Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Ipotesi passaggio [CENSORED] dai sardi a Pacciani o altro uomo
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Ago 19, 2017 3:25 am    Oggetto: Ads

Top
daunaltromondo



Registrato: 18/09/13 17:00
Messaggi: 1731
Residenza: Voghera (PV)

MessaggioInviato: Gio Ago 11, 2016 11:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho letto molto sull'argomento del Mdf, sia in questo ottimo forum che vari libri, e devo dire che una delle ipotesi esposte in questo thread mi è sembrata molto interessante: cito dalla prima pagina:

Citazione:
Ipotesi beta di un passaggio di [CENSORED] "sarda", ma prima del delitto del '68:

pista d - la beretta è stata data via dai sardi ad un "esecutore" del '68 per far fuori la locci; l'assassino di signa si trasforma poi, dopo anni, in serial killer di coppiette


In effetti questo spiegherebbe come mai la [CENSORED] sia potuta passare di mano, semplicemente è rimasta al primo assassino (era sua) che in seguito si è trasformato in serial killer, un po' come Donato Bilancia che da semplice malvivente è diventato col tempo lo spietato omicida che conosciamo.

A favore di questa ipotesi ci sarebbe il fatto che i Vinci, per quanto non fossero certo degli stinchi di santo, potevano non sentirsela di uccidere due persone a sangue freddo.

L'unico problema è che un figuro che accetta di compiere quel po' po' di esecuzione vuole tanti tanti soldi... dove potevano prenderli?

Voi che ne pensate?

_________________
Ingannevole è il cuore più d’ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?

Geremia 17,9
--------------------------------
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
lillo



Registrato: 28/04/15 15:52
Messaggi: 188

MessaggioInviato: Gio Gen 19, 2017 11:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Solo una considerazione generale riguardo il passaggio di mano dell'arma (a Pacciani come a chiunque altro): la trovate di per sé un'ipotesi realistica? Quanti precedenti potete trovare di SK che inizino la loro "carriera" vedendo un delitto commesso in un certo modo (oppure avendone notizia) e che venendo in possesso dell'arma con cui è stato compiuto, si mettano a riprodurlo nei suoi aspetti principali? Io non ne trovo, forse non ho cercato bene nella casistica...
Top
Profilo Invia messaggio privato
anto4pr



Registrato: 11/05/10 10:42
Messaggi: 1618

MessaggioInviato: Sab Gen 21, 2017 8:55 am    Oggetto: Rispondi citando

lillo ha scritto:
Solo una considerazione generale riguardo il passaggio di mano dell'arma (a Pacciani come a chiunque altro): la trovate di per sé un'ipotesi realistica? Quanti precedenti potete trovare di SK che inizino la loro "carriera" vedendo un delitto commesso in un certo modo (oppure avendone notizia) e che venendo in possesso dell'arma con cui è stato compiuto, si mettano a riprodurlo nei suoi aspetti principali? Io non ne trovo, forse non ho cercato bene nella casistica...

Invece serial killer comparabili al MdF se ne trovano a bizzeffe. L'unicità di questo assassino non può che essere derivata dall'unicità delle condizioni che lo fecero nascere. Possibile che nessuno ci arrivi?

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


grande è la confusione, sopra e sotto il cielo, osare l'impossibile, osare, osare perdere...
grande è l'impossibile, osare la confusione, il cielo sopra e sotto, ci si può solo perdere...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
lillo



Registrato: 28/04/15 15:52
Messaggi: 188

MessaggioInviato: Sab Gen 21, 2017 1:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

anto4pr ha scritto:
lillo ha scritto:
Solo una considerazione generale riguardo il passaggio di mano dell'arma (a Pacciani come a chiunque altro): la trovate di per sé un'ipotesi realistica? Quanti precedenti potete trovare di SK che inizino la loro "carriera" vedendo un delitto commesso in un certo modo (oppure avendone notizia) e che venendo in possesso dell'arma con cui è stato compiuto, si mettano a riprodurlo nei suoi aspetti principali? Io non ne trovo, forse non ho cercato bene nella casistica...

