Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Frasi più o meno felici
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni "accese" e litigiose
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Ago 20, 2017 7:43 am    Oggetto: Ads

Top
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 926
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 5:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

astroscome ha scritto:
salbaneo ha scritto:
Citazione:
Tutto questo in un paese in cui le donne sono tuttora discriminate quando non picchiate e uccise dai propri uomini, paragonare personaggi così distanti tra loro è semplicemente ridicolo.
Io non sono comunista, nel modo più assoluto, ma vituperare la storia in questo modo ci mostra solo la statura morale infima di certo giornalismo.

Diciamo che anche i padri separati non mi sembra se la passino troppo bene ?
Dico che se mia moglie mi lasciasse e volesse tenersi la mia casa , dovessi pagarla e lei vivesse a spese mie con un altro che cresce i figli miei, mi costerebbe molto eliminare il problema alla radice.


Io e mia madre, dopo la separazione, siamo dovuti scappare da casa nostra, affidata dal giudice a me e a lei, perché mio padre alzava le mani e vivere con lui (che faceva finta di cercare casa ma non la trovava mai perché pretendeva di trovare a cifre totalmente fuori mercato) era diventato impossibile e pericoloso. Anni dopo ha smesso di versarmi la rata degli alimenti perché aveva deciso di comprarsi una casa enorme e contrarre un mutuo molto oneroso (negli anni non ha mai dato un centesimo di più della rata, tutti gli extra comprese le spese mediche le ha pagate mia madre). Quindi, come vedi, non è facile anche la vita delle madri separate.
Perché se le donne possono usare solo la legge, che spesso non le tutela abbastanza e le lascia in balia della violenza maschile, gli uomini spesso e volentieri vanno direttamente di mano, coltelli e armi da fuoco. Mi sembra che la sproporzione sia piuttosto marcata, senza nulla togliere ai problemi che anche molti padri single vivono (ma almeno non rischiano di finire sottoterra perché il marito non accetta la separazione o è geloso).

Personalmente se mia moglie scapasse con qualcuno senza pretendere nulla brinderei con del buon prosecco , questo perchè i casi che vedo intorno a me vedono palesemente donne che se non ti spremono come limoni non mollano la presa e quando possono non esitano a farti viere senza dignità, altro che legge... le donne sono perfide.
Poi capita ,come è successo a mia moglie un infortunio domestico la porto al pronto soccorso e se non sta attenta a come risponde chiamano pure i carabinieri.... Evil or Very Mad

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 642

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 5:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
questo perchè i casi che vedo intorno a me vedono palesemente donne che se non ti spremono come limoni non mollano la presa e quando possono non esitano a farti viere senza dignità, altro che legge... le donne sono perfide.


Io intorno a me ho visto ieri una donna uccisa in Friuli con un coltello da macellaio, l'ennesima di una serie infinita. Nel nostro passato vedo una donna costantemente discriminata, fino a tempi recentissimi. Nel mio presente vedo violenza e omicidi che si susseguono giorno dopo giorno. Le donne sui soldi sono perfide come molti uomini, specie in regioni ricche come il Veneto dove gli sghei sono religione, ma ciò non cambia di una virgola la disparità di trattamento che riserviamo loro in casa (dove le pestiamo o le uccidiamo) e sul posto di lavoro (dove prendono meno e subiscono spesso trattamenti inferiori a quelli dei colleghi).
Sarebbe anche ora di non metterla sempre sulla guerra dei sessi e guardare in faccia le cose come stanno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gasperino



Registrato: 02/04/09 07:17
Messaggi: 381
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 5:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fra un po' Mercuzio ci verrà a raccontare che la Carfagna e la Minetti sono grandi statiste e una grande risorsa per il nostro paese...

E non si parli di moralismo, ma piuttosto di COERENZA: non puoi fare il Family Day e poi andare a mignotte, sono cose al di là del bene e del male, non stanno né in cielo né in terra.

