Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

interpretazione psicanalitica SV
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
 
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Lug 23, 2017 12:48 pm    Oggetto: Ads

Top
nufeneguediz



Registrato: 19/01/15 02:30
Messaggi: 39

MessaggioInviato: Mar Mar 03, 2015 1:25 am    Oggetto: Rispondi citando

Ale ha scritto:

Il mese scorso comunque ho mandato un messaggio privato ad AntonCarlo scrivendogli: "Vorrei conoscerti se sei quello vero, ci vediamo una sera a Prato?". E lui mi ha risposto: "Volentieri, magari si organizza una cena a 4 con papà Salvatore ed hazet.2"

Shocked

Sbigottito, non gli ho ancora risposto!


Molto interessante. Potremmo organizzare un aperitivo al bar botrini di prato per fare due chiacchiere Wink

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Se volessimo continuare pervicacemente sulla pista "Carlo" potremmo dire che il fatto che sia intervenuto in questo forum cade perfettamente nel profilo FBI: si interessa delle "indagini" e conosce bene quali sono i forumisti più dentro alla pista sarda...

Tutto questo solo per dimostrare che se facciamo ipotesi e le mettiamo una sull'altra possiamo arrivare a qualunque opinione senza avere la prova che sia vera o falsa.

Sebbene la teoria "Carlo" mi sembri quella più interessante, è comunque campata in aria e si basa su ipotesi a volte forzate (e.g. non è detto che il furto denunciato da SV nel '74 riguardasse per forza una pistola... questo lo ipotizza Spezi, ma è su questa ipotesi che si basa tutta la teoria "Carlo").

Purtroppo mi sto rendendo conto che di pilastri sicuri su cui fondare i sospetti non ce ne sono molti... e siamo così ammorbati di ipotesi che se anche il vero mostro confessasse non gli crederemmo! Sarebbe solo lo spunto per un nuovo thread di 600 pagine che non ci porterebbe a nulla...

_________________
"Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere", Ludwig Wittgenstein
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Mar Mar 03, 2015 3:12 am    Oggetto: Rispondi citando

Ale ha scritto:

Il mese scorso comunque ho mandato un messaggio privato ad AntonCarlo scrivendogli: "Vorrei conoscerti se sei quello vero, ci vediamo una sera a Prato?". E lui mi ha risposto: "Volentieri, magari si organizza una cena a 4 con papà Salvatore ed hazet.2"

Shocked

Sbigottito, non gli ho ancora risposto!


a meno che l'incontro non lo organizziamo qui da me... son a troppi too much chilometri e ore di volo di distanz ape rpartecipare.
ma giuro che lo avrei fatto assolutamente volentieri, e per "numerosi" motivi:
1°- non faccio parte della schiera che ipotizza "carlo" colpevole come MdF in alcuna forma
2°- anche se leggendo i documenti disponibili, verificandoli, ragionandoli, etc ad una conclusione possibile e plausibile, logica ed indiziaria, geografica e temporale e anche "mentale - caratteriale" sono giunto, questo non vuol minimamente dire che se X o Y o Z collaborassero presentando documenti/informazioni nuove di cui non sono in possesso, ci metterei meno di niente - dopo attenta verifica - a cambiare opinione se del caso.

basta solo che non mi si venga a menar il can per l'aia con stroboscopici pseudo-ragionamenti di congreghe di serial killer, assassini prezzolati, rose colorate, monti morelli, depistaggi e menate varie, e poi io mi siedo tranquillo al tavolo con chiunque a discutere e ragionare.

Ecco, se mai combini quell'appuntamento Ale, e vuoi provare a chiedere un paio di punti importanti, IMHO secondo i miei ragionamneti e scritti in merito, e di cui in giro non si trova traccia....:

a) la 1° piu importante: come erano i rapporti famigliari (se mai raccontatigli visto che "carlo" all'epoca non era ancora ovviamnete nato) tra i suoi nonni a Villacidro.
Del padre, qualche scheggia importatnte di informazione dal rapporto 311/1 la si scopre, ma c'è il silenzio e buio completo sulla nonna (madre del SV) e sui rapporti tra i famigliari

b) la 2° altrettanto importante: ha ricordi/informazioni in grado di confermare/smentire quanto confessato dal SM nel 1984 a proposito del fatto che il SV e SM avessero intrattenuto una relazione sessuale tra loro a tre con la Locci, e se confermata anche dalla sua voce, se ne avesse particolari da raccontare