Invece serial killer comparabili al MdF se ne trovano a bizzeffe. L'unicità di questo assassino non può che essere derivata dall'unicità delle condizioni che lo fecero nascere. Possibile che nessuno ci arrivi?


Antonio, non sono un esperto, ma ritengo che ogni SK abbia delle proprie peculiarità. Il MdF sicuramente aveva quella di colpire coppie in intimità. Questo è un dato che mi pare distintivo. Altri colpiscono prostitute, altri colpiscono donne bionde, altri colpiscono uomini di colore e così via...
Che facesse escissioni invece è un dato già meno distintivo, nel senso che c'è tutta una serie di SK che ha mutilato i cadaveri delle proprie vittime per varie ragioni che non starei qui a classificare. Ma in questo non è certo un caso unico.
Che abbia usato sempre la stessa arma, anche questo non è un caso unico. Molti SK hanno colpito sempre con la stessa arma.

Ma nessuno mai è diventato un serial killer per imitazione, non già di un altro SK (questo sì è accaduto), ma di un delitto comune al quale ha assistito. E non lo dico contro all'ipotesi di Lotti. Può darsi che Lotti abbia ucciso in prima persona a Signa (anche se non è la tua idea), questo già sarebbe più probabile. Ma l'ipotesi del passaggio d'arma/suggestione/emulazione va ritenuta improbabile perlomeno per il fatto che non è mai accaduto nulla del genere. Forse il MdF sarà il primo caso nella storia, questo non posso certo escluderlo, ma volevo soltanto segnalare che molti parlano di questo passaggio dell'arma come se fosse una variabile che tranquillamente possiamo provare ad inserire nel puzzle. Ecco, direi solo che è una variabile che va presa molto con le pinze.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3526

MessaggioInviato: Sab Gen 21, 2017 3:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

lillo ha scritto:
Solo una considerazione generale riguardo il passaggio di mano dell'arma (a Pacciani come a chiunque altro): la trovate di per sé un'ipotesi realistica? Quanti precedenti potete trovare di SK che inizino la loro "carriera" vedendo un delitto commesso in un certo modo (oppure avendone notizia) e che venendo in possesso dell'arma con cui è stato compiuto, si mettano a riprodurlo nei suoi aspetti principali? Io non ne trovo, forse non ho cercato bene nella casistica...


Questa tesi del passaggio di [CENSORED] è stata messa in campo non solo in ottica di serial killer imitatore (vedasi Spezi o l'amico Segnini), ma anche (come è noto), nel cupo periodo giuttariano, a supporto della tesi di gruppo omicidiario / setta assassina. E' un'ipotesi che ritengo improbabile, ma proviamo a sviluppare anche questa tesi del passaggio d'arma al gruppo; tanto per il gusto dialettico e fantasioso di sviluppare anche le idee nelle quali non si crede affatto..
Per esempio ci sarebbe da chiedersi se Giuttari abbia ri-indagato a sufficienza su Giovanni Mele, il sardo che il 4/10/1984, intervistato dopo la sua scarcerazione, si mise a parlare della sua frequentazione del Mago Manuelito..

