Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

I movimenti del Mostro:vittime casuali o erano seguite?
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ott 16, 2017 11:50 pm    Oggetto: Ads

Top
astroscome



Registrato: 22/03/11 19:59
Messaggi: 646

MessaggioInviato: Gio Apr 04, 2013 6:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per me conosceva bene le zone in cui colpì ed è probabile che le considerasse delle trappole dove pescare nel momento più propizio. Per me è probabile che le studiasse anche di giorno, magari spacciandosi per cercatore di funghi o cacciatore (ma anche andando in giro con un cane, basta poco per diventare insospettabili). Probabilmente era abile nello scovare tracce di zone papabili (segni di auto, preservativi usati etc.). Di notte, per vedere le coppiette, non è manco detto che ci andasse da solo; magari aveva una fidanzata (poco probabile), delle avventure occasionali, frequentava prostitute etc. Un uomo che si apparta con una donna è molto meno sospetto di uno che gira solo per le stradine di campagna dove si appartano le coppie. Anche l'ipotesi guardone non mi convince visto che queste "comunità" erano piuttosto note e un intruso, forse, avrebbe destato qualche sospetto o qualche denuncia anonima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Gio Apr 04, 2013 7:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

astroscome ha scritto:
Per me conosceva bene le zone in cui colpì ed è probabile che le considerasse delle trappole dove pescare nel momento più propizio. Per me è probabile che le studiasse anche di giorno, magari spacciandosi per cercatore di funghi o cacciatore (ma anche andando in giro con un cane, basta poco per diventare insospettabili). Probabilmente era abile nello scovare tracce di zone papabili (segni di auto, preservativi usati etc.). Di notte, per vedere le coppiette, non è manco detto che ci andasse da solo; magari aveva una fidanzata (poco probabile), delle avventure occasionali, frequentava prostitute etc. Un uomo che si apparta con una donna è molto meno sospetto di uno che gira solo per le stradine di campagna dove si appartano le coppie. Anche l'ipotesi guardone non mi convince visto che queste "comunità" erano piuttosto note e un intruso, forse, avrebbe destato qualche sospetto o qualche denuncia anonima.


Preciso il mio pensiero: i luoghi li conosceva bene essendo stato guardone e frequentatore delle campagne della provincia di Firenze fin dagli anni sessanta. Cioè, negli anni ottanta, all'epoca della serie maniacale quei luoghi li conosceva già a menadito, tranne la piazzola di Via Virginio Nuova che cominciò ad essere frequentata da coppiette negli anni ottanta, in seguito ai delitti del mostro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Gio Apr 04, 2013 7:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
astroscome ha scritto:
(ma anche andando in giro con un cane, basta poco per diventare insospettabili).


Preciso il mio pensiero: i luoghi li conosceva bene essendo stato guardone e frequentatore delle campagne della provincia di Firenze fin dagli anni sessanta.

e andava anche in giro con un cane Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mitsuru



Registrato: 10/01/11 01:15
Messaggi: 1199

MessaggioInviato: Mar Apr 16, 2013 11:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

bruchetto ha scritto:
La Rinascente ha scritto:
astroscome ha scritto:
(ma anche andando in giro con un cane, basta poco per diventare insospettabili).


Preciso il mio pensiero: i luoghi li conosceva bene essendo stato guardone e frequentatore delle campagne della provincia di Firenze fin dagli anni sessanta.

e andava anche in giro con un cane Smile


Beh uno che va in giro con un cane per le campagne non desta particolari sospetti.... Anzi...

Però alle esplorazioni "diurne" volte a studiare i luoghi (conformazione, vie di fuga, sono abbastanza isolati?, mi vedono dalla strada?, c'è spazio a sufficienza?) certamente ne affiancava altre "notturne". Una sorta di prova generale: avvicinarsi in silenzio, non farsi notare, ecc.
Per quel che ne sappiamo, potrebbe averci provato anche altre venti volte, ma qualcosa è andato storto....