c) la 3° importante anch'essa: se potesse confermare l'uso da parte del padre della mano destra per l'uso degli strumenti comuni di lavoro e taglio e che però, come si legge nei verbali su Scopeti, usasse invece la mano sinistra per sparare (ai lunapark con le armi ad aria compressa, come al 99% fatto presente dal CS)

d) e la 4°, meno importante ma... per "curiosità": se si ricorda che macchine, modello, tipo , anno e colore, il padre abbia avuto in proprietà o comunque nella disponibilità di utilizzare, nel corso degli anni 1974/1985

delle sfumature (tipo: ha collaborato al romanzo di Spezi o no, etc etc: a me personalmente importa assai poco. di un romanzo - per quanto basato su fatti reali - si tratta; e come romanzo va preso ai fini "investigativi").

Ovviamente, "Carlo" se vuole può rispondermi anche direttamente qui, o in apposito thread, o - visto che mi ha citato - con un pm.

HzT

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
bruchetto



Registrato: 10/07/12 13:45
Messaggi: 1063

MessaggioInviato: Mar Mar 03, 2015 11:56 am    Oggetto: Rispondi citando

nufeneguediz ha scritto:

- intervista con D. Preston in cui dice cosa farebbe alla moglie di Spezi nel caso fosse più giovane

Stone Phillips, non Douglas Preston.
E della intercettazione telefonica riportata nella sentenza Micheli (si trova in rete) che mi dici?

Dopo poco tempo lo SPEZI veniva contattato dal giornalista del Corriere della Sera MARIO PORQUEDDU. La loro conversazione era imperniata sulle vicende giudiziarie che coinvolgevano lo SPEZI e lo scrittore americano DOUGLAS PRESTON. Il PORQUEDDU faceva una breve premessa, sostenendo che, dopo aver ricevuto tutta la documentazione inviata dal suo interlocutore, avrebbe voluto scrivere un articolo “sull’autore americano che è caduto nelle grinfie dei P.M. e degli investigatori”:

S: Eh.. te la racconto tutta la storia … esatto…esatto.. te la racconto tutta la storia in questo pezzo che ti mando! Eh.. niente poi recentemente a libro finito…ora…alla fine di gennaio.. no.. casualmente ero su un altro pezzo…conosco uno.. un pregiudicato eccetera…toscano comunque…e si chiacchiera con altra gente… figurati c’era anche un ex poliziotto…insomma una cosa così… e questo qui mi dice “eh…ma lo sai che io sapevo che questa gente negli anni ottanta usava un…casolare vicino a quella villa…”
P: Per nasconderci della roba.
S: Sì…ci nascondevano le armi….ci tenevano i latitanti……sai si parla……allora c’erano i sequestri di persona questa roba qui…
ah…dico…interessante!...sì…sì…dicevano…quelli…sai…anche conoscevano quelli legati al delitto del… primo delitto quello del ’68… ah… si dice ancora che uno di loro che lit… che ce l’ha insomma questa cosa…ah… dico…te informa….adesso si informa e mi dice (..) che dice….non più di un mese fa c’hanno visto un paio di armi dentro tra cui una Beretta 22…cacchio!!...allora a quel punto ti dico anche da bischeri la tentazione di andare noi con il fotografo…no sai di queste cose però ha detto calma…qui già siamo nella…scusa il termine….nella merda…
P: Eh…be’…
S: Facciamo una cosa… andiamo uhm alla Questura e raccontiamo tutto poi… poi può essere che non ci sia nulla …può essere che ci sia una Beretta 22 qualsiasi oppure non si sa mai no?... ecco tutto questo essendo io iper-intercettato da tutte le parti l’hanno…son venuto a sapere e invece di andare a vedere lì sono venuti a cercare le armi da me come se io… DOUGLAS PRESTON …l’ex poliziotto eccetera avessimo montato questa storia insomma…
P: Ma senti ….ma invece quello che voi siete andati a pizzicare…questo…questo…questa persona alla quale siete finalmente arrivati e siete riusciti a intervistare dice delle cose rivelanti?Tu dici chiude in maniera un po’ sorprendente di..(..)…tanto per…per…cioè quello che si può dire…
S: Sì…provoca..
……
S: …Te sei stato molto vicino…troppo vicino a quella [CENSORED] usata nel…’68…uhm…uhm…uhm…e ce lo dice …capito?
…..
S: Eh…ma non ti sto mica dicendo che è lui per carità!...
P: Mi sa che tu sei riuscito a verificare….
S: Sì…sì…sì… ma che gli andrebbero contro di lui…diciamo come circostanze…hai capito?....Non che siano sufficienti per una …per carità…
P: Però che lo mettano in una luce…
S: Io…io…gli facemmo un’intervista guarda…io sono molto…non coraggioso…ma incosciente…nel lavoro per cui gli si fece…io gli chiesi se era lui ecco….eh… lui mi risponde “mi dispiace questo scoop non te lo posso far fare…però ti faccio fare uno scoop” e mi da queste cose qui…hai capito?...eh… son cose relative alle armi…
P: Senti….
S: Poi se si è divertito…può essere per carità…io ti dico così…io ragiono un po’…un po’ eh…da anglosassone io non lo so…nel senso che non ho le prove …poi se tu mi chiedi le sensazioni…ma quelle sai sono…



