Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Ipotesi di Valerio Scrivo
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Ago 19, 2017 3:26 am    Oggetto: Ads

Top
Dan F.



Registrato: 04/10/15 22:43
Messaggi: 501

MessaggioInviato: Lun Nov 28, 2016 2:07 am    Oggetto: Rispondi citando

Vidocq ha scritto:
Mah..Non sono d'accordo con l'ipotesi di Scrivo..infatti è possibile che il mostro abbia colpito la prima volta lontano dalla sua zona di residenza proprio per depistare..inoltre c'è il delitto di scopeti a destabilizzare l'ipotesi di un omicida mugellano..la coppia francese fu adocchiata e subito uccisa e ciò fa supporre proprio un mostro del luogo. Non ci scordiamo poi la lettera spedita da San Piero a Sieve..per logica si intuisce subito che fu spedita da lì per confondere ancora di più i già tanto confusi inquirenti..se il mostro fosse stato del Mugello sarebbe successo il contrario con la missiva partita da uno dei paesi della Val di pesa


Le ipotesi di Scrivo sono ben congegnate però dubito molto che usando la geometria su una cartina geografica si possa veramente definire il luogo da dove partiva il MdF, soprattutto considerando che siamo in un territorio complessivamente non tanto ampio e che anche quello che dici tu confermerebbe piuttosto una residenza più vicina agli omicidi extra Mugello.

Gli omicidi del 74 e 84 sono in qualche modo paradigmatici: quegli dell'84 riaffermano la piena potenza del Mostro dopo gli "incidenti" dell'82 e 83 e segnano una specie di anniversario con quegli del 74, l'anno dove il Mostro è nato o è venuto chiaramente allo scoperto come tale (se gli attribuiamo anche i delitti del '68 ).

L'idea che il MdF conoscesse la Pettini non mi sembra invece peregrina, anzi.

_________________
"From nothing to nothing for nothing" Capt Nemo
Top
Profilo Invia messaggio privato
Vidocq



Registrato: 27/05/13 16:21
Messaggi: 904

MessaggioInviato: Ven Dic 02, 2016 5:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

La ricostruzione di Scrivo sul delitto di baccaiano è grottesca..mi ricorda molto quella di Zuntini su rabatta..ognuno ha la sua di ipotesi..ognuno ha il suo mostro però non si possono manipolare a proprio piacere quelle poche realtà oggettive che si hanno come ad esempio le posizioni dei bossoli..
Top
Profilo Invia messaggio privato
RayConniff



Registrato: 06/08/15 23:03
Messaggi: 420

MessaggioInviato: Ven Dic 02, 2016 7:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

V. Scrivo avrebbe ragione se il mdF fosse stato un povero pazzo locale...

Ma il mdF 1981-1985, a mio parere, era uno strumento di qualcosa di molto più raffinato di una psicopatia individuale. Un individuo con un'ideazione così malata, avrebbero deciso di prenderlo...senza la necessità di incolpare una banda di idioti di paese o un clan di sardi semi-analfabeti o un gruppo di borghesucci umbro-toscani un po' perversi...

Saluti,

Ray
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
LucaM



Registrato: 12/05/17 10:54
Messaggi: 50

MessaggioInviato: Mer Giu 14, 2017 1:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sto leggendo il libro in questi giorni, tempo permettendo. Il pregio principale è l'impostazione generale che è quella di dare agli eventi la spiegazione più semplice possibile. Questo anche a costo di operare qualche rinuncia circa l'ipotesi di poter identificare un colpevole in un libro, vuoi che sia FV, PP, ML, AV, SV etc.

Diciamolo: un libro che inizia con una premessa quale quella di voler deludere il lettore in cerca un colpevole è un libro che merita la massima attenzione. Alla fine, ragionandoci sopra, appare molto più stimolante un atteggiamento di questo tipo piuttosto che un libro costruito attorno a una teoria nella quale forzare alcuni avvenimenti o dal quale escluderne altri.