_________________
Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino:
non avevano leggi per punire un blasfemo.
Non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte
mi cercarono l'anima a forza di botte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ClaraMirelli



Registrato: 20/01/16 19:34
Messaggi: 40
Residenza: san casciano

MessaggioInviato: Ven Feb 12, 2016 4:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Erano seguite:se poi andavano in posto super conosciuto,il mostro agiva.
Altrimenti era per un'altra volta.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
sonnyliston



Registrato: 13/09/14 23:07
Messaggi: 230

MessaggioInviato: Mer Feb 17, 2016 1:49 am    Oggetto: Rispondi citando

ClaraMirelli ha scritto:
Erano seguite:se poi andavano in posto super conosciuto,il mostro agiva.
Altrimenti era per un'altra volta.


Da dove ti viene questa certezza?
E se è così, in base a cosa le sceglieva?

_________________
Sto guardando questa specie di orso e vedo che ha gli occhi piccoli e sonnolenti
Top
Profilo Invia messaggio privato
xero133



Registrato: 07/05/15 14:34
Messaggi: 103

MessaggioInviato: Gio Mar 10, 2016 12:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Penso che le vittime nel 68 e il 74 fossero scelte e quindi seguite (soprattutto la Pettini).

Poi, secondo me, i delitti del 81-81 bis, 82 e 83 sono stati compiuti senza scegliere le vittime, magari cercava delle piazzole e colpiva, o magari seguiva qualche coppietta in loco fino alla piazzola.

Penso invece che i delitti 84 e 85 fossero un po' più premeditati, forse perché arrivava da due fallimenti.
Nell'84 mi fa riflettere la testimonianza di Bardazzi, mentre nell'85, con un'allerta massima trovo più sensato che il mostro avesse la certezza di andare a colpo sicuro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gianlucanett



Registrato: 07/03/13 06:43
Messaggi: 90

MessaggioInviato: Ven Apr 29, 2016 7:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

In alcuni omicidi (per l'esattezza 74,81,81bis) il mostro dopo aver ucciso la coppia fruga nella borsetta della ragazza per scoprirne l'identità. Infatti non porta via nulla (eccetto a Rabatta). Fruga e basta. L'unico scopo è di scoprire l'identità della ragazza. Nell'omicidio dell' 83 potrebbe aver addirittura commesso un errore di valutazione scambiando uno dei due tedeschi per una donna(ipotesi che mi convince di più).Questo può significare due cose:

1. Il mostro non conosceva affatto le vittime
2. Il mostro conosceva le vittime soltanto di vista perché frequentatrici delle piazzole scelte per compiere i delitti

Entrambe le cose, personalmente, mi portano a pensare che il mostro sceglieva le piazzole, non le vittime. E che non pedinava o stalkerava nessuna delle ragazze.

Discorso apparte per Vicchio. Li' invece i segnali di un pedinamento alla coppia ci sono tutti. Orario dell'omicidio, luogo scelto dai ragazzi per appartarsi sconosciuto ad altre coppie...

Dei portafogli dei ragazzi non si interessa mai.Nè per prelevarne soldi, né per controllarne l'identità. Dei maschi gli importava praticamente zero.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Claudio



Registrato: 14/04/15 20:39
Messaggi: 493

MessaggioInviato: Ven Apr 29, 2016 8:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

gianlucanett ha scritto:
In alcuni omicidi (per l'esattezza 74,81,81bis) il mostro dopo aver ucciso la coppia fruga nella borsetta della ragazza per scoprirne l'identità. Infatti non porta via nulla (eccetto a Rabatta). Fruga e basta. L'unico scopo è di scoprire l'identità della ragazza. Nell'omicidio dell' 83 potrebbe aver addirittura commesso un errore di valutazione scambiando uno dei due tedeschi per una donna(ipotesi che mi convince di più).Questo può significare due cose:

1. Il mostro non conosceva affatto le vittime
2. Il mostro conosceva le vittime soltanto di vista perché frequentatrici delle piazzole scelte per compiere i delitti

Entrambe le cose, personalmente, mi portano a pensare che il mostro sceglieva le piazzole, non le vittime. E che non pedinava o stalkerava nessuna delle ragazze.