(vds tel. nr. 17586 del 9.3.2006 ore 18.42).
Quindi lo SPEZI confessa, a proposito di ANTONIO VINCI: “S: Eh…ma non ti sto mica dicendo che è lui per carità!”.
Top
Profilo Invia messaggio privato
nufeneguediz



Registrato: 19/01/15 02:30
Messaggi: 39

MessaggioInviato: Mar Mar 03, 2015 4:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

bruchetto ha scritto:

Stone Phillips, non Douglas Preston.


Hai ragione, scusa il lapsus.

bruchetto ha scritto:

E della intercettazione telefonica riportata nella sentenza Micheli (si trova in rete) che mi dici?
(vds tel. nr. 17586 del 9.3.2006 ore 18.42).
Quindi lo SPEZI confessa, a proposito di ANTONIO VINCI: “S: Eh…ma non ti sto mica dicendo che è lui per carità!”.


È quello che ho detto anche io poco fa sopra.

L''ipotesi è affascinante: un colpevole vicino a tutti i personaggi chiave ma non preso in considerazione. Ma non c'è uno straccio di prova concreta che possa supportare una accusa diretta: solo ipotesi. Penso anche io che non si possa affermare che AV sia il MdF, per carità!

Vorrei fosse chiaro che io ritengo solamente che (1) una figura come Carlo potrebbe essere compatibile con il MdF.

E già siamo su materia opinabile, perché se ci basiamo solo su prove oggettive il profilo certo del mostro è limitato a una persona che, sintetizzando brutalmente:
- si trovava fisicamente nei luoghi e momenti degli omicidi
- possiede una determinata [CENSORED] e munizioni
- possiede uno o più coltelli con lama specifica
- ha spedito una busta al PM Della Monica
e basta (ma potrebbero essere anche più persone). Tutto il resto è profiling, supposizioni o ricostruzioni più o meno affidabili (alcune molto, altre meno).

Ma ancora prima di questo, (2) non sappiamo nemmeno se AV abbia le caratteristiche per essere identificato come un possibile Carlo!

Su questo si può solo sospendere il giudizio.

_________________
"Su ciò di cui non si può parlare si deve tacere", Ludwig Wittgenstein
Top
Profilo Invia messaggio privato
agente_cooper



Registrato: 04/02/13 17:50
Messaggi: 117

MessaggioInviato: Mer Mar 04, 2015 12:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Un sardo che vive in toscana che dice "papà" anziché "babbo" mi sembra alquanto strano eh..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mitsuru



Registrato: 10/01/11 01:15
Messaggi: 1192

MessaggioInviato: Gio Mag 14, 2015 2:05 am    Oggetto: Rispondi citando

Guarda, anche in Lunigiana (tra Liguria e Toscana) vengono usati indifferentemente i termini "papà" e "babbo"...

_________________
Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino:
non avevano leggi per punire un blasfemo.
Non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte
mi cercarono l'anima a forza di botte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Khareef



Registrato: 07/07/15 17:56
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 10:48 am    Oggetto: Re: interpretazione psicanalitica SV Rispondi citando

sparky ha scritto:
non so se esistano già interpretazioni psicanalitiche. Penso che sarebbe necessario chiarire dei punti che all'apparenza non collimano tra di loro. Io non sono psicologa, ma solo appassionata di psicologia, per cui spero nell'aiuto di qualcuno più ferrato di me.
Premetto che in questa ipotesi seguo la linea maniaco sessuale singolo, escludendo cdm, prelievo feticci su commissione etc (la mia preferenza va a SV, ma si può lavorare intorno a un generico psicopatico, anche se mi piacerebbe -esiste??- leggere la sua cartella clinica quando fu ricoverato a santa maria nuova, o altri eventuali profili psicologici tracciati sul soggetto in questione)

