Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Pedinare preventivamente le vittime,cosa stava a dimostrare?
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Giu 25, 2017 10:33 pm    Oggetto: Ads

Top
Gianluca74



Registrato: 20/10/13 16:41
Messaggi: 68

MessaggioInviato: Sab Nov 09, 2013 5:32 pm    Oggetto: Pedinare preventivamente le vittime,cosa stava a dimostrare? Rispondi citando

Che il Mdf avesse tanto tempo a disposizione, fosse per il fatto che lavorava da autonomo, negoziante o professionista? Io, poi, prediligerei tipo un lavoratore della terra, agricoltore o stagionale (..non pensiamo subito a pacciani); che comunque non deve rendere conto a nessuno per gli orari...e poi senza una famiglia classsica con moglie e figli
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Sab Nov 09, 2013 7:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Da dove si evince che il mdf pedinasse le sue vittime?

Per la povera Pia, giusto per fare un esempio, è assai diffcile che il mdf pedinasse una persona già rientrata a casa (e che non aveva piani programmati di uscire):
"Non aveva intenzione di uscire, - aggiunge la signora Winnie - fui io a dirle di andare un pò fuori e così alle 21 uscì, dicendomi che sarebbe tornata dopo un'ora".
'intervista al quotidiano La Città, 1 agosto 1984
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Per i duplici omicidi dei tedeschi e dei francesi (stranieri casualmente in vacanza) data l'aleatorietà dei loro movimenti e dei tempi di sosta in loco, il pedinamento appare ancora più difficlmente immaginabile.

Pur se solo per intuizione/probabilità/pensiero personale periti e sentenze, basandosi anche sui risultati di indagine, fanno più che altro menzione di come sia più probabile pensare a "scelta dei luoghi" anzichè delle persone.

Pure spingendoci al limite e prendendo per buone le confessioni del "collaboratore di giustizia" Lotti, non si ha menzione di pedinamenti (nel senso stretto della parola) di persone.

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Dom Nov 10, 2013 5:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per affrontare questo argomento è interessante leggere questo specchietto:

La Rinascente ha scritto:
ORARI dei delitti:

1968 Signa: Barbara, Natalino e Antonio escono dal cinema Michelacci di Signa 00:05/00:15, Morte 00.30
1974 Borgo San Lorenzo: La 127 con Pasquale e Stefania attraversa il passaggio a livello 21:45, Morte 23:45
1981 Scandicci: Carmela e Giovanni escono dalla casa dei De Nuccio in Via Ponte a Greve a Scandicci 22:00, Morte 24:00
1981 Calenzano: Stefano e Susanna portano delle valigie alla villetta 22:50, Morte 23:30
1982 Baccaiano: Paolo e Antonella lasciano Aliano 22:30, Morte 23:30/23:35
1983 Giogoli: ??? N.D., Morte 21:00/24:00
1984 Vicchio: Claudio esce con Pia 21:15, Morte 21:35/21:40
1985 Scopeti: Nadine e Jean Michel cenano alla festa dell'Unità a Cerbaia venerdì 6 settembre, Morte N.D.



Dunque, io la vedo così:

Locci-Lo Bianco
La notte del 22 agosto 1968, Barbara e Antonio furono pedinati dal cinema Michelacci fino allo sterrato di Castelletti di Signa, dove avvenne il delitto. L'autore materiale del delitto o uno dei partecipanti/organizzatori conosceva personalmente Barbara Locci.

Pettini-Gentilcore
Le vittime furono già spiate in atteggiamenti intimi, nello stesso luogo dove poi avvenne il delitto (nei diari di Stefania si parla del prato alle Fontanine di Rabatta come "nido d'amore", e meta di "pellegrinaggio" da futuri sposi, raccontando che quando era possibile faceva l'amore con Pasquale stesa sul prato). Inoltre, in un'altra occasione, Stefania fu forse infastidita da colui che poi divenne il suo assassino (cfr diari di Stefania e La Nazione settembre 1974 dove si parla addirittura di un "sardo").
Se la coppia fu pedinata la notte del 14 settembre 1974, l'assassino avrebbe dovuto attendere circa 2 ore prima di entrare in azione, visto che i due giovani raggiunsero il prato intorno alle 21:45 e il delitto avvenne non prima delle 23:45.