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Manuelito (o Manolito) che poi finirà nella storia del Mostro un decennio e passa dopo, come amico di Indovino:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ipotesi discutibilissima, in sintesi, sarebbe questa: «i sardi» - che a sparare fosse G. Mele o uno dei Vinci poco cambia.. - uccidono la Locci con l'amante, non fanno nulla per evitare che S.Mele vada al gabbio e si tengono la pistola. Qualche anno dopo qualcuno dei sardi parla del delitto del '68 con qualche mago da lui frequentato: il sardo (G.M.) racconta al santone quell'omicidio perché lo considera un guru "non troppo buono", che può capirlo. Il mago si incuriosisce particolarmente a quella vicenda, tanto che vuole acquistare la [CENSORED] da colui che ancora la detiene (F.V.), non per uccidere coppiette ma perché la ritiene un interessante cimelio di sangue. Tuttavia o il compratore della [CENSORED] o un suo mago amico, un giorno, ricevono una richiesta disperata da parte di un cliente matto che non riesce a risolvere i propri problemi sessuali (di qualunque tipo siano..). I maghi credono fino ad un certo punto in quello che fanno, ma sanno che se vogliono soddisfare il cliente pazzoide ma ricco e ricevere i quattrini devono fare "qualcosa di grosso". Nasce l'idea di far ammazzare una coppietta copiando il delitto del '68; il macabro delitto del '74 viene messo in pratica, per commetterlo i maghi scelgono fra i propri adepti quelli con meno pelo sullo stomaco, possibilmente con un'esperienza omicidiaria alle spalle: vengono fuori il Pacciani e qualcun'altro. Ma dopo 7 anni il cliente torna a farsi vivo sempre con una barcata di soldi. Stavolta i delitti devono essere molteplici: cadenzati ed arricchiti di azioni aberranti quali le escissioni. Anche stavolta gli omicidi vengono commissionati al Pacciani che, se vuole, può farsi aiutare dai suoi amici scoppiati. I maghi sono tirchi e non vogliono spendere troppo ad ingaggiare killer mercenari, professionisti furbi che peraltro potrebbero pure "non starci" e farli arrestare entrando nella storia d'Italia. I delitti vanno avanti fino all'85 quando uno dei maghi muore e l'esecutore entra nelle indagini..
A quel punto la [CENSORED] diventa solo un pericolo e viene distrutta.
F.V. viene ucciso nel 1993 perché, pur non sapendo chi commetteva gli omicidi del Mostro, aveva venduto la [CENSORED] con cui aveva ucciso la Locci e poteva fare il nome del compratore o di chi gli era vicino. Calamosca, quindi, non mentiva. G.M., peraltro, aveva già suggerito sibillinamente la pista giusta in quell'intervista del 1984: ma non avrebbe mai parlato esplicitamente, era solo arrabbiato per essersi fatto il carcere; difatti poi torna nei ranghi del silenzio..
Neanche Lotti e Vanni sapevano precisamente chi commissionava i delitti, al di là di qualche chiacchiera uscita di bocca a Pietro sui "dottori".

Stop.. Con i "voli pindarici" atti ad ipotizzare un passaggio di [CENSORED] dai sardi al Pacciani per oggi ho chiuso. Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
anto4pr



Registrato: 11/05/10 10:42
Messaggi: 1618

MessaggioInviato: Sab Gen 21, 2017 6:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'unicità del MdF, per la serie omicidaria degli anni '80, sta nelle modalità con cui uccideva e mutilava. Aveva un comportamento da asettico serial killer prezzolato, che uccide per uccidere senza null'altro al contorno, però si portava via parti di donna come un serial killer maniaco. Questa è la sua vera unicità. Se non vogliamo pensare a un mercato di pubi e seni, dobbiamo interrogarci sulle motivazioni di costui, che non possono essere quelle di nessun altro. Quindi non si può escludere l'uso di una [CENSORED] recuperata sulla scena del crimine di Signa sulla base del comportamento di serial killer suoi simili, poichè semplicemente serial killer suoi simili non esistono.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


grande è la confusione, sopra e sotto il cielo, osare l'impossibile, osare, osare perdere...
grande è l'impossibile, osare la confusione, il cielo sopra e sotto, ci si può solo perdere...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
lillo



Registrato: 28/04/15 15:52
Messaggi: 188

MessaggioInviato: Dom Gen 22, 2017 2:09 am    Oggetto: Rispondi citando

anto4pr ha scritto:
L'unicità del MdF, per la serie omicidaria degli anni '80, sta nelle modalità con cui uccideva e mutilava. Aveva un comportamento da asettico serial killer prezzolato, che uccide per uccidere senza null'altro al contorno, però si portava via parti di donna come un serial killer maniaco. Questa è la sua vera unicità. Se non vogliamo pensare a un mercato di pubi e seni, dobbiamo interrogarci sulle motivazioni di costui, che non possono essere quelle di nessun altro. Quindi non si può escludere l'uso di una [CENSORED] recuperata sulla scena del crimine di Signa sulla base del comportamento di serial killer suoi simili, poichè semplicemente serial killer suoi simili non esistono.