Io credo che il mostro fosse un soggetto borderline.
Nel bambino, l'aggressività pregenitale e soprattutto orale viene proiettata sui genitori, soprattutto la madre. Il bambino proietta paranoicamente i suoi impulsi sadico orali e sadico anali sulla madre, che viene pertanto avvertita come fonte di pericolo. Inoltre, poichè il bambino non fa una netta distinzione tra la figura della madre e quella del padre, che vengono percepiti come una sola unità genitoriale, il suo odio è proiettato anche sul padre (e il mdf aggredisce coppie, non donne singole come quasi tutti gli altri sk... proprio perchè il suo odio è rivolto verso la coppia, che lui percepisce come una sola unità)
In questi soggetti si sviluppa una fortissima angoscia di castrazione, che si manifesta con tendenze masochistiche, e quindi pulsioni omosessuali verso la figura paterna, nel tentativo di placarne l'ira, e, ancora per difendersi dall'odio percepito da parte della figura materna, idealizzazione della figura femminile- Questa idealizzazione, però, fallisce rapidamente, e l'oggetto sessuale, da prima idealizzato e desiderato, viene investito nuovamente da impulsi distruttivi. (sappiamo che SV era un amante dei "triangoli", che amava condividere le sue donne con altri uomini... Se diamo per buona la tesi che era anche un guadone di tipo particolare, cioè che andava offrendo i suoi servigi alle coppiette appartate, proponendosi proprio durante il loro amplesso, ecco che si ricrea la scena primaria, fonte per lui di grandissima angoscia, non riuscendo a capire quale delle due figure sia l'aggressore e quale la vittima, cerca di introdursi nella scena primaria, offre i suoi servigi alla coppia per placarne l'ira, ma, respinto, l'idealizzazione della donna subito si trasforma in odio, e si ripresenta stavolta per uccidere entrambi: perchè a)non fa una distinzione tra uomo e donna: per lui la coppia è una singola unità mostruosa, non gli basterebbe uccidere la donna, e inoltre deve fermare il loro accoppiamento, introducendosi nella scena primaria; b) l'uomo viene ucciso, ma con lui il contatto fisico è ridotto al minimo e non si ha asportazione di feticci, perchè persiste verso la figura maschile una forte angoscia di castrazione c)la donna viene uccisa, e la [CENSORED] e il seno, su cui ha proiettato frammenti della sua personalità scindendo tra seno buono e cattivo (fonte e negazione di cibo) e [CENSORED] oggetto minaccioso-bocca castrante vengono colpiti e asportati, come rassicurazione, tramite il loro possesso, contro le angosce aggressive (vagina), e contro la paura della negazione del seno.[/b]


dove iniziare a rispondere ad un post cosi', ci vorrebbe troppo tempo.....teoria freudiana o psedofreudiana le cui basi empiriche sono nulle e la cui impostazione teorica da decenni e' stata abbandonata. Applicata poi al mostro di firenze....diciamo per rimanere in toscana siamo alla supercazzola. Eviterei tutte le complesse teorizzazioni accademiche perche' dalla interviste ai serial killer fatte dall'fbi si intravede un quadro molto piu' semplice.

Piu' semplicemente il soggetto in questione e' una persona che si sente estremamente inadeguata. E' un soggetto solitario, senza esperienze di coppia, quasi sicuramente con una infanzia di ambiente familiare difficile dove subisce umiliazioni, ambiente di conflitti . In generale l'analisi di qesti soggetti rileva sempre una madre ossessiva, in quello si ti posso dare ragione. Ora in questo caso specifico si puo forse ipotizzare anche un abbandono, una esperienza in istituzioni per orfani (non escluderei che alla fine sia cresciuto con i nonni o persone anziane). Dovrebbe esserci una figura di riferimento femminile molto piu' vecchia di lui che ha in qualche modo una funzione stabilizzante.

La coppia come elemento e' ovviamente cruciale, si puo' pensare che il sentimento di inadeguatezza e di solitudine e la totale mancaza di relazione con l'altro [CENSORED] e' tale che si innesca una componente di invidia distruttiva, ovvero io non le posso avere e allora non deve averle nessun altro. la separazione della donna credo possa venire vista in questo senso. Cosi' come alcune coltellate verso i ragazzi post mutilazione sanno proprio di ripicca, di rivalsa. sembrano dispettose, di stizza. Palese la componente voyeristica e feticista ma non sadica, la mutilazione post mortem ha piu' a vedere con la parte di "possessione" della sua fantasia sessuale.