Foggi-De Nuccio
Probabilmente le vittime furono spiate in atteggiamenti intimi precedentemente: infatti Enzo Spalletti raccontò di aver incrociato una volta la Ritmo di Giovanni Foggi uscire a tutta velocità da una stradina vicino a Via di Marciola (che è la prosecuzione di Via dell'Arrigo)...forse erano stati infastiditi dal maniaco?
Se la coppia fu pedinata la notte del 6 giugno 1981, l'assassino avrebbe dovuto attendere circa 2 ore prima di entrare in azione, visto che Giovani e Carmela raggiunsero la piazzola nell'uliveto vicino a Via Dell'Arrigo verosimilmente intorno alle 22:10 e il delitto avvenne attorno alla mezzanotte.

Cambi-Baldi
Il fatto che il delitto si sia consumato di giovedì, prima di uno sciopero generale, mi lascia ipotizzare che il mostro andò praticamente a colpo sicuro, ovvero sapeva che se fosse uscito quella notte in quel posto avrebbe trovato delle prede.
Forse il tratturo di Via delle Bartoline era già noto all'assassino come luogo frequentato coppie in cerca di intimità e dunque per l'attività di guardone. (Tra l'altro un noto sospettato visse nella zona di Prato per dieci anni, dal 1960 al 1970).

Migliorini-Mainardi
Il delitto si consuma su una piccola piazzola lungo una strada provinciale, un posto apparentemente insolito per un attacco del mostro di Firenze.
Da qualche tempo, per paura di essere infastiditi da guardoni e maniaci sessuali, Antonella e Paolo hanno deciso che è meglio evitare luoghi troppo isolati ed hanno eletto lo spiazzo lungo Via Virginio Nuova a loro nuovo "nido d'amore". Quindi a tarda sera, nei fine settimana, chi passava per quella via non poteva non notare la presenza fissa della 127 celeste di Paolo ferma coi vetri appannati. Forse è proprio questo che ha attirato l'attenzione del mostro?
Insomma qui non c'era alcun bisogno di pedinare: stavano lì. Bastava perlustrare il luogo per capire se c'era un punto in cui poter trascinare la ragazza per praticare lo scalpo senza essere visti, o altrimenti inventarsi di salire a bordo della 127 e portarla in un luogo più appartato nelle vicinanze.

Rush-Meyer
Si può ipotizzare che lo spiazzo di Via di Giogoli fosse frequentato da altre coppie che erano state prese di mira dal mostro, ma che quella notte, voi a causa della presenza del camper Volskwagen dei tedeschi, vuoi per altri motivi, non vi si appartarono.
Dunque il maniaco, imbattendosi nel camper con targa tedesca, dopo un primo momento di sorpresa e forse di delusione, si eccitò all'idea di arricchire nella sua collezione uno scalpo straniero, e dopo aver sbirciato dentro (e dunque scambiato uno dei due ragazzi per una donna), decise di attaccare d'impulso.

Rontini-Stefanacci
Questo caso presenta delle particolarità:

1) orario del delitto. Come si evince dallo specchietto che ho allegato all'inizio del post, tutti gli omicidi precedenti avvengono in una forchetta temporale molto ristretta (appena mezz'ora) compresa tra le le 23:30 e la mezzanotte. Questa volta invece l'attacco avviene completamente fuori da questa forchetta, alle 21:45, quasi due ore prima dell'orario più presto (ovvero le 23:30 del delitto di Calenzano).
2) giorno della settimana: è l'unica volta in cui il mostro uccide di domenica, e quindi non in prefestivo.
3) luogo: è l'unico delitto avvenuto nel Mugello nella serie anni ottanta.