_________________
"se nel mondo gli stesse un po' di bene
e ognun si considerasse suo fratello
ci sarebbe meno pensieri e meno pene
e il mondo ne sarebbe assai più bello"
Top
Profilo Invia messaggio privato
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 926
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 5:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Allora che devo dire della madre nella mia zona che ha ucciso suo figlio,. colpa del marito ?
Forse le donne che conosco io son tutte emancipate che devo dirti , o forse dove ci sono i schei son più indipendenti, qui vedo solo molti padri separati in difficoltà.

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 642

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 6:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Coi casi particolari non si dimostra nulla, i dati parlano chiarissimo:

Citazione:
I cosiddetti "omicidi di relazione", invece, sono stati in tutto 57 (25 nel 2009 e 32 nel 2010). Su 235 omicidi avvenuti nel biennio 2009-2010, quasi la metà degli omicidi domestici sono stati commessi nel Nord (52,5% nel 2009 e 47,8% nel 2010). Al Centro se ne sono registrati il 21,3% nel 2009 e il 18,6% nel 2010 mentre a Sud e nelle Isole gli omicidi domestici sono stati il 26,2% e il 33,6% rispettivamente nel 2009 e nel 2010. La maggior parte degli autori di omicidi domestici, nel biennio 2009-2010, erano maschi (85,7% nel 2009 e 84,9% nel 2010) e su 126 autori di omicidi il 34,1% erano coniugi o conviventi (mariti o compagni), l'11,1% erano padri, il 7,9% erano figli, il 7,2% erano altri parenti (nonni, zii, cugini, etc.) e il 4,8% erano fratelli.


siamo proprio degli agnellucci (cit.) vittime della perfidia femminile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mercuzio



Registrato: 10/06/10 14:47
Messaggi: 7246

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 6:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

astroscome ha scritto:
Mettere sullo stesso piano Nilde Iotti, Mara Carfagna, Mariastella Gelmini e Nicole Minetti come ha tentato più volte di fare la destra è un atto ignobile e vomitevole. Solo una stampa asservita supinamente al proprio padrone poteva esercitarsi in simili uscite, utili solo a mostrarne l'ignoranza totale sulla storia italiana.
La Iotti è stata insegnante, dirigente partigiana, deputata alla costituente, presidente della camera, candidata alla presidenza della repubblica, presidente di una commissione bicamerale, presidente della rappresentanza italiana al consiglio europeo, vicepresidente del consiglio stesso e donna di alta statura politica e morale. Tutto questo in un paese in cui le donne sono tuttora discriminate quando non picchiate e uccise dai propri uomini, paragonare personaggi così distanti tra loro è semplicemente ridicolo.
Io non sono comunista, nel modo più assoluto, ma vituperare la storia in questo modo ci mostra solo la statura morale infima di certo giornalismo.


Astroscome, ovvio che non "si mette sullo stesso piano": tra il mettere una venticinquenne col vento in poppa mediante un trucco elettorale in un posto prestigioso e far fare carriera politica - che andava sempre sudata - nell'Italia del dopoguerra alla propria compagna ci corre, siamo d'accordo. Ma un certo familismo lo si nota forse nel PCI più che in altri partiti, stranamente, e questo non si può negare. I democristiani tenevano a casa le mogli, Togliatti no: di questo gli si può fare onore. Ma anche Pertini non coinvolse mai nelle sue scelte politiche e addirittura nella presidenza la moglie sig.ra Carla. Forse si trattava di scelte individuali o di maschilismo. Ma mi chiedo se la Jotti avrebbe fatto la stessa carriera se non fosse stata la compagna (all'inizio duramente contestata nello stesso partito) del Migliore. Anche Massimo D'Alema, del resto, vanta un cursus honorum iniziato giovanissimo, per ragioni familiari, quindi non si parla solo di donne. Per inciso, e non per difenderla, Carfagna ha dimostrato di possedere saldo fiuto politico, e oggi come oggi ha uno spazio nel suo partito (che servirà a poco, visto che il partito stesso, per nostra fortuna, si sta dissolvendo...).

