Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il delitto degli Scopeti - 1985
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 315, 316, 317 ... 321, 322, 323  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione generale
Precedente :: Successivo  

E' avvenuto di Domenica sera (come sostiene la ricostruzione ufficiale) oppure prima?
Prima (Venerdi o Sabato)
93%
 93%  [ 308 ]
La Domenica sera
6%
 6%  [ 23 ]
Voti Totali : 331

Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ott 23, 2017 12:48 am    Oggetto: Ads

Top
Frank Powerful



Registrato: 13/04/15 18:27
Messaggi: 473

MessaggioInviato: Sab Ott 08, 2016 1:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ale ha scritto:
Leggete qui, una chicca:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E' un articolo del '95, in quel periodo Lavorino sosteneva che la morte dei francesi dovesse essere postdatata..

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



sì, ne parla anche nel suo libro, molto successivo (2007) Scene dal crimine

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
Ignoramus et ignorabimus

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Sab Ott 08, 2016 6:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Frank Powerful ha scritto:
Ale ha scritto:
Leggete qui, una chicca:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E' un articolo del '95, in quel periodo Lavorino sosteneva che la morte dei francesi dovesse essere postdatata..

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



sì, ne parla anche nel suo libro, molto successivo (2007) Scene dal crimine

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



La vera chicca buffa di quest'ipotesi della post-datazione è la testimonianza del Nesi che diviene, secondo Lavorino, il nuovo alibi del Pacciani. Smile
"Scene del crimine" del 2002 ce l'ho, e mi sta talmente poco a cuore che se mi mandate un Mp ve lo regalo anche..
Top
Profilo Invia messaggio privato
iome



Registrato: 21/07/14 07:54
Messaggi: 372

MessaggioInviato: Lun Ott 10, 2016 7:44 am    Oggetto: Rispondi citando

ma allora Ale i 4 testimoni che concordano di aver visto la coppia francese la Domenica sera si sono tutti confusi sul giorno ?
nel senso che magari li hanno visti il sabato e lunedì dopo la notizia della loro morte hanno confuso con la Domenica ?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Frank Powerful



Registrato: 13/04/15 18:27
Messaggi: 473

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 1:29 am    Oggetto: Rispondi citando

avevo avuto un'intuizione. La tenda al buio era visibile dalla strada? probabilmente no. Allora Mdf potrebbe aver seguito i francesi dalla festa di cerbaia, visto che molto probabilmente vengono uccisi nella loro prima notte a Scopeti. In tal caso si confermerebbe una localizzazione in zona san casciano.
Ma poi la cosa mi sembra avere pcoco senso. Normalmente, una coppia di tursiti alloggerebbe in albergo, quindi MdF avrebbe rischiato di uscirsene a mani vuote.
Quindi forse è meglio pensare che lui abbia perlustrato la zona e loro siano stati semplicemente molto sfortunati.
Insomma, per quanto uno si sforzi di immaginare scenari alternativi, quelli vecchi e rodati sono sempre i più plausibili.
Però... se li avesse scambiati per gli occupanti dell'altra tenda, quella che c'era prima più o meno nello stesso posto? Allora, non avrebbe avuto bisogno di individuarli a cerbaia, sapeva che erano già lì per averli visti nei giorni precedenti E si tornerebbe a san Casciano e zone limitrofe.
Commenti?

_________________
Ignoramus et ignorabimus

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
daunaltromondo



Registrato: 18/09/13 17:00
Messaggi: 1754
Residenza: Voghera (PV)

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 8:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
ma allora Ale i 4 testimoni che concordano di aver visto la coppia francese la Domenica sera si sono tutti confusi sul giorno ?
nel senso che magari li hanno visti il sabato e lunedì dopo la notizia della loro morte hanno confuso con la Domenica ?


Ricordo di aver letto, o sentito in tv, che i testimoni che videro la coppia francese riconobbero la donna dalla foto apparsa sui giornali (quella coi capelli tagliati cortissimi) mentre si trattava di una immagine molto vecchia: quando morì Nadine portava i capelli di media lunghezza e ricci, quindi la ragazza che videro poteva essere un'altra.