Che ci faceva il mostro ARMATO in giro per il Mugello di domenica sera in un orario così insolito, alle 21:30? Veramente stava facendo una girata in cerca di coppie (a quell'ora? di domenica?) e nel controllo piazzola per piazzola, percorrendo la strada provinciale 41, vide la Panda di Claudio entrare nel tratturo della Boschetta?
Se si prendesse il caso di per sé, si potrebbe propendere per l'ipotesi pedinamento. Tuttavia, considerandolo come uno degli anelli della serie, il discorso si ribalta...

Mauriot-Kraveichvili
Premessa: per me il delitto avvenne il venerdì.
Qui si propone una situazione mista, simile a quella di Giogoli e a quella di Vicchio. Il maniaco sta battendo varie piazzole frequentate da coppiette e nella sua girata attraversa Via Scopeti: qui, o scorge la Golf bianca di Nadine imboccare la stradina (situazione Vicchio), oppure conoscendo già la piazzola per la sua pregressa attività di guardone (e avendo già individuato dei possibili bersagli) quando arriva vede una tenda con a fianco la Golf con targa straniera (situazione Giogoli). A quel punto, dopo aver controllato la situazione ed essersi assicurato che questa volta la coppia era eterosessuale (è quasi certo che al momento degli spari Nadine e Jean Michel stessero facendo l'amore), è partito all'attacco.

Quindi si può concludere che, almeno negli ultimi 3 casi, il maniaco avrebbe improvvisato l'attacco sul momento: nel 1983 perché invece della classica coppietta toscana che si aspettava di trovare s'imbatté in una coppia straniera; nel 1984 perché durante la perlustrazione sulla SP 41 passò all'altezza della Boschetta proprio mentre la Panda di Claudio Stefanacci si accingeva ad entrare nel viottolo; nel 1985 per una situazione analoga a uno dei due casi precedenti.
Dunque, almeno in questi 3 casi, egli sarebbe uscito a equipaggiato, ma senza sapere quale coppia di preciso avrebbe assaltato, limitandosi dunque a battere le varie "trappole" fino a quando non avrebbe individuato la situazione a lui favorevole, il che configurerebbe la "caccia alla coppia" come una sorta di macabro hobby e non come un raptus omicida o un'ossessione incontrollabile. Egli usciva, perlustrava, e chissà quante volte avrà rinunciato ad assaltare, vuoi per la presenza di qualche guardone o di qualche altra coppia, vuoi perché ha trovato tutte le "trappole" vuote, vuoi perché la coppia si era accorta della sua presenza e si era allontanata in tempo (pensate agli agguati falliti del luglio 1982 e del giugno 1984 o alla fuga di Giovanni Foggi in Via Marciola descritta da Spalletti), eccetera...

Invece Rabatta e Mosciano, pur staccati temporalmente di 7 anni tra di loro, penso siano accomunati da un certo coinvolgimento dell'assassino nei confronti delle vittime. Il caso Pettini-Gentilcore parla da sé, non c'è bisogno di dilungarsi nel descrivere tutta quella serie di azioni (l'overkilling, ma non solo) e di indizi che ci portano a considerare Stefania e Pasquale come coppia SCELTA dal mostro. Per quanto riguarda Mosciano invece, il fatto che Spalletti raccontò di aver visto la Ritmo di Giovanni Foggi uscire a tutta velocità da una stradina nei presi di Via Marciola poche settimane prima del delitto, lascia intendere che forse la coppia era già sfuggita una volta al manico, il quale la notte del 6 giugno 1981 volle prendersi la rivincita, sorprendendo Carmela e Giovanni nell'uliveto di Via dell'Arrigo.
Insomma, riassumendo:

1968: scelta
1974: scelta
1981: scelta?
1981/bis: ?
1982: ?
1983: casuale
1984: casuale
1985: casuale

Spero che queste riflessioni stimolino un po' la discussione.


L'ultima modifica di La Rinascente il Dom Nov 24, 2013 2:21 pm, modificato 7 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Dom Nov 10, 2013 8:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

ottimo riassunto, La Rinascente

- Certamente per il deliito di Signa, pedinamneto ci fu (dall'uscita del cinema fino alluogo del delitto, che probabilmente già era noto, ma c'era comuqnue la necessità di aver la certezza che non avrebbero cambiato luogo).
Signa resta cmq un delitto anomalo (nel senso di fuori dalla serie in un certo senso: ossia non maiacale) nella catena dei delitti della calibro22.