Comunque concordo che non si possa portare il paragone all'estremo, e mi pare che il comportamento di Berlusconi somigli a quello di chi fece senatore il proprio cavallo... di spregio irridente.

_________________
There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy.
Top
Profilo Invia messaggio privato
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 642

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 6:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ma mi chiedo se la Jotti avrebbe fatto la stessa carriera se non fosse stata la compagna (all'inizio duramente contestata nello stesso partito) del Migliore.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mercuzio



Registrato: 10/06/10 14:47
Messaggi: 7246

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 7:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sta diventando una discussione inutile. Nella sostanza siamo d'accordo e mi pare ci siamo chiariti. Spero.

_________________
There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy.
Top
Profilo Invia messaggio privato
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 926
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Sab Dic 08, 2012 8:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

astroscome ha scritto:
Coi casi particolari non si dimostra nulla, i dati parlano chiarissimo:

Citazione:
I cosiddetti "omicidi di relazione", invece, sono stati in tutto 57 (25 nel 2009 e 32 nel 2010). Su 235 omicidi avvenuti nel biennio 2009-2010, quasi la metà degli omicidi domestici sono stati commessi nel Nord (52,5% nel 2009 e 47,8% nel 2010). Al Centro se ne sono registrati il 21,3% nel 2009 e il 18,6% nel 2010 mentre a Sud e nelle Isole gli omicidi domestici sono stati il 26,2% e il 33,6% rispettivamente nel 2009 e nel 2010. La maggior parte degli autori di omicidi domestici, nel biennio 2009-2010, erano maschi (85,7% nel 2009 e 84,9% nel 2010) e su 126 autori di omicidi il 34,1% erano coniugi o conviventi (mariti o compagni), l'11,1% erano padri, il 7,9% erano figli, il 7,2% erano altri parenti (nonni, zii, cugini, etc.) e il 4,8% erano fratelli.


siamo proprio degli agnellucci (cit.) vittime della perfidia femminile.

Nemmeno con certi copia incolla dimostri nulla, potrei riportare dati altri dati discordanti dai tuoi, dico solo che molti uomini tacciono le sopraffazioni delle mogli e invece di denunciare quello che poi gli si ritorcerebbe sicuramente contro tacciono anche per vergogna,
poi molti pensano meglio una cattiva madre che un buon padre,
per rasserenarti vorrei dirti : ho amici di colore, islamici e parlo anche con le donne... che condivino quello che dico, se dico che hanche mia molgie la penso così ... spero non pensi male.

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 642

MessaggioInviato: Dom Dic 09, 2012 1:40 am    Oggetto: Rispondi citando

selbaneo ha scritto:
potrei riportare dati altri dati discordanti dai tuoi


Portameli. Quelli che ho citato vengono dal "Rapporto Italia" Eurispes.

selbaneo ha scritto:
dico solo che molti uomini tacciono le sopraffazioni delle mogli e invece di denunciare quello che poi gli si ritorcerebbe sicuramente contro tacciono anche per vergogna,


Invece le donne sono tutte pronte ai blocchi di partenza per denunciare, specialmente con una legge che su molte forme di violenza è sostanzialmente inutile nella fase di prevenzione. La verità è che buona parte delle violenze domestiche subite dalle donne non viene denunciata, per paura di ritorsione e per vergogna (la violenza viene percepita da molte come una sorta di colpa). Pensare che gli uomini, favoriti anche naturalmente dalla prestanza fisica e dal ruolo storico di predominio, subiscano violenza domestica al pari delle donne è contro la logica e soprattutto smentito da tutti i dati statistici.

Citazione:
per rasserenarti vorrei dirti : ho amici di colore, islamici e parlo anche con le donne... che condivino quello che dico, se dico che hanche mia molgie la penso così ... spero non pensi male.