_________________
Ingannevole è il cuore più d’ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?

Geremia 17,9
--------------------------------
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Shinichi Kudo



Registrato: 05/02/12 15:10
Messaggi: 169

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 8:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Frank Powerful ha scritto:
avevo avuto un'intuizione. La tenda al buio era visibile dalla strada? probabilmente no. Allora Mdf potrebbe aver seguito i francesi dalla festa di cerbaia, visto che molto probabilmente vengono uccisi nella loro prima notte a Scopeti. In tal caso si confermerebbe una localizzazione in zona san casciano.
Ma poi la cosa mi sembra avere pcoco senso. Normalmente, una coppia di tursiti alloggerebbe in albergo, quindi MdF avrebbe rischiato di uscirsene a mani vuote.
Quindi forse è meglio pensare che lui abbia perlustrato la zona e loro siano stati semplicemente molto sfortunati.
Insomma, per quanto uno si sforzi di immaginare scenari alternativi, quelli vecchi e rodati sono sempre i più plausibili.
Però... se li avesse scambiati per gli occupanti dell'altra tenda, quella che c'era prima più o meno nello stesso posto? Allora, non avrebbe avuto bisogno di individuarli a cerbaia, sapeva che erano già lì per averli visti nei giorni precedenti E si tornerebbe a san Casciano e zone limitrofe.
Commenti?


Io penso che lui li abbia semplicemente visti nel pomeriggio, magari mentre montavano la tenda.

_________________
"Mezzo indizio più mezzo indizio non fa uno, fa zero"
Top
Profilo Invia messaggio privato
iome



Registrato: 21/07/14 07:54
Messaggi: 372

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 12:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

anche io penso che li abbia visti nel pomeriggio di venerdì !
secondo me casualmente ha visto i ragazzi montare la tenda o l'auto che saliva verso la piazzola e li ha spiati vedendo che si accampavano !
Una volta visto che piantavano la tenda ha avuto parecchie ore per preparare con comodo l'agguato.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Vidocq



Registrato: 27/05/13 16:21
Messaggi: 920

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 1:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

daunaltromondo ha scritto:
Citazione:
ma allora Ale i 4 testimoni che concordano di aver visto la coppia francese la Domenica sera si sono tutti confusi sul giorno ?
nel senso che magari li hanno visti il sabato e lunedì dopo la notizia della loro morte hanno confuso con la Domenica ?


Ricordo di aver letto, o sentito in tv, che i testimoni che videro la coppia francese riconobbero la donna dalla foto apparsa sui giornali (quella coi capelli tagliati cortissimi) mentre si trattava di una immagine molto vecchia: quando morì Nadine portava i capelli di media lunghezza e ricci, quindi la ragazza che videro poteva essere un'altra.

No poteva essere un altra..era un altra senza ombra di dubbio..
Top
Profilo Invia messaggio privato
sonnyliston



Registrato: 13/09/14 23:07
Messaggi: 230

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 2:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

Frank Powerful ha scritto:
avevo avuto un'intuizione. La tenda al buio era visibile dalla strada? probabilmente no. Allora Mdf potrebbe aver seguito i francesi dalla festa di cerbaia, visto che molto probabilmente vengono uccisi nella loro prima notte a Scopeti. In tal caso si confermerebbe una localizzazione in zona san casciano.
Ma poi la cosa mi sembra avere pcoco senso. Normalmente, una coppia di tursiti alloggerebbe in albergo, quindi MdF avrebbe rischiato di uscirsene a mani vuote.
Quindi forse è meglio pensare che lui abbia perlustrato la zona e loro siano stati semplicemente molto sfortunati.
Insomma, per quanto uno si sforzi di immaginare scenari alternativi, quelli vecchi e rodati sono sempre i più plausibili.
Però... se li avesse scambiati per gli occupanti dell'altra tenda, quella che c'era prima più o meno nello stesso posto? Allora, non avrebbe avuto bisogno di individuarli a cerbaia, sapeva che erano già lì per averli visti nei giorni precedenti E si tornerebbe a san Casciano e zone limitrofe.
Commenti?

