine come questa? Rifiutavo anche il solo pensiero che il Vampa potesse considerare quei due bambinetti alla stessa stregua degli adulti, uomini e donne, che comparivano in quelle foto oscene. Però, mi ero detto che, se quei tratti di matita erano da attribuirsi a un impulso moralistico del Vampa, si trattava di un moralismo molto strano, molto particolare. E, se non aveva in mente di disegnare delle mutandine, perché aveva tracciato quel triangolo?
Molto tempo dopo, sfogliando con più attenzione le riviste pornografiche, ci accorgemmo di un altro triangolo, appena visibile e questa volta fatto a penna, attorno alla [CENSORED] di una pornomodella fotografata in una posizione che ne simulava la morte. Eros catastrofico, si intitolava quel gruppo di foto: mi venne la pelle d’oca.



adotorniny ha scritto:

Non escluderei che Pacciani fossi sincero (anche se era raro per lui) ma in questo caso dovrei sospettare un forte disturbo della personalità...

se seguisti il processo, oltrea a "quelle schifezze" (per riferirsi agli atti sessuali tra le coppie in macchina) ci furono varie altre uscite di Pacciani che "suonavano strane". A volte si lasciò andare a insulti verso donne (del tipo: "puzza come una capra"), e se non ricordo male una volta usò l'espressione "buco sudicio" per riferirsi alla [CENSORED] . Il minimo che si possa dire è che fosse misogino. Non so se queste parti si trovino su youtube.

adotorniny ha scritto:

Anche l'omicidio del Bonini potrebbe essere visto come un atto moralizzante e non solo semplice gelosia..ricordo pure che Pacciani si scagliò con violenza verbale contro una paesana che diceva d'essere stata la sua amante..

ho letto il libro La leggenda del Vampa e, anche se le ricostruzioni fantasiose di Alessandri non mi hanno tanto entusiasmato, contiene molte informazioni interessanti.
Riguardo all'omicidio di Bonini, sembra che al processo venne posta attenzione su alcuni particolari straordinari: oltre al fatto (controverso) della violenza della Bugli dopo l'uccisione, pare che Pacciani avesse persino riabbottonato i pantaloni del morto (oltre a essersi accanito in modo esagerato sul cadavere... risparmio i dettagli, tanto sono noti).

Comunque, anche se non sono un "paccianista", mi sembra corretto far notare questi aspetti della sua personalità che, anche se non lo rendono del tutto conforme al profilo psicologico che hai tracciato, non è che in fondo, forse, se ne discosti poi molto.


Bel post. Perugini è fortissimo! Wink

Per me il mdF era un vero misogino, letteralmente schifato dalla donna: non la violenta, non la palpa mai, evita di toccarla se non con il coltello o con il tralcio di vite, che non fu usato per "chiudere" la [CENSORED] , come ha scritto Ado, bensì con fini esplorativi. Toccava molto di più gli uomini, coi quali sicuramente era più abituato a confrontarsi fisicamente (lo dimostra anche l'uccisione del ragazzo francese)...tra l'altro in taluni casi i ragazzi venivano perfino parzialmente rivestiti...
Non era moralista, in senso stretto (secondo me non uccise le prostitute). Traeva piacere sessuale solo con la pornografia.
Uccide la coppia per rivivere da vincente una situazione nella quale lui era perdente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gabrielesamy



Registrato: 16/08/10 03:50
Messaggi: 1355

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 1:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Pacciani era o no guardone?

Si può conciliare questa sua mania con la misoginia. Cioè voglio dire è possibile che questi andava a spiare ed osservare cose che egli detestava o pensate che egli spiava unicamente per colpire? Io non credo, altrimenti le vittime sarebbero state molte di più.-

Ma questi non ha abusato delle figlie ed ha avuto amanti? Come andrebbero a conciliarsi queste sue attività con la condanna al sesso, se addirittura pare non disdegnasse nemmeno l'omosessualità?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bisentium



Registrato: 13/02/11 10:23
Messaggi: 233
Residenza: Cagliari

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 1:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Tecnicamente risponde senz'altro più alla definizione di picopatico che a quella di psicotico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 925
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 7:45 am    Oggetto: Rispondi citando

Se diamo per buona la toeria del moralizzatore anche il dlelitto del'83 può non essere stato un errore e nel 1982 la ragazza era rivestita se non sbaglio, quindi non servivano le escissioni , secondo la sua logica.

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 8:28 am    Oggetto: Rispondi citando

gabrielesamy ha scritto:

Pacciani era o no guardone?

Si può conciliare questa sua mania con la misoginia. Cioè voglio dire è possibile che questi andava a spiare ed osservare cose che egli detestava o pensate che egli spiava unicamente per colpire? Io non credo, altrimenti le vittime sarebbero state molte di più.-

Ma questi non ha abusato delle figlie ed ha avuto amanti? Come andrebbero a conciliarsi queste sue attività con la condanna al sesso, se addirittura pare non disdegnasse nemmeno l'omosessualità?

capisco ciò che intendi, ma le persone sono sistemi molto complessi che non sono mai del tutto coerenti, anzi, presentano tante sfaccettature tra loro contrastanti.
La concezione della sessualità in Pacciani era a dir poco ambigua. Il fatto che abusasse delle figlie non va a suo vantaggio, nel senso che indica una sessualità "fuori dai binari", diciamo così.
Inoltre Pacciani era parecchio egocentrico, aveva una spiccata tendenza a minimizzare le sue responsabilità (restando però inflessibile su quelle degli altri) e ad autoassolversi. Tollerava bene ciò che faceva lui, ma mal tollerava comportamenti analoghi negli altri.
Quella di Pacciani è una personalità più complicata di quella, come si tende a pensare, "da semplice contadino".
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 10:08 am    Oggetto: Rispondi citando

Bisentium ha scritto:

Tecnicamente risponde senz'altro più alla definizione di picopatico che a quella di psicotico.

non sono un esperto, ma a quanto ho letto credo sia come dici tu.