Discorso apparte per Vicchio. Li' invece i segnali di un pedinamento alla coppia ci sono tutti. Orario dell'omicidio, luogo scelto dai ragazzi per appartarsi sconosciuto ad altre coppie...

Dei portafogli dei ragazzi non si interessa mai.Nè per prelevarne soldi, né per controllarne l'identità. Dei maschi gli importava praticamente zero.



"per scoprirne l'identità"

cosa ne sappiamo ?

_________________
Quid leges sine moribus vanae proficiunt
Top
Profilo Invia messaggio privato
gianlucanett



Registrato: 07/03/13 06:43
Messaggi: 90

MessaggioInviato: Ven Apr 29, 2016 9:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Claudio ha scritto:
gianlucanett ha scritto:
In alcuni omicidi (per l'esattezza 74,81,81bis) il mostro dopo aver ucciso la coppia fruga nella borsetta della ragazza per scoprirne l'identità. Infatti non porta via nulla (eccetto a Rabatta). Fruga e basta. L'unico scopo è di scoprire l'identità della ragazza. Nell'omicidio dell' 83 potrebbe aver addirittura commesso un errore di valutazione scambiando uno dei due tedeschi per una donna(ipotesi che mi convince di più).Questo può significare due cose:

1. Il mostro non conosceva affatto le vittime
2. Il mostro conosceva le vittime soltanto di vista perché frequentatrici delle piazzole scelte per compiere i delitti

Entrambe le cose, personalmente, mi portano a pensare che il mostro sceglieva le piazzole, non le vittime. E che non pedinava o stalkerava nessuna delle ragazze.

Discorso apparte per Vicchio. Li' invece i segnali di un pedinamento alla coppia ci sono tutti. Orario dell'omicidio, luogo scelto dai ragazzi per appartarsi sconosciuto ad altre coppie...

Dei portafogli dei ragazzi non si interessa mai.Nè per prelevarne soldi, né per controllarne l'identità. Dei maschi gli importava praticamente zero.



"per scoprirne l'identità"

cosa ne sappiamo ?



Ovviamente nulla, la verità la sa soltanto il mostro. Io personalmente sono andato per esclusione. Che senso ha frugare in una borsa se poi non si portano via soldi e/o oggetti vari?

EDIT: vado a memoria, potrei sbagliare, non sono a casa in questo momento e non posso controllare ma mi sembra di ricordare che i documenti della Pettini e della Di Nuccio furono ritrovati fuori dai loro rispettivi portafogli, sparsi insieme agli altri oggetti frugati nelle borsette
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ginepro



Registrato: 05/02/16 21:46
Messaggi: 29
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Ven Apr 29, 2016 9:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me girava molto in auto, anche di notte, aveva molto tempo libero a disposizione e studiava la coppia, partendo magari dalla ragazza, restandone colpito.
Ma credo abbia fatto almeno il doppio di "poste" a vuoto (per fortuna).
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
tiger