- Per tutti gli altri, con la forse eccezione di quello del 1974, tutto fa pendere la bilancia verso il piatto del controllo di luoghi e al limite dell'improvvisazione.

- Del resto, pedinare dei soggetti a caso, non avrebbe molto senso e i rischi di farsi notare, soprattutto in paesi e paesini, sarebbe indubbiamente elevato.

- In più, come si concilierebbe l'ipotesi pedinamneto, con il conoscere bene come muoversi di notte in campagna in luoghi casuali (ossia scelti dalle vittime pedinate e non già selezionati dal mdf stesso)?

Si è sempre ragionato sul necessità di una buona/ottima conoscenza del territotio per potersi muoversi di notte, senza luna, nei luoghi dei delitti.
Basterebbe questo, imho, a far riflettere sulla irrazionalità dell'ipotesi pedinamento.
Quando pedini qualcuno, lo segui fin dove va e si ferma, e non c'è proprio scritto da nessuna parte che il pedinato vada dove vuoi tu, ossia verso un luogo a te già noto.
In più, seguire qualcuno, in macchina o in moto, su un tratturo deserto fin in mezzo ad un campo e silenzioso, senza sapere se lì si fermeranno o proseguiranno... non è mica così facile farlo senza farsi notare (ma tracce di avvisaglie/vittime in stato di allerta/etc non ne son state trovate, come dimostra l'atteggiamento intimo nel quale le coppie erano intente).

- Comunque, per attenersi al titolo del thread, l'unica cosa certa che si potrebbe dire con ragionevole certezza in caso di pedinamneto, è che il mdf era dotato di auto o di moto (visto che doveva pedinare persone che si spostavano, verso un luogo a lui ignoto, in automobile).

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Dom Nov 10, 2013 10:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hazet ti ho risposto qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Dom Nov 10, 2013 10:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
Hazet ti ho risposto qui:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



bien. moi aussi.

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianluca74



Registrato: 20/10/13 16:41
Messaggi: 68

MessaggioInviato: Mar Nov 12, 2013 6:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
Per affrontare questo argomento è interessante leggere questo specchietto:

La Rinascente ha scritto:
ORARI dei delitti:

1968 Signa: 00:05 escono dal cinema Michelacci di Signa. Morte 00.30
1974 Borgo San Lorenzo: 21:30 imboccano la statale per Borgo, Morte 23:45 ,
1981 Scandicci: 22:00 escono dalla casa dei de Nuccio a Ponte a Greve, Morte 24:00
1981 Le Bartoline: 22:50 portano delle valigie alla villetta, Morte 23:30
1982 Baccaiano: 22:30 escono dalla casa di Aliano dopo aver cenato con un amico di famiglia, Morte 23:30/23:35
1983 Giogoli: N.D. da approfondire, Morte 21:00/24:00
1984 Vicchio: 21:15 Il fratello del ragazzo incrocia Pia Rontini, Morte 21:45
1985 Scopeti: N.D. sconosciuto , N.D. sconosciuto



Dunque, io la vedo così:

Locci-Lo Bianco
La notte del 22 agosto 1968, Barbara e Antonio furono pedinati dal cinema Michelacci fino allo sterrato di Castelletti di Signa, dove avvenne il delitto. L'autore materiale del delitto o uno dei partecipanti/organizzatori conosceva personalmente Barbara Locci.

Pettini-Gentilcore
Le vittime furono già spiate in atteggiamenti intimi, nello stesso luogo dove poi avvenne il delitto (nei diari di Stefania si parla del prato alle Fontanine di Rabatta come "nido d'amore", e meta di "pellegrinaggio" da futuri sposi, raccontando che quando era possibile faceva l'amore con Pasquale stesa sul prato). Inoltre, in un'altra occasione, Stefania fu forse infastidita da colui che poi divenne il suo assassino (cfr diari di Stefania e La Nazione settembre 1974 dove si parla addirittura di un "sardo").
Se la coppia fu pedinata la notte del 14 settembre 1974, l'assassino avrebbe dovuto attendere circa 2 ore prima di entrare in azione, visto che i due giovani raggiunsero il prato intorno alle 21:45 e il delitto avvenne non prima delle 23:45.