Potrebbe comunque averli intercettati alla festa dell'Unità
Magari parlando con qualcuno, o tra di loro, Nadine e JM avevano accennato al fatto che fossero lì in tenda; e lui potrebbe averli sentiti (occorre pensare che conoscesse il francese però)
E comunque, se anche così fosse, dobbiamo immaginarci che poi sarebbe dovuto tornare a casa o chissà dove a prendersi la caliibro 22 e gli attrezzi per poi tornare, e in tal caso si tratterebbe necessariamente di qualcuno che viveva da quelle parti

Allargando il campo, io sono convinto che fosse della zona anche perché nel tempo i delitti si sono sempre più concentrati nella val di Pesa
- dei primi 4 omicidi, uno è lì (Scandicci), gli altri altrove
- degli ultimi 4 omicidi, 3 sono lì, uno solo altrove (Vicchio)
Il senso sarebbe che più è alto l'allarme per il mostro e più lui, per evitare rischi, circoscrive la sua zona d'azione
(l'idea mi è venuta guardando Lettere da Berlino al cinema ...)

_________________
Sto guardando questa specie di orso e vedo che ha gli occhi piccoli e sonnolenti
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Ven Mag 12, 2017 9:24 pm    Oggetto: Rispondi citando

Certo è che, se si ipotizza che il delitto sia avvenuto addirittura di venerdì, bisogna supporre che il Mostro abbia conservato il feticcio di seno della vittima in un luogo particolarmente freddo... Un frigorifero era sufficiente?
Vi ricordate cosa dissero i medici che tentarono di datare il feticcio (e, di conseguenza, anche l'omicidio)?

...La perizia medico-legale esperita su incarico del PM dai periti dott. Franco Marini, prof. Riccardo Cagliesi Cingolani, prof. Francesco Bartoloni di Saint Omer, affermava che il frammento di tessuto contenuto nella busta apparteneva a tessuto ghiandolare e tessuto adiposo che l'indagine ematologica indicava come facente parte di tessuto mammario umano, di un soggetto avente il gruppo sanguigno dei tipo A del tutto analogo, per caratteristiche morfologiche e strutturali, a quello prelevato dai periti dal cadavere della Mauriot, per cui i periti stessi concludevano concordemente nel ritenere ammissibile l'appartenenza del reperto al corpo della ragazza uccisa. Su tale preliminare punto concorda anche la Corte, rilevando poi che, essendo stato consegnato il frammento di seno in questione nel tardo pomeriggio del giorno di martedì 10 settembre 1985 all'istituto di Medicina Legale, i periti hanno affermato che lo stato di conservazione del reperto indicava una datazione della morte biologica del tessuto che poteva andare da pochissime ore ad uno-due giorni prima del suo recapito in Istituto, o anche oltre nell'ipotesi di una sua conservazione a bassa temperatura... - Sentenza Ognibene (
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

Quindi, supponendo che il delitto sia avvenuto di venerdì, un allora sospettato a rischio perquisizione, per esempio S.Vinci, dove avrebbe potuto conservare il pezzo di seno in estate? Nel congelatore di casa correndo un rischio massimo? Improbabile. Dunque, se il delitto è stato commesso addirittura di venerdì sera (cosa che peraltro io non credo, per me è avvenuto il sabato sera/notte), la logica ci impone di considerare maggiormente probabile che l'assassino, all'epoca, fosse uno non entrato nelle indagini. Lotti? Pacciani? Un Mister x che nelle indagini non c'è entrato tuttoggi? A voi la scelta...
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1949

MessaggioInviato: Sab Mag 13, 2017 4:57 am    Oggetto: Rispondi citando

Io non sono cosi sicuro delle datazioni dei reperti. Insomma sti esperti, anche se li rispetto perchè svolgono un lavoro importante, non li ritengo immuni da errore.
Fatta questa premessa, direi che il mdf mi sembrerebbe proprio uno mai entrato nelle indagini, uno al di sopra di ogni sospetto, oppure uno su cui pochissimi sospetti si sono indirizzati ma per qualche evento imprevisto o per superficialità non si sono approfonditi.
Perchè in effetti quest'uomo doveva avere almeno un posto fisico in cui conservava non solo i principali strumenti di offesa, come la [CENSORED] e il coltello, ma anche abiti utilizzati allo scopo ( macchiati di sangue?) e qualche utensile indispensabile come la pila elettrica frontale , magari un apposito armamentario custodito e sempre pronto per l'occasione.
Per non parlare dei feticci che richiedevano non meno organizzazione logistica, visto che avevano lo scopo di ricordargli e rivivere il delitto. E tutto ciò nella più completa solitudine ? O qualcuno ha visto qualcosa?
Per questo anche mi sono convinto che era impossibile fosse uno dei sardi. Perchè se fosse il SV per esempio, vuol dire che gli investigatori erano dei perfetti deficienti. Non credo che una volta che si avevano sospetti su un uomo fosse cosi difficile trovare i luoghi che lui aveva a disposizione per una tale non indifferente attività logistica.