Sì, ma su questo non c'è problema. Tu dai una tua soluzione completa e ragionata del caso, che non può essere esclusa. Io cercavo appunto solo di mettere in guardia chi considerasse (e ce ne sono...) il passaggio dell'arma come un semplice passaggio meccanico che si può fare ad esempio risolvendo un problema matematico. Se scrivo
2+5x3=
il prossimo passaggio sarà
2+15= 17
perché è automatico che si eseguono prima le moltiplicazioni.
Ecco, qualcuno spesso fa lo stesso passaggio automatico:
A) Signa = delitto di un clan
B) Mostro = delitti maniacali
C) L'arma è passata dal clan al mostro
E' un passaggio niente affatto automatico e delicatissimo, tutto lì. Poi se qualcuno, come te, ha una teoria completa che giustifica anche un passaggio d'arma proprio per certe peculiarità, questo è un altro paio di maniche e se ne discute. Ma va ponderata bene la faccenda del passaggio di [CENSORED] Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Brandos



Registrato: 18/01/17 17:39
Messaggi: 16
Residenza: Prato

MessaggioInviato: Dom Gen 22, 2017 10:01 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao...ipotesi fasulla e fantasiosa.Il mdf conosce il clan..perchè magari intenti insieme a spiare coppiette ad amoreggiare.Anche il mdf è amante di B.L e quest ultimo la uccide insieme all amante per fare un favore ad uno del clan.Il mdf poi non renderà piu'la beretta e iniziera'la sua carriera di assasino seriale.Nel clan hanno tutti paura di lui perchè riconoscono in lui una ferocia inaudita. A volte lo faforeggiano .Tutti i guardoni della zona(a quei tempi erano veramente in tanti)conoscono il mdf ma nessuno ha il coraggio di segnalarlo perchè troppo Potente.

_________________
Brandos
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
iome



Registrato: 21/07/14 07:54
Messaggi: 327

MessaggioInviato: Lun Gen 23, 2017 1:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

io personalmente se fossi stato testimone di un omicidio del mdf non avrei aperto bocca solo se avessi riconosciuto l'esecutore come un pezzo grosso della mafia !
se invece avessi riconosciuto come autore dei delitti un alto ufficiale o personalità di stato avrei fatto in modo (una volta passato un po' di tempo e calmate le acque di fare una segnalazione anonima) !
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
animejap



Registrato: 27/03/15 11:24
Messaggi: 79

MessaggioInviato: Mer Feb 08, 2017 6:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

daunaltromondo ha scritto:
Ho letto molto sull'argomento del Mdf, sia in questo ottimo forum che vari libri, e devo dire che una delle ipotesi esposte in questo thread mi è sembrata molto interessante: cito dalla prima pagina:

Citazione:
Ipotesi beta di un passaggio di [CENSORED] "sarda", ma prima del delitto del '68:

pista d - la beretta è stata data via dai sardi ad un "esecutore" del '68 per far fuori la locci; l'assassino di signa si trasforma poi, dopo anni, in serial killer di coppiette


In effetti questo spiegherebbe come mai la [CENSORED] sia potuta passare di mano, semplicemente è rimasta al primo assassino (era sua) che in seguito si è trasformato in serial killer, un po' come Donato Bilancia che da semplice malvivente è diventato col tempo lo spietato omicida che conosciamo.