Registrato: 10/01/16 15:12
Messaggi: 102

MessaggioInviato: Mar Mag 03, 2016 9:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma certo. Dev'essere stato uno con abbastanza tempo libero; da dove apprese poi che la della Monica aveva una casa a San Piero a Sieve, magari dai settimanali tipo Gente. Un mostro che praticamente conosceva un sacco di cose sul territorio e aveva tempo anche per leggere oltre che per fare appostamenti; ma la mia idea è che ci fossero più persone a fare questo ed eventualmente ad avere gli agganci giust per le conoscenze particolari.
Comunque se ascoltate la testimonianza dello Zanetti questa è abbastanza illumimante: dice che ha visto una persona 7/9 volte di seguito e le ultime 2 volte era proprio in quel boschetto di Scopeti, questo significa che ha preparato il terreno per l'omicidio diversamente come dicevate voi dai fallimenti dell'82 e dell'83 anche se poi quest'ultimo è da vedere se fosse realmente un errore. Oppure magari c'andava di notte, gli omicidi avvennero nel weekend il che presuppone di avere di fronte un MDF lavoratore. Ma la testimonianza Zanetti mi pare abbastanza illuminante e anche quella del tecnico americano che vide PP nelle vicinanza (o uno simile) i giorni prima: 1/2 persone che individua la coppia, un'altra che ne segue i movimenti prima di finalizzare il tutto..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Dupin



Registrato: 10/07/11 16:08
Messaggi: 2783

MessaggioInviato: Mer Giu 22, 2016 5:19 pm    Oggetto: Rispondi citando

esatto, la testimonianza dell'americano. (Bevilacqua mi pare?)
Vide un uomo con una specie di divisa.
Per me è credibile che potesse trattarsi del mostro, perchè un uomo con una non meglio identificata divisa (da guardia forestale, dell'ANAS, ecc) non desta mai sospetti se si aggira nei boschi, nelle strade, se guarda in giro.
Tra l'altro conosce bene le zone di campagna.
Trova le tracce delle coppiette che si sono appartate la sera prima, quindi sa dove si appartano.

Per l'analisi psicologica concordo quasi pienamente con Mitsuru.
Aggiungo che la sua impotenza gli impediva di trovare soddisfazione con le prostitute, che sicuramente gli facevano fretta, o lo deridevano (questi sono comportamenti che notoriamente indispettiscono i serial killer che uccidono per frustrazione sessuale, invidia, inadeguatezza e disprezzo delle donne).

Non era un guardone, perchè come avete osservato, uccideva prima dell'atto sessuale.
I guardoni della zona non l'hanno denunciato, neanche per salvare se stessi: non lo conoscevano.
Un po' seguiva, un po' si appostava, ma soprattutto pedinava: infatti ha colpito anche in luoghi poco propizi, o in luoghi dove di solito non si appartava nessuna coppia.
La testimonianza del barista che vede un uomo elegante fissare con rabbia la coppietta e faceva versi con la bocca mi è sempre sembrata particolarmente calzante con l'idea che ho del mostro.
"loro possono amarsi e io no. Quella puttana." ecc ecc.

Tra l'altro penso che attendesse che iniziassero l'attività sessuale (non colpiva coppie di fidanzati in condizioni qualsiasi" perchè voleva avere a disposizione una donna sessualmente eccitata. Una cosa che non puoi comprare coi soldi. Le prostitute fingono che gli piaccia, e ti disprezzano. L'unico modo per toccare la [CENSORED] di una donna eccitata, è quella di aspettare che stia per fare l'amore col suo fidanzato. A quel punto la cosa diventa intollerabile, uccide lui, uccide lei, li separa. Quindi finalmente esplora il corpo di lei. Punzecchiandola col coltello. O portandosi l'oggetto del suo interesse a casa, dove con calma potrà provare a penetrarlo.
(è orrendo ma secondo me è proprio così che è andata).
Il mostro non era spinto da un bisogno irrefrenabile: ci pensava notte e giorno per anni, ma programmava, pianificava, pedinava, valutava se era il caso di escindere o se era meglio scappare, faceva telefonate a casa dei testimoni o dei genitori delle vittime, dialogava con gli inquirenti.
Sceglieva quello che voleva fare.
Sono convinta che avesse adocchiato, pedinato e spiato molte più coppie di quelle che ha poi effettivamente ucciso, ma siccome era perfettamente in grado di controllarsi, ha agito solo quando gli elementi erano più favorevoli. Per questo non l'hanno mai preso (beh, oltre all'incompetenza e alla malafede di alcuni inquirenti).