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Sab Mag 13, 2017 4:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

derrick ha scritto:
Perchè se fosse il SV per esempio, vuol dire che gli investigatori erano dei perfetti deficienti. Non credo che una volta che si avevano sospetti su un uomo fosse cosi difficile trovare i luoghi che lui aveva a disposizione per una tale non indifferente attività logistica.


Ti dirò: lasciamo pure perdere l'eventualità che gli inquirenti sardisti dell'epoca fossero "svegli" o meno, e (avendo presente che nulla o quasi è potenzialmente "immune da errore") mettiamo in fila un pò di dati...

Dato A - Introna, gli entomologi forensi ed i medici legali interpellati nel libro di Cochi/Cappelletti/Bruno escludono che il delitto del 1985 sia potuto avvenire la domenica sera. Se hanno ragione gli alibi della domenica di S.Vinci diventano del tutto irrilevanti, poiché non è quello il giorno dell'omicidio.

Dato B - S.Vinci ha un ottimo alibi per il sabato sera (7-09-1985), visto che è a lavoro col furgone in centro a Firenze.

Dato C - Come scritto nel mio post precedente, se Cagliesi Cingolani e troupe medica hanno ragione il delitto al venerdì sera (6-09-1985) implica una "particolare" conservazione del feticcio. Dove e come un supersospettato quale S.Vinci poteva conservare un pezzo di seno a bassa temperatura? Mah...

Dato D - E' improbabile che il delitto del 1985 sia avvenuto in un orario troppo diverso da quello degli altri omicidi del Mostro (per esempio all'alba, di giorno o a notte fonda), visto che nel contenuto gastrico delle vittime c'erano i resti semi-digeriti del piatto della loro ultima cena.
Alle feste dell'Unità non si mangiava di certo alle tre di notte...

Rifletteteci, perché questi quattro dati rendono altamente improbabile, se non quasi impossibile, che S.Vinci possa avere ucciso i francesi nel 1985!
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1949

MessaggioInviato: Sab Mag 13, 2017 9:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io mi sono fatto l'idea che i poveri francesi siano stati uccisi tra la sera di venerdì e la mattina di sabato solo per questi due motivi:

1. Gli scontrini trovati in macchina che sembrano essere tenuti con cura come dei promemoria o delle note spese che hanno permesso di ricostruire il viaggio dei francesi dalla partenza fino al venerdì sera giorno in cui si interrompono bruscamente.
2. Il posto dove si erano fermati era un evidente luogo che non offriva nulla di quello che serviva per passarci più di una notte. Non vi era acqua corrente, non vi era corrente o comunque luce di sera, non vi era una area attrezzata con tavoli o sedie, non vi erano dei bagni. E non vi era nessun tipo di attrazione per me era il classico posto in cui ti puoi fermare solo una notte, senza tante pretese.

Se devo esser sincero l'orario non penso sia stato variato di molto dagli altri omicidi del mdf, perchè il sk appare metodico nel modus operandi. Però in quest'ultimo caso potrebbe esserci qualche motivo per cambiare l'orario, visto che stavolta non ha colpito le vittime in automobile, dove di solito le coppie si appartano per un oretta. Questa volta per assurdo aveva tutto il tempo di agire con calma anche in piena notte quando la coppia era addormentata profondamente e la reazione poteva essere nulla o quasi. Bisogna tener presente che in quest'ultimo omicidio il mdf non vedeva le vittime attraverso i finestrini.

Poi c'è chi conviene con la mia ipotesi ma per altri motivi come henry62, di cui riporto un passaggio saliente del suo Dossier qui sotto.