Tornando al post iniziale:

adotorniny ha scritto:

Probabilmente dopo i delitti sorgevano in lui forti sensi di colpa, che a volte lo portarono a cercare di contattare le famiglie per tentare di giustificarsi, ma per lui la responsabilità dei suoi atti cadeva comunque sulle sue vittime, soprattutto quelle femminili.

potrebbe essere, ma non è detto.
I sensi di colpa dipendono da tanti fattori, che in certe persone possono in parte non essere presenti.
Ad esempio, gli esseri umani sono dotati di un tipo di sensibilità chiamata "empatia" (una specie di capacità di provare ciò che provano esseri simili).
Forse i meccanismi alla base di tale capacità ci sono i cosiddetti "neuroni specchio". O forse no. Non ne so molto, non è il mio campo.
Ad ogni modo, la capacità di empatia è presente in misura diversa nelle persone: da un lato c'è chi arriva a sentirsi male nel vedere qualcuno soffrire (anche di un'altra specie animale); all'altro estremo c'è chi è praticamente privo di empatia.
Non ne so moltissimo di serial killer, ma tenderei a pensare che tipicamente siano individui "poco empatici".
E penserei lo stesso anche nel nostro caso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
adotorniny



Registrato: 06/11/10 11:43
Messaggi: 2442

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 6:52 pm    Oggetto: Re: pacciani le mutandine Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:

Per me il mdF era un vero misogino, letteralmente schifato dalla donna: non la violenta, non la palpa mai, evita di toccarla se non con il coltello o con il tralcio di vite, che non fu usato per "chiudere" la [CENSORED] , come ha scritto Ado, bensì con fini esplorativi. Toccava molto di più gli uomini, coi quali sicuramente era più abituato a confrontarsi fisicamente (lo dimostra anche l'uccisione del ragazzo francese)...tra l'altro in taluni casi i ragazzi venivano perfino parzialmente rivestiti...
Non era moralista, in senso stretto (secondo me non uccise le prostitute). Traeva piacere sessuale solo con la pornografia.
Uccide la coppia per rivivere da vincente una situazione nella quale lui era perdente.


L'ipotesi di un mostro che esplora il corpo femminile in particolare le zone erogene era la mia seconda scelta..immaginavo un mdf giovane, adolescente timidissimo, incapace di relazionarsi con l'altro [CENSORED] se non in famiglia ( madri, nonne , sorelle).Un ragazzo vergine che uccideva nel periodo estivo per la rabbia di non essere come gli altri giovani che escono con le ragazze e ci fanno l'amore. Un giovane abituato più a confrontarsi con persone molto più grandi di lui e lontano dai suoi coetani.
L'esplorazione poi si faceva sempre più audace, fino al dominio /possesso con asportazione dei feticci.
Il problema è che uno così non mi pare sia mai entrato nelle indagini del MdF....ad eccezione forse di "Carlo".
Anch'io credo che i SK non siano persone molte empatiche, ma mi auguro che dopo tanti omicidi un briciolo di senso di colpa compaia pure in loro.
Però in questo thread non cercavo di fare un profilo psicologico del mdF bensì uno schizzo della sua forma mentis..cioè di come lui pensa e agisce.
Il mdf poteva essere un misogino ma magari lui si vedeva come un purificatore.
Ad esempio quando io sento da Vespa il pittore francese parlare di "streghe" penso a un misogino (profilo psicologico) ma lui pensa di essere una vittima di quelle "streghe" (forma mentis)

@Bruchetto
Mi riferivero proprio alla compaesana che secondo Pacciani puzzava come una capra...

_________________
Perché non sapevano come avrebbe colpito quella figura indistinta, impastata di sangue che aveva : l'omicidio per vocazione!
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Mer Ago 01, 2012 7:14 pm    Oggetto: Re: pacciani le mutandine Rispondi citando

adotorniny ha scritto:
La Rinascente ha scritto:

Per me il mdF era un vero misogino, letteralmente schifato dalla donna: non la violenta, non la palpa mai, evita di toccarla se non con il coltello o con il tralcio di vite, che non fu usato per "chiudere" la [CENSORED] , come ha scritto Ado, bensì con fini esplorativi. Toccava molto di più gli uomini, coi quali sicuramente era più abituato a confrontarsi fisicamente (lo dimostra anche l'uccisione del ragazzo francese)...tra l'altro in taluni casi i ragazzi venivano perfino parzialmente rivestiti...
Non era moralista, in senso stretto (secondo me non uccise le prostitute). Traeva piacere sessuale solo con la pornografia.
Uccide la coppia per rivivere da vincente una situazione nella quale lui era perdente.


L'ipotesi di un mostro che esplora il corpo femminile in particolare le zone erogene era la mia seconda scelta..immaginavo un mdf giovane, adolescente timidissimo, incapace di relazionarsi con l'altro [CENSORED] se non in famiglia ( madri, nonne , sorelle).Un ragazzo vergine che uccideva nel periodo estivo per la rabbia di non essere come gli altri giovani che escono con le ragazze e ci fanno l'amore. Un giovane abituato più a confrontarsi con persone molto più grandi di lui e lontano dai suoi coetani.
L'esplorazione poi si faceva sempre più audace, fino al dominio /possesso con asportazione dei feticci.
Il problema è che uno così non mi pare sia mai entrato nelle indagini del MdF....ad eccezione forse di "Carlo".


Ma perché deve essere per forza un adolescente vergine? Non si può essere misogini e schifati dal [CENSORED] femminile anche a 30, 40 anni?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Pagina 1 di 7

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.586