Se i tuoi amici e tua moglie parlano così significa che non conoscono a pieno i dati e la gravità del problema che vede le donne subire violenze in forma enormemente più alta degli uomini. Succede chiaramente anche il contrario, nessun genere è santo a prescindere, e io non voglio giustificare il cattivo comportamento delle donne contro gli uomini ma la sproporzione è evidentissima e non si può fare finta di non vederlo. Sui fenomeni su scala nazionale si ragiona coi dati alla mano, non portando il caso del paesello o della propria cerchia di conoscenti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 926
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Dom Dic 09, 2012 10:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Per fare un esempio, mi sembra che ci sia stato qualche commissario che accusava l'Italia di violare i diritti umani, e sapete da che paese veniva ?
Libia....
Qui chiudo i miei interventi in materia , visto che non cambio le mie idee in merito.[/b]

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mercuzio



Registrato: 10/06/10 14:47
Messaggi: 7246

MessaggioInviato: Dom Dic 09, 2012 10:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Sotto il profilo carcerario, l'Italia viola di sicuro i diritti umani. E i casi di ginecidio (mi sembra meglio dell'orrido femminicidio, anche se è un ircocervo mezzo greco e mezzo latino; sarebbe forse più corretto ginaichecidio, ma è impronunciabile) sono moltissimi, quanto meno tali da popolare le statistiche.

_________________
There are more things in heaven and earth, Horatio,
Than are dreamt of in your philosophy.
Top
Profilo Invia messaggio privato
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 642

MessaggioInviato: Dom Dic 09, 2012 12:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

selbaneo: non è questione di cambiare idea, ci sono dei dati e dei fatti incontrovertibili che non si possono ignorare e che fanno del nostro paese uno stato arretrato sul piano della parità tra i sessi.
Il problema è così radicato che la situazione è questa:

Citazione:
Violenza domestica. Stando ai dati raccolti nei centri di assistenza, la violenza domestica è la forma più pervasiva di violenza, con un taso del 78,21% e colpisce donne in tutto il Paese. Il 34,5% delle donne ha segnalato di essere vittima di incidenti violenti. Eppure, solo il 18,2% delle vittime considera la violenza domestica un crimine, mentre per il 36% è un evento normale. Allo stesso modo, stando al rapporto, solo il 26,5% delle donne considera lo stupro o il tentato stupro un crimine.


Fonte:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

.

Il problema è così radicato che per molte donne subire violenza o essere stuprate non è nemmeno un crimine! Confused

Mercuzio: carceri, per non parlare dei processi eterni che lasciano persone e aziende nel limbo per anni (sperando sempre che le indagini siano state fatte bene, cosa che come sappiamo benissimo è un altro terno al lotto). Si è anche citata la Libia, paese con cui siamo stati alleati e a cui abbiamo fornito per anni mezzi e denaro per portare avanti una politica di schiavismo, violenza e ricatto dei migranti che dall'Africa centrale cercavano di arrivare sul Mediterraneo (consiglio di vedere il documentario "Mare Chiuso" di Stefano Liberti e Andrea Segre).
Top
Profilo Invia messaggio privato
federica



Registrato: 06/05/12 22:51
Messaggi: 1577

MessaggioInviato: Lun Dic 10, 2012 12:54 am    Oggetto: Rispondi citando

L'idea malata, alla base di tutte queste violenze, è sempre quella del possesso delle persone, maschi o femmine che siano: uomini che ammazzano mogli che non li vogliono più o li tradiscono, donne che finiscono ammazzate perché non vogliono mollare i mariti alle amanti..il problema è culturale, non di genere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
salbaneo



Registrato: 13/06/12 21:02
Messaggi: 926
Residenza: veneto

MessaggioInviato: Lun Dic 10, 2012 10:37 am    Oggetto: Rispondi citando

federica ha scritto:
L'idea malata, alla base di tutte queste violenze, è sempre quella del possesso delle persone, maschi o femmine che siano: uomini che ammazzano mogli che non li vogliono più o li tradiscono, donne che finiscono ammazzate perché non vogliono mollare i mariti alle amanti..il problema è culturale, non di genere.

Quoto.

_________________
Arrendetevi, siete circondati !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussioni "accese" e litigiose Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.162