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Citazione:

E' un fatto che il contenuto gastrico delle vittime fosse costituito dai resti semidigeriti di pasta (forse pappardelle) al sugo di carne e pomodoro.
La contemporanea presenza di amidi e carne è un fattore importante di rallentamento della digestione del cibo, per l'incompatibilità dell'ambiente chimico richiesto dalla digestione degli amidi (alcalino) e quello invece prodotto dalla presenza di carni (acido).

L'assenza di resti di colazione ci consente di escludere, assai ragionevolmente, che l'omicidio possa essere avvenuto nel lasso di tempo che va dalla colazione al pranzo.

Nel corso del processo si è sempre accettata l'ipotesi che l'omicidio degli Scopeti sarebbe avvenuto di sera, ma siamo certi che sia davvero così?

Sia l'accusa che la difesa avevano interesse a non mettere in discussione l'ipotesi di base che l'omicidio fosse avvenuto di sera/notte, dato che nella serata di sabato per almeno un imputato la difesa avrebbe potuto esibire un alibi, mentre l'accusa si reggeva sulla testimonianza di Lotti.

Personalmente non condivido questa ultima affermazione e formulo una mia ipotesi: l'omicidio potrebbe essere avvenuto nella primissime ore della mattina, sul far del giorno, ed i resti semidigeriti del pasto sono da riferirsi alla cena della sera precedente.

Se l'omicidio fosse avvenuto sul far del giorno, si concilierebbero sia le conclusioni entomologico-forensi che quelle del medico legale, dato che l'esposizione a temperature elevate dei corpi avrebbe favorito la decomposizione, mentre gli insetti avrebbero potuto colonizzare immediatamente i cadaveri, come lecito attendersi dal contesto dell'ambiente.

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
diabolik



Registrato: 10/09/15 19:04
Messaggi: 199

MessaggioInviato: Dom Mag 14, 2017 12:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

@Ale

--PRIMA PARTE--

Ale ha scritto:
mettiamo in fila un pò di dati...

Dato A - Introna, gli entomologi forensi ed i medici legali interpellati nel libro di Cochi/Cappelletti/Bruno escludono che il delitto del 1985 sia potuto avvenire la domenica sera. Se hanno ragione gli alibi della domenica di S.Vinci diventano del tutto irrilevanti, poiché non è quello il giorno dell'omicidio.