Sono soggetti che cercano di compensare la loro sensazione di marginalizzazione attraverso il controllo, la vendetta, peraltro questi atti servono a sfogare la rabbia e l'umiliazione e infatti hanno spesso una funzione catarchica, da valvola di sfogo che dura per un certo periodo. Non escluderei la presenza di un qualche difetto fisico o verbale che aggravi il quadro.

SV non ha nulla a che vedere con il tipo di personalita' che il profiling del mostro sembra suggerire, non capisco l'insistenza su di lui. E' un uomo con relazioni anche formali (matrimonio), con prole, estremamente attivo sessualmente, promiscuo e soprattutto con una personalita' dominante.

Cioe' l'esatto opposto del profilo del mostro che invece e' solitario, senza relazioni, proabilmente impotente, inadeguato socialmente e all'apparenza innocuo e passivo.

Si continua a fare all'infinito l'errore dei nostri inquirenti negli anni 80.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
marcaureli74



Registrato: 02/04/10 15:55
Messaggi: 82

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 3:20 pm    Oggetto: Re: interpretazione psicanalitica SV Rispondi citando

Khareef ha scritto:

SV non ha nulla a che vedere con il tipo di personalita' che il profiling del mostro sembra suggerire, non capisco l'insistenza su di lui. E' un uomo con relazioni anche formali (matrimonio), con prole, estremamente attivo sessualmente, promiscuo e soprattutto con una personalita' dominante.

Cioe' l'esatto opposto del profilo del mostro che invece e' solitario, senza relazioni, proabilmente impotente, inadeguato socialmente e all'apparenza innocuo e passivo.

Si continua a fare all'infinito l'errore dei nostri inquirenti negli anni 80.


Ciao,
a mio avviso commetti l'errore di sopravvalutare l'importanza dei profili psicologici.
Questi sono solo un ausilio alle indagini, data l'aleatorietà delle teorie psicologiche non potrebbe essere altrimenti.
Il profiling (specialmente in USA) ha fondamentalmente una base statistica, cioè analizzano i casi a loro noti e da questi cercano di trarre conclusioni di carattere generale.
Indubbiamente utili per aiutare le indagini, ma di certo non risolutivi.
SV ha molti punti di contatto con gli elementi di fatto a noi noti con il caso del MdF.
Che il suo profilo non corrisponda alle statistiche sui serial killer noti sinceramente passa in secondo piano.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Khareef



Registrato: 07/07/15 17:56
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 3:44 pm    Oggetto: Re: interpretazione psicanalitica SV Rispondi citando

marcaureli74 ha scritto:
Khareef ha scritto:

SV non ha nulla a che vedere con il tipo di personalita' che il profiling del mostro sembra suggerire, non capisco l'insistenza su di lui. E' un uomo con relazioni anche formali (matrimonio), con prole, estremamente attivo sessualmente, promiscuo e soprattutto con una personalita' dominante.

Cioe' l'esatto opposto del profilo del mostro che invece e' solitario, senza relazioni, proabilmente impotente, inadeguato socialmente e all'apparenza innocuo e passivo.

Si continua a fare all'infinito l'errore dei nostri inquirenti negli anni 80.


Ciao,
a mio avviso commetti l'errore di sopravvalutare l'importanza dei profili psicologici.
Questi sono solo un ausilio alle indagini, data l'aleatorietà delle teorie psicologiche non potrebbe essere altrimenti.
Il profiling (specialmente in USA) ha fondamentalmente una base statistica, cioè analizzano i casi a loro noti e da questi cercano di trarre conclusioni di carattere generale.
Indubbiamente utili per aiutare le indagini, ma di certo non risolutivi.
SV ha molti punti di contatto con gli elementi di fatto a noi noti con il caso del MdF.
Che il suo profilo non corrisponda alle statistiche sui serial killer noti sinceramente passa in secondo piano.


Secondo me commetti l'errore di sottovalutare il profiling e peraltro il profiling non si basa su una base statistica (mi stupisce peraltro un'affermazione di questo tipo perche ignora l'abc della storia del profiling e i suoi esiti nelle indagini di polizia sui centinaia di casi).
Il profiling si basa fondamentalmente su:
vittimologia
analisi della scene del crimine

Da questi si cerca ovviamente di stabilire un quadro comportamentale dell'aggressore.
Che poi in tutti i campi le informazioni vengano anche usate per creare un database statistico....beh mi pare normale. anche se vendi caramelle in un negozio vuoi sapere a chi le vendi di piu'...Il fatto poi di poter intervistare direttamente centinaia di offenders ha poi permesso inoltre di approfondire l'analisi qualitativa di certe dinamiche psico-comportamentali e di avere un certo quadro di categorie molto utile per poter capire con che tipo di criminale si ha a che fare.