Foggi-De Nuccio
Probabilmente le vittime furono spiate in atteggiamenti intimi precedentemente: infatti Enzo Spalletti raccontò di aver incrociato una volta la Ritmo di Giovanni Foggi uscire a tutta velocità da una stradina vicino a Via di Marciola (che è la prosecuzione di Via dell'Arrigo)...forse erano stati infastiditi dal maniaco?
Se la coppia fu pedinata la notte del 6 giugno 1981, l'assassino avrebbe dovuto attendere circa 2 ore prima di entrare in azione, visto che Giovani e Carmela raggiunsero la piazzola nell'uliveto vicino a Via Dell'Arrigo verosimilmente intorno alle 22:10 e il delitto avvenne attorno alla mezzanotte.

Cambi-Baldi
Il fatto che il delitto si sia consumato di giovedì, prima di uno sciopero generale, mi lascia ipotizzare che il mostro andò praticamente a colpo sicuro, ovvero sapeva che se fosse uscito quella notte in quel posto avrebbe trovato delle prede.
Forse il tratturo di Via delle Bartoline era già noto all'assassino come luogo frequentato coppie in cerca di intimità e dunque per l'attività di guardone. (Tra l'altro il mio sospettato visse nella zona di Prato per dieci anni, dal 1960 al 1970).

Migliorini-Mainardi
Il delitto si consuma su una piccola piazzola lungo una strada provinciale, un posto apparentemente insolito per un attacco del mostro di Firenze.
Da qualche tempo, per paura di essere infastiditi da guardoni e maniaci sessuali, Antonella e Paolo hanno deciso che è meglio evitare luoghi troppo isolati ed hanno eletto lo spiazzo lungo Via Virginio Nuova a loro nuovo "nido d'amore". Quindi a tarda sera, nei fine settimana, chi passava per quella via non poteva non notare la presenza fissa della 127 celeste di Paolo ferma coi vetri appannati. Forse è proprio questo che ha attirato l'attenzione del mostro?
Insomma qui non c'era alcun bisogno di pedinare: stavano lì. Bastava perlustrare il luogo per capire se c'era un punto in cui poter trascinare la ragazza per praticare lo scalpo senza essere visti, o altrimenti inventarsi di salire a bordo della 127 e portarla in un luogo più appartato nelle vicinanze.

Rush-Meyer
Si può ipotizzare che lo spiazzo di Via di Giogoli fosse frequentato da altre coppie che erano state prese di mira dal mostro, ma che quella notte, voi a causa della presenza del camper Volskwagen dei tedeschi, vuoi per altri motivi, non vi si appartarono.
Dunque il maniaco, imbattendosi nel camper con targa tedesca, dopo un primo momento di sorpresa e forse di delusione, si eccitò all'idea di arricchire nella sua collezione uno scalpo straniero, e dopo aver sbirciato dentro (e dunque scambiato uno dei due ragazzi per una donna), decise di attaccare d'impulso.

Rontini-Stefanacci
Questo caso presenta delle particolarità:

1) orario del delitto. Come si evince dallo specchietto che ho allegato all'inizio del post, tutti gli omicidi precedenti avvengono in una forchetta temporale molto ristretta (appena mezz'ora) compresa tra le le 23:30 e la mezzanotte. Questa volta invece l'attacco avviene completamente fuori da questa forchetta, alle 21:45, quasi due ore prima dell'orario più presto (ovvero le 23:30 del delitto di Calenzano).
2) giorno della settimana: è l'unica volta in cui il mostro uccide di domenica, e quindi non in prefestivo.
3) luogo: è l'unico delitto avvenuto nel Mugello nella serie anni ottanta.