irrilevanti o no è rimarchevole che:
− domenica 8.9.1985, allorché alle ore 20,00 i militari intraprendono il servizio, il VINCI Salvatore è già uscito, in quanto il furgoncino Fiat 850 non è parcato nei pressi della sua abitazione; lo stesso, verso le ore 23,00, viene visto far rientro, senza più uscire, sino alle
ore 24,00, ora in cui il servizio è stato ultimato. Da un esame delle telefonate in partenza ed in arrivo alla utenza telefonica n. 496126, linea
Pronto Intervento Casa, intestata al VINCI Salvatore, regolarmente registrata, è possibile stabilire che alle ore 22,42 dell'8.9.1985, giunge una chiaimata da parte di VINCI Salvatore, il quale chiede novità circa eventuali richieste di intervento. La D'ONOFRIO Antonietta, nel dargli la risposta negativa, gli chiede più di una volta dove si trovi ed il VINCI risponde che
non vuole dirglielo.
La telefonata è disturbata da rumori di sottofondo, come se egli stesse chiamando da un bar o da un posto molto affollato. Il VINCI Salvatore, evidentemente non soddisfatto della risposta della donna, si fa passare
anche Roberto, e chiede anche a lui eventuali novità, ricevendo la medesima risposta.
Il 9.9.1995, dalle ore 02,24 alle ore 02,31, dalla medesima utenza telefonica del VINCI
Salvatore, sono state effettuate le chiamate, secondo la seguente progressione oraria:
− ore 02,24: è formato il numero 486 e la cornetta è riattaccata; subito dopo è formato il n.
489563, intestato a PESCIULLESI A., forniture pasticceria e bar, sito in via Cironi n. 9-
11/b, proprio di fronte all'abitazione del VINCI; il chiamante riattacca la cornetta;
− ore 02,25: il n. 489563 viene rifatto, ma risulta occupato;
− ore 02,26: viene formato il n. 489863, intestato a certo FIESOLI Vittorio, abitante in
questa via Bini n. 21; il telefono squilla ma non risponde nessuno;
− ore 02,27: è formato il n. 489564, utenza intestata a GIANASSI Vasco, abitante in
questa via Bolognese n. 4/b r., mesticheria;
− ore 02,28: viene formato il n. 489563, intestato alla pasticceria di via Cironi, e dà
occupato;
− ore 02,31: l'utente alza e riattacca la cornetta, ed in sottofondo si sente la voce di VINCI
Salvatore che parla con Roberto o con Antonietta.
Per quanto riguarda i numeri formati tra le ore 02,24 e le ore 02,28, la differenza fra loro è
sempre di una cifra, dovuta forse al mal funzionamento della stampante del registratore.
Siccome i numeri formati correttamente, per ben tre volte, sono quelli della pasticceria, sotto casa del VINCI, quasi sicuramente gli altri sono da ritenersi errati. Pertanto, il numero corretto chiamato è il 489563, intestato a PESCIULLI A. – Forniture pasticceria e bar, sito
in via Cironi n. 9/11-b.
Dall'esame delle testimonianze rese dai testi, poste in relazione alle dichiarazioni di servizio dei militari, non è vero che il VINCI Salvatore sia uscito alle ore 21,30 dell'8.9.1985, perché
era già fuori col pulmino prima dell'arrivo dei militari stessi, alle ore 20,00. In ogni caso il
suddetto non spiega come esattamente abbia trascorso il tempo antecedente alle ore 21,30.
Del resto, anche il VINCI Roberto è in contrasto con il padre, in quanto contrariamente a lui
(21,30), egli afferma che il medesimo è uscito alle ore 20,00, facendo rientro alle ore 23,30.
Ecco balzare subito evidente, ancora una volta, il tentativo dei due di procrastinare o anticipare gli avvenimenti per coprire una fascia oraria di cui il VINCI Salvatore evidentemente non può dare spiegazioni.
Questa volta il compito di mettersi d'accordo è più agevole, perché la D'ONOFRIO Antonietta quella sera è fuori con un'amica e quindi in casa vi è solo Roberto. Il comportamento del VINCI Salvatore è alquanto strano, anche per un osservatore che guardi con distacco i fatti, ma chi invece li sta vivendo sulla scia di un'indagine difficile e complessa, il suo muoversi appare ragionato e calcolato nei minimi particolari, solo che le sue motivazioni, questa volta, sono prive di logicità e di coerenza. Egli, infatti, non può
essere credibile nel giustificare una visita al BIANCALANI Saverio, a quell'ora, improvvisa e nemmeno preannunciata (il BIANCALANI si è pure meravigliato della presenza dell'amico con cui non si incontra da diverso tempo); peraltro l'abitazione di quest'ultimo è sita nella zona periferica di Peretola, in via de' Vespucci, piuttosto distante dalla sua di via Cironi. Quindi, per andare a comprare le sigarette non è certamente quello il posto più vicino ed il più agevole da raggiungere. Il VINCI, poi, non appena è uscito dall'abitazione BIANCALANI, intorno alle ore 22,30 – da lì non risulta che abbia telefonato – che motivo ha di chiamare l'utenza della propria abitazione per chiedere novità, non solo alla D'ONOFRIO ma anche al figlio, quando poi fa rientro subito dopo alle ore 23,00. Il predetto
è certamente interessato, non da eventuali richieste di intervento, perché a queste, in sua assenza avrebbe potuto provvedere il figlio Roberto, ma a verificare se i Carabinieri sono già venuti a casa sua. È d'obbligo ricordare, infatti, che il duplice omicidio può essere stato consumato proprio da poco.
Quale motivo plausibile ha il VINCI Salvatore di chiamare ripetutamente e per ben sette minuti, – questo è il tempo trascorso per effettuare questi tentativi – l'utenza telefonica n.ro 489563, intestata alla pasticceria PESCIULLI, sita di fronte alla propria abitazione!
Forse il VINCI non è a conoscenza, e ciò sarebbe molto strano visto che abita lì dal 1971, che la pasticceria è chiusa e del resto, affacciandosi alla finestra può rendersene conto personalmente! E quale motivo ha il VINCI Salvatore di chiamare a quell'ora insolita il laboratorio di pasticceria?
Il nostro sospetto, però, è perfettamente a conoscenza – altre volte ha lasciato il ricevitore staccato, attivando automaticamente il registratore posto nella sala intercettazioni sino a far esaurire la bobina – che sollevando il ricevitore dall'altra parte tutto è registrato egualmente se si parla nell'ambiente. Questo è esattamente ciò che ha voluto fare con l'ultima operazione effettuata alle ore 02,31, perché la sua voce è stata registrata.
Tutte queste operazioni per noi hanno un significato, ed uno solo, il VINCI Salvatore, vuole che gli inquirenti sappiano che alle ore 02,24 del 9.9.1985, lui è in casa.