A favore di questa ipotesi ci sarebbe il fatto che i Vinci, per quanto non fossero certo degli stinchi di santo, potevano non sentirsela di uccidere due persone a sangue freddo.

L'unico problema è che un figuro che accetta di compiere quel po' po' di esecuzione vuole tanti tanti soldi... dove potevano prenderli?

Voi che ne pensate?


non regge.se i sardi uccidono lo fanno loro altrimenti che delitto di clan sarebbe?

nell'ipotesi che decidono di ingaggiare un killer esterno devono pagarlo molto,a signa trattasi di strage due persone+bambino testimone.

infine devono fornigli l'arma perche' mai un killer accetterebbe di usare la propria,e lasciarla nelle sue mani con tutto il munizionamento.

quante possibilita' gli diamo?

p.s. e poi ce' il problema del movente.mi ingaggiano nel 68' per fare un delitto su commissione e poi successivamente li faccio in maniera seriale?
non mi dite che voleva rivivere l'eccitazione del momento..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
iome



Registrato: 21/07/14 07:54
Messaggi: 327

MessaggioInviato: Mar Mar 21, 2017 2:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

siamo tutti d'accordo che a Signa gli attori al momento del delitto siano almeno 3 (e le persone a conoscenza di quello che sarebbe successo anche di più)?
allora non è possibile (visti i personaggi probabilmente coinvolti in particolare i fratelli v) che sia successo che chi deve disfarsi dell'arma sia anche a conoscenza dell'arma che verrà utilizzata (perché il delitto è stato chiaramente premeditato) ?
se si , quando questa persona deve disfarsi dell'arma a sua volta è già in possesso di una calibro 22 e viene gettata proprio questa seconda [CENSORED] e non quella realmente utilizzata che si tiene per se .
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Vidocq



Registrato: 27/05/13 16:21
Messaggi: 904

MessaggioInviato: Mar Mar 21, 2017 6:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

"eliminato l'impossibile cio' che rimane, per quanto improbabile che sia , deve essere la verita' "..ecco tante volte si fa riferimento a questo aforisma di Doyle ma quasi mai nel caso del mdf. cosa c'e' di impossibile nel nostro caso? direi nulla..un guardone spia una coppia che all'improvviso viene uccisa a colpi di arma da fuoco da un gruppetto di uomini che poi gettano l'arma del delitto.. il misterioso personaggio nascosto tra la vegetazione attende che il piccolo commando si allontani quindi raccoglie l'arma e si dilegua..dopo qualche anno inizia ad uccidere coppiette allo stesso modo ma con una variante piu' macabra ovvero con mutilazioni sulla donna..a volte pensare a come certe situazioni si siano incastrate tra di loro e' davvero incredibile ma vero
Top
Profilo Invia messaggio privato
daunaltromondo



Registrato: 18/09/13 17:00
Messaggi: 1731
Residenza: Voghera (PV)

MessaggioInviato: Mer Mar 22, 2017 1:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
un guardone spia una coppia che all'improvviso viene uccisa a colpi di arma da fuoco da un gruppetto di uomini che poi gettano l'arma del delitto.. il misterioso personaggio nascosto tra la vegetazione attende che il piccolo commando si allontani quindi raccoglie l'arma e si dilegua..dopo qualche anno inizia ad uccidere coppiette allo stesso modo ma con una variante piu' macabra ovvero con mutilazioni sulla donna..a volte pensare a come certe situazioni si siano incastrate tra di loro e' davvero incredibile ma vero


Anch'io la penso così.

_________________
Ingannevole è il cuore più d’ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?

Geremia 17,9
--------------------------------
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
iome



Registrato: 21/07/14 07:54
Messaggi: 327

MessaggioInviato: Mer Mar 22, 2017 1:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

ok ma il difficile è spiegare come un guardone potesse sapere che la Locci e amante si sarebbero appartati proprio in quel posto .