Ora SV semplicemente non ci azzecca nulla.

In generale come ho gia' detto, ho notato nel corso degli anni in questo forum una certa mancanza di dimestichezza con la psicologia e il profiling (peraltro i testi principali sono facilmente reperibili, capisco non tutti abbiano studi formali in psichiatria/psicologia ma non serve esattamente conoscere jung a memoria...).

P.S.
Peraltro, anche da un punto di visto pratico, l'idea che ammazzi la locci solo od in gruppo con il bambino testimone....beh mi lascia veramente perplesso. Come mi lascia perplesso il fatto che abbia preso la collana cosi' da potersi far trovare con un oggetto incriminante. Cosi' come continui la serie omicida anche sotto sorveglianza...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
marcaureli74



Registrato: 02/04/10 15:55
Messaggi: 82

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:03 pm    Oggetto: Re: interpretazione psicanalitica SV Rispondi citando

Khareef ha scritto:
marcaureli74 ha scritto:
Khareef ha scritto:

SV non ha nulla a che vedere con il tipo di personalita' che il profiling del mostro sembra suggerire, non capisco l'insistenza su di lui. E' un uomo con relazioni anche formali (matrimonio), con prole, estremamente attivo sessualmente, promiscuo e soprattutto con una personalita' dominante.

Cioe' l'esatto opposto del profilo del mostro che invece e' solitario, senza relazioni, proabilmente impotente, inadeguato socialmente e all'apparenza innocuo e passivo.

Si continua a fare all'infinito l'errore dei nostri inquirenti negli anni 80.


Ciao,
a mio avviso commetti l'errore di sopravvalutare l'importanza dei profili psicologici.
Questi sono solo un ausilio alle indagini, data l'aleatorietà delle teorie psicologiche non potrebbe essere altrimenti.
Il profiling (specialmente in USA) ha fondamentalmente una base statistica, cioè analizzano i casi a loro noti e da questi cercano di trarre conclusioni di carattere generale.
Indubbiamente utili per aiutare le indagini, ma di certo non risolutivi.
SV ha molti punti di contatto con gli elementi di fatto a noi noti con il caso del MdF.
Che il suo profilo non corrisponda alle statistiche sui serial killer noti sinceramente passa in secondo piano.


Secondo me commetti l'errore di sottovalutare il profiling e peraltro il profiling non si basa su una base statistica (mi stupisce peraltro un'affermazione di questo tipo perche ignora l'abc della storia del profiling e i suoi esiti nelle indagini di polizia sui centinaia di casi).
Il profiling si basa fondamentalmente su:
vittimologia
analisi della scene del crimine

Da questi si cerca ovviamente di stabilire un quadro comportamentale dell'aggressore.
Che poi in tutti i campi le informazioni vengano anche usate per creare un database statistico....beh mi pare normale. anche se vendi caramelle in un negozio vuoi sapere a chi le vendi di piu'...Il fatto poi di poter intervistare direttamente centinaia di offenders ha poi permesso inoltre di approfondire l'analisi qualitativa di certe dinamiche psico-comportamentali e di avere un certo quadro di categorie molto utile per poter capire con che tipo di criminale si ha a che fare.

Ora SV semplicemente non ci azzecca nulla.

In generale come ho gia' detto, ho notato nel corso degli anni in questo forum una certa mancanza di dimestichezza con la psicologia e il profiling (peraltro i testi principali sono facilmente reperibili, capisco non tutti abbiano studi formali in psichiatria/psicologia ma non serve esattamente conoscere jung a memoria...).

P.S.
Peraltro, anche da un punto di visto pratico, l'idea che ammazzi la locci solo od in gruppo con il bambino testimone....beh mi lascia veramente perplesso. Come mi lascia perplesso il fatto che abbia preso la collana cosi' da potersi far trovare con un oggetto incriminante. Cosi' come continui la serie omicida anche sotto sorveglianza...


Ciao,
non volevo sminuire il profiling, specialmente con l'accenno alla base statistica.
Anche perchè è la base statistica a fornire il riscontro empirico di una teoria che ambisce a definirsi scienza.
Sminuire l'aspetto empirico significa togliere ogni validità scientifica ad una teoria.

Ripeto, i profiling sono utili nelle indagini, ma di certo non risolutivi.
Se fosse altrimenti, avremmo che in aula di tribunale le persone il cui profilo non corrisponde al soggetto non verrebbero MAI condannate.