Che ci faceva il mostro ARMATO in giro per il Mugello di domenica sera in un orario così insolito, alle 21:30? Veramente stava facendo una girata in cerca di coppie (a quell'ora? di domenica?) e nel controllo piazzola per piazzola, percorrendo la strada provinciale 41, vide la Panda di Claudio entrare nel tratturo della Boschetta?
Se si prendesse il caso di per sé, si potrebbe propendere per l'ipotesi pedinamento. Tuttavia, considerandolo come uno degli anelli della serie, il discorso si ribalta...

Mauriot-Kraveichvili
Premessa: per me il delitto avvenne il venerdì.
Qui si propone una situazione mista, simile a quella di Giogoli e a quella di Vicchio. Il maniaco sta battendo varie piazzole frequentate da coppiette e nella sua girata attraversa Via Scopeti: qui, o scorge la Golf bianca di Nadine imboccare la stradina (situazione Vicchio), oppure conoscendo già la piazzola per la sua pregressa attività di guardone (e avendo già individuato dei possibili bersagli) quando arriva vede una tenda con a fianco la Golf con targa straniera (situazione Giogoli). A quel punto, dopo aver controllato la situazione ed essersi assicurato che questa volta la coppia era eterosessuale (è quasi certo che al momento degli spari Nadine e Jean Michel stessero facendo l'amore), è partito all'attacco.

Quindi si può concludere che, almeno negli ultimi 3 casi, il maniaco avrebbe improvvisato l'attacco sul momento: nel 1983 perché invece della classica coppietta toscana che si aspettava di trovare s'imbatté in una coppia straniera; nel 1984 perché durante la perlustrazione sulla SP 41 passò all'altezza della Boschetta proprio mentre la Panda di Claudio Stefanacci si accingeva ad entrare nel viottolo; nel 1985 per una situazione analoga a uno dei due casi precedenti.
Dunque, almeno in questi 3 casi, egli sarebbe uscito a equipaggiato, ma senza sapere quale coppia di preciso avrebbe assaltato, limitandosi dunque a battere le varie "trappole" fino a quando non avrebbe individuato la situazione a lui favorevole, il che configurerebbe la "caccia alla coppia" come una sorta di macabro hobby e non come un raptus omicida o un'ossessione incontrollabile. Egli usciva, perlustrava, e chissà quante volte avrà rinunciato ad assaltare, vuoi per la presenza di qualche guardone o di qualche altra coppia, vuoi perché ha trovato tutte le "trappole" vuote, vuoi perché la coppia si era accorta della sua presenza e si era allontanata in tempo (pensate agli agguati falliti del luglio 1982 e del giugno 1984 o alla fuga di Giovanni Foggi in Via Marciola descritta da Spalletti), eccetera...

Invece Rabatta e Mosciano, pur staccati temporalmente di 7 anni tra di loro, penso siano accomunati da un certo coinvolgimento dell'assassino nei confronti delle vittime. Il caso Pettini-Gentilcore parla da sé, non c'è bisogno di dilungarsi nel descrivere tutta quella serie di azioni (l'overkilling, ma non solo) e di indizi che ci portano a considerare Stefania e Pasquale come coppia SCELTA dal mostro. Per quanto riguarda Mosciano invece, il fatto che Spalletti raccontò di aver visto la Ritmo di Giovanni Foggi uscire a tutta velocità da una stradina nei presi di Via Marciola poche settimane prima del delitto, lascia intendere che forse la coppia era già sfuggita una volta al manico, il quale la notte del 6 giugno 1981 volle prendersi la rivincita, sorprendendo Carmela e Giovanni nell'uliveto di Via dell'Arrigo.
Insomma, riassumendo:

1968: scelta
1974: scelta
1981: scelta
1981/bis: ?
1982: ?
1983: casuale
1984: casuale
1985: casuale

Spero che queste riflessioni stimolino un po' la discussione.

..a quale tuo sospettato ti riferisci, che visse a Prato tra il 60 e il 70?
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Lun Nov 18, 2013 1:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Gianluca74 ha scritto:
..a quale sospettato ti riferisci, che visse a Prato tra il 60 e il 70?