Vidocq io sono uno di quelli che è quasi convinto di lotti mdf solitario dal 74 in poi ma non riesco a vederlo a Signa nel 68.
Ti spiego , non vedo lui come nessuno dei sardi (che non ha partecipato al delitto) presente sul posto come guardone.
Ipotizziamo che lotti con le sue scorribande in motorino si sia già spinto a Signa e abbia casualmente avuto modo (magari alle cascine) di vedere la Locci che si accoppiava con più uomini.
La cosa lo eccita e quando può torna a Signa per seguirla sperando di beccare un giorno fortunato in cui lei sia in compagnia e possa essere spiata.
A questo punto la sera di Signa è una di quelle fortunate perché la vede uscire con un uomo e andare al cinema.
Aspetta la loro uscita e li segue ( ma o a sua volta è inseguito dai sardi che seguono a loro volta la coppia per ucciderla , o è lotti che si accoda alla carovana e segue Locci Lo Bianco + sardi dietro).
Quando la coppia arriva sul luogo del delitto e si ferma ad amoreggiare (strada sterrata parallela a un fosso su un lato e con campi sull'altro lato) :
a) O trova un guardone casuale che assiste a tutto quello che succede dopo l’arrivo dei sardi (ma obbiettivamente qualcuno deve spiegare come faceva sapere che la Locci si sarebbe fermata proprio in quel posto)
b) Non trova nessun guardone ad aspettarli, arriva per primo lotti che non si era accorto che la locci era già pedinata e dopo aver spento motorino per non allarmare la coppia (prima di imboccare la sterrata dove la macchina si era fermata) deve in tutta fretta nascondersi con motorino per non farsi vedere dai sardi che a sua volta arrivano sul posto
c) Non trova nessun guardone ad aspettarli, arrivano i sardi si avvicinano e compiono delitto , lotti incuriosito dal fatto che altra gente si era fermata nei pressi della macchina della coppia a sua volta si nasconde (però a debita distanza per non essere visto) e quantomeno sente spari e capisce cosa successo. Ma a questo punto il lotti come può vedere dove buttano l’arma visto che è buio e si deve tenere ad una certa distanza dalla macchina visto che i sardi stavano uccidendo la locci ? teniamo conto che già dopo gli spari un guardone si sarebbe volatizzato per non essere visto , ma diciamo pure che lotti impaurito preferisce aspettare che non ci sia nessuno allora dobbiamo pensare che aspetti un bel po di tempo visto che la Locci viene quantomeno sistemata e riposizionata sul sedile per non essere trovata in posizione sconveniente con la faccia tra le gambe dell’uomo e pure per il fatto che Natalino dovrà essere tranquillizzato e rassicurato prima di essere accompagnato davanti la casa del De felice. Insomma passa tutto sto tempo e lotti appena solo al posto di scappare e non farsi beccare da un eventuale arrivo delle fdo si avvicina all’auto e trova l’arma ? io la vedo poco probabile ..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Claudio



Registrato: 14/04/15 20:39
Messaggi: 480

MessaggioInviato: Mer Mar 22, 2017 1:40 pm    Oggetto: possibilità Rispondi citando

Va anche riconosciuta la possibilità che la [CENSORED] "culprit" sia sempre stata di proprietà del Pacciani o di altro mdf.

1) In merito a Pacciani, è abbastanza provato che avesse un piccolo arsenale ed una scacciacani.

2) Successivamente all'ultimo omicidio, non ricordo quando, mi pare il 16 settembre 1985, i CC fecero una visita abbastanza sommaria in una delle due abitazioni in Mercatale. Non trovarono nulla, ma cercarono anche ben poco. Sicuramente, lo misero però sull'avviso.

3) Vero è che testimoni affermano che il FV possedesse una [CENSORED] e che da Villacidro ne sembrerebbe essere sparita una identica a quella del mdf, ma anche vero è che prove reali a favore della disponibilità di una calibro 22 da parte del clan sardo non ce ne sono

_________________
Quid leges sine moribus vanae proficiunt
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 6 di 8

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.175