Non che tutto ciò costituisca una prova a carico, però risulta ben strano che tra l'8 e il 9 settembre, SV abbia messo in atto certi comportamenti, proprio nel giorno in cui l'unico a sapere dell'esistenza dei cadaveri dei francesi era il solo mdf, ricordandoci col senno di poi che l'attività dello stesso non si esaurì con il solo duplice omicidio, ma anche con la spedizione della lettera, pertanto avrebbe avuto bisogno di un lasso di tempo molto più ampio:
Peraltro, dagli accertamenti espletati, la busta deve essere stata imbucata nell'arco di tempo intercorrente tra il mattino di sabato 7 e quello di lunedì 9 settembre, che sono i due momenti relativi al prelevamento della posta. (Rapporto Torrisi, pag. 68-71)

-- FINE PRIMA PARTE --

_________________
"We spend a good part of our lives dreaming, especially when we're awake"
Top
Profilo Invia messaggio privato
diabolik



Registrato: 10/09/15 19:04
Messaggi: 199

MessaggioInviato: Dom Mag 14, 2017 12:25 pm    Oggetto: Rispondi citando

---SECONDA PARTE ---
Citazione:

Dato B - S.Vinci ha un ottimo alibi per il sabato sera (7-09-1985), visto che è a lavoro col furgone in centro a Firenze.

Rimane comunque qualche dubbio:(Rapporto Torrisi)
È il caso di sottolineare infine, che il VINCI Salvatore dalle ore 23,00 del 7 settembre 1985, sino alle ore 09,30-10,00 del giorno dopo, sarebbe rimasto in casa, ma nessuno può escludere che possa essere uscito dalla mezzanotte in poi, non appena i militari hanno ultimato il servizio, né peraltro è da scartare la possibilità, salvo obiettivi elementi di riscontro, che la morte dei due francesi risalga alla notte sul 7 settembre.
Ci sarebbe da dire, che prima degli entomologi forensi, lo stesso torrisi sperava che il delitto fosse avvenuto di Sabato anziché la domenica, pertanto, nonostante SV fosse abbastanza impegnato per il giorno 7 settembre, da come si evince dal rapporto Torrisi:
così dicasi per il mattino del giorno dopo, sabato 7.9.1985, salvo una breve scappatina in mattinata al vicino bar di via Corridoni per fare colazione. Il pomeriggio, verso le ore 16,00, egli si reca alle cave di Maiano del Comune di Fiesole, per assistere a dei corsi di prealpinismo
(secondo le sue motivazioni egli è interessato ad apprendere in modo particolare le tecniche di discesa con la fune, per poterla poi applicare negli interventi della sua ditta per calarsi da un appartamento all'altro sottostante), facendo rientro a casa intorno alle ore 19,30, in quanto avrebbe dovuto effettuare un intervento poi disdetto. Egli è rimasto in casa sino alle ore 22,00 e poi è uscito per un intervento in via delle Casine n. 18, rincasando alle ore 23,00, senza più andare fuori.

Non sembra affatto che tra le 23,00 e la mattina seguente ci sia qualcuno (militari compresi) che possa escludere con assoluta certezza che il SV non si sia mosso di casa, dal momento che i controlli si interruppero.

---FINE SECONDA PARTE---

_________________
"We spend a good part of our lives dreaming, especially when we're awake"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione generale Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 315, 316, 317 ... 321, 322, 323  Successivo
Pagina 316 di 323

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.247