Salvatore Vinci:
Citazione:
Il VINCI, in data 23.4.1962, in Firenze, sposa MASSA Rosina e va a trasferirsi a Calenzano (FI), via del Pecchiolo n. 5, poi in via Allegri n. 63 e quindi in Piazza Carmignani n. 10, della frazione Settimello dello stesso Comune. Il 28.7.1966 egli trasferisce la residenza da Calenzano a Vaiano, in località "La Briglia", via XXV Aprile n. 27; il 9.1.1969 va ad abitare in Prato, via Pistoiese n. 185 ed infine il 1.9.1970, emigra a Firenze, sistemandosi in via Cironi n. 8, ove abita tuttora.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mitsuru



Registrato: 10/01/11 01:15
Messaggi: 1192

MessaggioInviato: Lun Nov 18, 2013 11:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Fondamentalmente concordo con te... Aggiungo però che, per quel che ne sappiamo, parlando del delitto di Vicchio, il maniaco potrebbe aver già notato in precedenza la Panda di Claudio nella piazzola. I due erano abitudinari del posto e così varie coppie di amici che però uscivano più tardi, mentre Pia e Claudio solitamente rincasavano prima delle 23.
Potremmo supporre che:
1) il mostro è passato in Mugello (dove "mancava" da 10 anni) e ha notato quello spiazzo così appartato, interessante e dove verosimilmente c'erano tracce di attività amorose notturne... a questo punto ha deciso di colpire in quella zona e magari si è preparato a controllare chi passava di lì;
2) o ha avuto subito "fortuna" nel senso che una sera gli sono capitati sul presto Pia e Claudio e il disgraziato ha deciso che "sono loro", o è passata qualche altra coppia interessante, che però per qualche motivo ha avuto più fortuna dei due ragazzi con la Pandina celeste. Per dirne una: sono usciti più tardi/ non sono usciti affatto quella domenica 29 luglio. O forse, domenica il "mostro" è arrivato prima sul posto e - combinazione! - ecco arrivare l'auto di Claudio, oltretutto così presto...

_________________
Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino:
non avevano leggi per punire un blasfemo.
Non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte
mi cercarono l'anima a forza di botte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Mar Nov 19, 2013 1:14 am    Oggetto: Rispondi citando

o possiamo immaginare che scegliesse coppie assolutamente a lui sconosciute, proprio per evitare ogni rischio che indagando sul loro conto si potesse risalire a lui.

del resto:
* conosceva come muoversi di notte esattemanete nei posti dove i delitti avvenivano
* usava tutte le precauzioni possibili per non farsi beccare (auto/moto parcheggiata distante ed imboscata al 99%, ad esempio), notti con poca luce; luoghi appartati (eccetto Baccaiano); zero impronte digitali (guanti), etc...
Perchè avrebbe dovuto infrangere tale regola e mettere la sua libertà a repentaglio uccidendo persone con le quali aveva avuto un "legame" e quindi a lui avrebbero potuto ricondurlo?

quindi, passi al limite per una coppia, ma quando il tuo nome/profilo/volto/auto viene fuori per due, tre, quattro, etc coppie di assassinati, in luoghi diversi ma con la stessa pistola, la polizia te la ritrovi a casa pranzo e cena e pure a dormire nel letto con te!

e, per meglio precisare, aver spiato la coppia X nell'auto Y il giorno Z, e poi tornare successivamente sullo stesso luogo e ribeccare proprio la stessa coppia/auto e ammazzarli, non vuol minimamente dire "conoscere" quelle persone nè averci mai avuto nulla a che fare assieme, nè può essere chiamato a motivo per un duplice omicdio.

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianluca74



Registrato: 20/10/13 16:41
Messaggi: 68

MessaggioInviato: Ven Gen 03, 2014 10:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
Gianluca74 ha scritto:
..a quale sospettato ti riferisci, che visse a Prato tra il 60 e il 70?