Sinceramente mi sembra di aver esposto una evidenza banale, la psicologia non ha ancora quel grado di certezza scientifica tale per cui le sue conclusioni costituiscano prova oggettiva.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Khareef



Registrato: 07/07/15 17:56
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

su quest'analisi piu' epistemologica sono sostanzialmente d'accordo. Anche se negli stati uniti i profiles sono ammessi in fasi processuale se non sbaglio.

Ma a fini di indagini su un sk se non hai
-uno straccio di prova/indizio ed
-il soggetto in questione e' l'esatto opposta del profilo psicologico che ti danno gli esperti FBI
- l'hai messo sotto sorveglianza ed i delitti continuano

Beh diciamo che forse e' il caso di guardare oltre.

La pista sarda e' certamente quelle che ha fatto perdere la possibilita' di catturare il vero sk, imho, ovviamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
marcaureli74



Registrato: 02/04/10 15:55
Messaggi: 82

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Khareef ha scritto:
su quest'analisi piu' epistemologica sono sostanzialmente d'accordo. Anche se negli stati uniti i profiles sono ammessi in fasi processuale se non sbaglio.

Non volevo essere estremista, più in generale la psicologia entra eccome nelle aule di tribunale.
Diciamo che non gli viene accordata (correttamente a mio avviso) quel valore di prova oggettiva che altre evidenze scientifiche hanno.

Poi vorrei esser chiaro, non è che io abbia in spregio le scienze psicologiche, è solo che avendo per oggetto di studio la mente umana incontrano difficoltà enormi.
Da qui la loro odierna "fallibilità".

Khareef ha scritto:

Ma a fini di indagini su un sk se non hai
-uno straccio di prova/indizio ed

Su questo non sono d'accordo, se accettiamo la teoria della [CENSORED] unica,
Signa diventa fondamentale.
Ed essere sospettati di aver partecipato a quell'omicidio è un forte indizio.
Non a caso chiunque è stato sopettato di aver avuto parte all'omicidio di Signa si è ritrovato indagato per il caso del MdF.
Khareef ha scritto:

-il soggetto in questione e' l'esatto opposta del profilo psicologico che ti danno gli esperti FBI

Questo come abbiamo già discusso a mio avviso non è dirimente.
Ma anche ammettendo che lo fosse, ricordiamoci che l'analisi FBI è un analisi de relato.
Detto papale papale, non è l'FBI che ha indagato sul caso, lo hanno fatto gli inquirenti italiani (con tutte le limitazioni del caso).
E' la stessa FBI che dice chiaramente che il loro rapporto non è sostitutivo di un indagine e che esso si basa SOLO sul materiale fornito dalle forze dell'ordine italiane (sembra che neanche troppo velatamente gli analisti si siano preoccupati di mettere bene in chiaro le giuste attribuzioni di responsabilità).

Khareef ha scritto:

- l'hai messo sotto sorveglianza ed i delitti continuano

Su questo anche io ho i miei dubbi, ma ricordiamoci per amore di verità che secondo lo stesso rapporto dei CC questa sorveglianza è stata all'acqua di rose, e non ha mai interessato le date dei delittti.

Khareef ha scritto:

La pista sarda e' certamente quelle che ha fatto perdere la possibilita' di catturare il vero sk, imho, ovviamente.

Su questo non mi sbilancio, però ammettiamo anche che per smontare la pista sarda bisogna smontare l'ipotesi della [CENSORED] unica.
Non mi sembra ci siano elementi forti che spingano in questo senso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Khareef



Registrato: 07/07/15 17:56
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

[/quote]
Su questo non mi sbilancio, però ammettiamo anche che per smontare la pista sarda bisogna smontare l'ipotesi della [CENSORED] unica.
Non mi sembra ci siano elementi forti che spingano in questo senso.[/quote]

Non mi e' chiaro questo punto onestamente. Cosa vuoi dire? Non vedo che problemi ci siano con un singolo sk dal 68 ad oggi con un'unica arma.

Il profilo del MdF lo puoi rifare oggi con tutti i dati a disposizione, dubito che il quadro di fondo cambi molto. Anzi sarebbe interessante rifarlo oggi, con 25 anni di ricerche in piu' sui delitti seriali.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
marcaureli74



Registrato: 02/04/10 15:55
Messaggi: 82

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 4:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Khareef ha scritto:


Non mi e' chiaro questo punto onestamente. Cosa vuoi dire? Non vedo che problemi ci siano con un singolo sk dal 68 ad oggi con un'unica arma.


Beh intendevo dire che la pista sarda nasce perchè esiste la teoria della [CENSORED] unica non per altri motivi.