Il soggetto ha un rapporto molto difficile con le donne (probabilmente abbandonato dalla madre, o maltrattato dalla figura materna, o entrambe), quindi è sessualmente inibito, e sfoga questa tensione sessuale irrisolta col disprezzo, l'odio.
Io penso che non sia mai entrato nelle indagini, e che il cosiddetto "secondo livello" fosse un "club" di pervertiti infatuati dei delitti del mostro, ma non ebbero mai a che fare direttamente (certo non come mandanti).

Questa l'idea che mi sono fatta. Fila secondo voi?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Dan F.



Registrato: 04/10/15 22:43
Messaggi: 501

MessaggioInviato: Mer Giu 22, 2016 11:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sarà che sono ancora influenzato dal libro di Giuttari "Il mostro", che ho terminato di leggere da pochi giorni, comunque io credo che non basti muoversi casualmente anche in zone che si conoscono bene per colpire a colpo sicuro solo a ridosso dei weekend, solo in certe ore e solo con pochissima luna e, naturalmente, in condizioni ottimali per non farsi scoprire (tranne a Baccaiano).
Già la combinazione weekend + fase lunare riduce a pochi giorni le occasioni in una estate (diciamo 5 weekend), poi aggiungiamo l'ora, grossomodo tra le 22 e le 24: in quei pochi giorni ed in quel lasso di tempo un SK avrebbe dovuto girare tra le varie piazzole dove si appartavano coppiette fino a trovarne una nelle condizioni a lui adatte. Secondo me un modus operandi del genere è poco probabile: l'obiettivo non è qualcosa di statico o che si trova più o meno sempre nello stesso posto (ad esempio prostitute di strada). Andare in giro a cercare coppie appartate casuali ti espone anche a maggiori rischi, ad esempio quello di essere notato mentre provi una piazzola dopo l'altra o di incappare in guardoni o nella stessa coppia che magari ha finito e sta fuori dall'auto a fumare e nota qualcosa ecc. Gli imprevisti possibili sono troppi per quei pochi giorni e poche ore.

I tedeschi ed i francesi erano accampati da qualche giorno, dunque facilmente identificabili da uno che si muovesse per quelle zone anche di giorno. Nel '74 sembra proprio ci sia stato un qualche tipo di pedinamento, forse addirittura l'omicidio è stato una sorta di vendetta sulla ragazza.
Anche per gli altri omicidi credo che si andasse più o meno a colpo sicuro.

Interessante in tal senso quanto scrive Giuttari nel libro a proposito del mago Salvatore Indovino il quale, secondo un certo rito per garantire di conquistare a vita il partner, diceva a chi lo interpellava, tra le altre cose, che avrebbe dovuto congiungersi carnalmente con il fidanzato/a e comunicare al mago il luogo e l'ora.
Si potrebbe pensare che magari delle rimanenti 4 coppie uccise almeno uno dei due per coppia si sia recato dal mago, magari all'insaputa del partner, e gli abbia comunicato il luogo e la data molto probabile del rapporto sessuale.
Se poi uno va da un mago di solito non lo dice...
Da notare che questo mago muore di malattia proprio nel 1986.

D'altra parte le testimonianze di Lotti sembrano proprio indicare che quando Vanni e Pacciani partono portandolo con sé, sanno già bene dove andare (es. Baccaiano e Vicchio '84) e sono sicuri di non andare a vuoto.

_________________
"From nothing to nothing for nothing" Capt Nemo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Flanz



Registrato: 22/02/09 20:29
Messaggi: 648
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Gio Giu 23, 2016 12:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dan F. ha scritto:

I tedeschi ed i francesi erano accampati da qualche giorno,


No.

_________________
Il mostro di Firenze. I compagni di merende, la pista sarda e le sette esoteriche. Il processo più lungo della storia giudiziaria italiana:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Successivo
Pagina 5 di 7

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 6.007