Salvatore Vinci:
Citazione:
Il VINCI, in data 23.4.1962, in Firenze, sposa MASSA Rosina e va a trasferirsi a Calenzano (FI), via del Pecchiolo n. 5, poi in via Allegri n. 63 e quindi in Piazza Carmignani n. 10, della frazione Settimello dello stesso Comune. Il 28.7.1966 egli trasferisce la residenza da Calenzano a Vaiano, in località "La Briglia", via XXV Aprile n. 27; il 9.1.1969 va ad abitare in Prato, via Pistoiese n. 185 ed infine il 1.9.1970, emigra a Firenze, sistemandosi in via Cironi n. 8, ove abita tuttora.

tuttora vi abita??
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Sab Gen 04, 2014 3:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gianluca74 ha scritto:
La Rinascente ha scritto:
Gianluca74 ha scritto:
..a quale sospettato ti riferisci, che visse a Prato tra il 60 e il 70?


Salvatore Vinci:
Citazione:
Il VINCI, in data 23.4.1962, in Firenze, sposa MASSA Rosina e va a trasferirsi a Calenzano (FI), via del Pecchiolo n. 5, poi in via Allegri n. 63 e quindi in Piazza Carmignani n. 10, della frazione Settimello dello stesso Comune. Il 28.7.1966 egli trasferisce la residenza da Calenzano a Vaiano, in località "La Briglia", via XXV Aprile n. 27; il 9.1.1969 va ad abitare in Prato, via Pistoiese n. 185 ed infine il 1.9.1970, emigra a Firenze, sistemandosi in via Cironi n. 8, ove abita tuttora.

tuttora vi abita??


Assolutamente no. Il rapporto è del 1986.
SV si fece accompagnare all'aeroporto di Cagliari il 21 agosto 1988 e da quel giorno nessuno ebbe più sue notizie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gianluca74



Registrato: 20/10/13 16:41
Messaggi: 68

MessaggioInviato: Sab Gen 04, 2014 5:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
Gianluca74 ha scritto:
La Rinascente ha scritto:
Gianluca74 ha scritto:
..a quale sospettato ti riferisci, che visse a Prato tra il 60 e il 70?


Salvatore Vinci:
Citazione:
Il VINCI, in data 23.4.1962, in Firenze, sposa MASSA Rosina e va a trasferirsi a Calenzano (FI), via del Pecchiolo n. 5, poi in via Allegri n. 63 e quindi in Piazza Carmignani n. 10, della frazione Settimello dello stesso Comune. Il 28.7.1966 egli trasferisce la residenza da Calenzano a Vaiano, in località "La Briglia", via XXV Aprile n. 27; il 9.1.1969 va ad abitare in Prato, via Pistoiese n. 185 ed infine il 1.9.1970, emigra a Firenze, sistemandosi in via Cironi n. 8, ove abita tuttora.

tuttora vi abita??


Assolutamente no. Il rapporto è del 1986.
SV si fece accompagnare all'aeroporto di Cagliari il 21 agosto 1988 e da quel giorno nessuno ebbe più sue notizie.

tu che sei così documentata ti risulta qualche indiscrezione su dove sia volato via?
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Dom Gen 05, 2014 2:09 am    Oggetto: Rispondi citando

Giravano le seguenti voci:

-Francia, Costa Azzurra
-Spagna, Andalusia
-Venezuela
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Dom Gen 05, 2014 5:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Rinascente ha scritto:
Giravano le seguenti voci:

-Francia, Costa Azzurra
-Spagna, Andalusia
-Venezuela


nell'ordine o alternativamente o consequenzialmente?

una cosa che non so (ma qualcuno mi immagino che la debba sapere con tanto di pezze d'aoppoggio... anche se magari son rimaste chiuse in un cassetto di una caserma o di un commissariato) è almeno la PRIMA TAPPA.

sappiamo che se andò in aereoplano dalla Sardegna.
i biglietti vengono venduti con destinazione di partenza e destinazione di arrivo. e tali informazioni anche all'epoca (leggi antiterrorismo) venivano conservate.

almeno la prima destinazione dunque, dovrebbe essere certa, perchè è impenssabile che tale controllo/verifica non sia stato fatto.

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.605