Se ammettiamo che la [CENSORED] è sempre la stessa dal 68 in poi, allora ammettiamo che l'omicidio del 68 (in cui è stata usata quella pistola)ha un qualche collegamento con il MdF.
Dato che le indagini per quell'omicidio rivelano un contesto "sardo" (come fu definito, delitto di clan) nacque l'ipotesi (appunto la pista sarda) che il MdF si celasse all'interno di quel gruppo che ebbe a che fare con l'omicdio di Signa.

Khareef ha scritto:

Il profilo del MdF lo puoi rifare oggi con tutti i dati a disposizione, dubito che il quadro di fondo cambi molto. Anzi sarebbe interessante rifarlo oggi, con 25 anni di ricerche in piu' sui delitti seriali.

Si ma come tu stesso hai detto, il profiling non è un gioco, e si basa su tanti fattori, come ad esempio l'analisi accurata della scena del crimine.
Se questa scena del crimine magari non è stata accuratamente vagliata l'analisi ti può condurre in errore.
Detto sinceramente, ho più fiducia nell'investigazione globale dell'FBI (investigatori e profiler), che il mix inquirenti italiani e profiling FBI.
La fase della raccolta dati probabilmente è la più importante, sinceramente non credo proprio che per gli anni di cui parliamo le nostra forze dell'ordine avessero una preparazione comparabile a quella dei colleghi americani.
Top
Profilo Invia messaggio privato
hazet.2



Registrato: 23/10/13 23:13
Messaggi: 2431

MessaggioInviato: Gio Lug 09, 2015 5:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Khareef ha scritto:

- l'hai messo sotto sorveglianza ed i delitti continuano

devo dedurre che tu non abbia letto il Rapporto Torrisi 311/1 e il supplemento (nè la sentenza Rotella) ?

era "controllato" solo per il 1985/Scopeti.
MA:
i controlli erano solo il fine settinama: dalle 20:00 alle 24:00
e il Venerdì 6 settembre: il pedinament non venne espletato.
Inoltre per il venerdì 6, raccontò un alibi palesemente falso (come dimostrato dalle intercettazioni telefoniche a suo carico).
E quelli del sabato e domenica contengono più buchi che sostanza, con incongreuenze rilevate)

Inoltre, lui era pienamente a conoscenza sia dei controlli di pedinmento a suo carico sia delle intercettazioni (ed in almeno uun caso, era stato preventivamentente informato di una perquisizione a suo carico)

Potresti invece lamentarti ad alta voce che quando subito dopo il dleitto di Vicchio gli venne sequestrato uno straccio sporco di snague di due gruppi sanguigni differenti E di tracce di di pulizia arma da fuoco, "qualcuno" quello straccio non lo mandò ad analizzare e solo un anno dopo, a delitto di Scopeti oramai già avvenuto, venutone a conoscenza il Rotella, questi provvide a farlo analizzare e periziare.

il profiling dipende dai dati che gli dai da analizzare
e secondo te, nei datii mandati alla FBI, c'era scritto che SV era l'amante segreto del SM, marito della BL che era anche l'amante del SV, e che la BL l aveva cacciato dalle sue gambe proprio a causa del fatto che si faceva pure il SM? e c'era scritto che la BL, cacciato il SV, gli preferì proprio il fratello FV(ops! altra cosuccia che riporta di nuovo alla famiglia) ?

Il tratto che non coincide nel profilo FBI , è la supposta "impotenza".
E SV impotente non lo era certamente.
Ma cmq sessualmente ed affettivamente, parlando non era esattamente "equilibrato".

inoltre, proprio come psicologia e psichiatria riconosce e avvisa, nella su ainfanzia e nella sua gioventù sono ben presenti indictori tipici di possibile devianza:
- dalle botte con cui veniva riempito fin da piccolissimo
- fino alla violenza sessuale di gruppo subita a militare.

Il profiling stilato dalla FBI calza eccome (nelle sue linee generali. mentre è normale che quando cerca di entrare in particolari spiccioli possa svirgolare, ma lo stesso toccando l'ambito corretto)
----------------
se poi SV fosse da scartare per mancato match con il profiling FBI.... ma pensa solo un pò te i CdM e il Pacciani Smile

-----------
Marcaureli74 ha scritto:
Su questo non sono d'accordo, se accettiamo la teoria della [CENSORED] unica, Signa diventa fondamentale.

pistola unica NON è una teoria.
ci sono verbali, deposizioni, testimonianze e perizie che certificano ciò.

_________________
-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


-

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 2 di 4

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.2