La parte di analisi geografica è molto interessante, anche se non priva di aspetti che mi lasciano perplesso. Per esempio il modo in cui l'autore analizza l'ipotesi di un serial killer del genere stanziale (marauder) o del genere "viaggiatore" (commuter). In un passo precedente afferma che non c'è modo di operare questa scelta, salvo poi utilizzare una tabella per determinare che si tratta di un marauder. Ma a ben vedere quel tipo di analisi porterebbe a stabilire che tutti i serial killer sono stanziali e dunque non ha granché valore.

Possiamo però assumere la stanzialità come ipotesi di lavoro e proseguire la lettura del libro, ben consci dei limiti che essa avrà se la nostra ipotesi dovesse risultare falsa.

Per quanto riguarda l'ipotesi dell'uso dell'autostrada la ritengo molto verosimile. Ci sono posti notoriamente frequentati dalle coppiette che nonn sono mai stati neppure sfiorati: Monte Morello in primis, Vincigliata e altri. In effetti uno schema geografico è innegabile. Ovviamente la spiegazione per questo schema può essere del tutto opinabile, ma a me per il momento mi convince abbastanza. Soprattutto alla luce dell'analisi delle distanze temporali' (quelle chilometriche sono fuorvianti.

Il limite maggiore che ravviso in questa analisi (a meno che non affronti l'argomento successivamente) è che è stata stabilita implicitamente un'ipotesi piuttosto pesante, che è quella che il killer non abbia mai trasferito la propria base in tutti gli anni coperti dalla vicenda.

Per il resto, ripeto, il libro ha il pregio di cercare la maggior linearità possibile cercando di limitare al minimo indispensabile l'uso di ipotesi non suffragate dai fatti.

Comunque una collocazione nel Mugello darebbe la possibilità di una ricostruzione del delitto degli Scopeti e della vicenda della lettera alla Della Monica, davvero molto semplice e lineare, senza dover ipotizzare assurdi spostamenti notturni dalla debole logica e senza dover ipotizzare una difficile premeditazione.

Ciao a tutti
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1940

MessaggioInviato: Mer Giu 14, 2017 8:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
L'idea che il MdF conoscesse la Pettini non mi sembra invece peregrina, anzi


Leggendo il libro di Vaerio Scrivo mi è "venuta" questa riflessione che vi voglio brevemente spiegare.

Per chi lo ha letto o chi conosce il libro sa che l'ipotesi è mdf stanziale e del Mugello, anzi proprio un vicino di casa della Pettini.
Io non ci credo e però, queste ipotesi che lo scrittore ha avanzato mi hanno fatto pensare che l'unico delitto per cui non ci sono colpevoli ufficialmente condannati dalla giustizia è proprio quello del 1974 Gentilcore-Pettini. È il delitto di cui purtroppo sappiamo meno di tutti. Ma forse è quello che più di tutti può dirci qualcosa sull'idemtita del Mostro di Firenze.

È forse il primo,( se ipotizziamo che Signa sia depistaggio , ma io non ci credo) ma anche se fosse il secondo è un delitto praticamente avulso dagli altri sopratutto in termini temporali. Passano 7 anni prima di quelli seriali dal 1981 al 1985, e piu di 11 dall'ultimo.
Abbiamo la vittima femminile con molte coltellate, una cosa anomala, perchè non lo ha più rifatto. Abbiamo il tralcio di vite, che abbozza ad una specie di penetrazione, anche quella mai più ripetuta.
E se veramente la Pettini conoscesse il suo carnefice? Nel 74 di sicuro gli investigatori non immaginavano nemmeno lontanamemte cosa era un serial killer e di sicuro non hanno approfondito questa pista , ma per quel che risulta nemmeno dopo furono fatte investigazioni per capire se la Pettini avesse in qualche modo potuto incrociare la sua vita con quella del mdf .. Forse non lo sapremo mai
Ma di certo se volessero su questo caso le investigazioni potrebbero aprirle anche ufficialmente perchè di fatto il duplice delitto è senza alcun colpevole.

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Killer***



Registrato: 20/02/12 17:23
Messaggi: 883

MessaggioInviato: Mer Giu 14, 2017 9:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

La Pettini poteva senz'altro conoscerla, ma "a modo suo".
Poteva essere un vicino di casa ma anche un semplice sconosciuto che la incrociava sempre alla fermata del bus e che solo nel suo cervello sia maturata una relazione.
Magari basata su un semplice saluto di educazione.

Facendo viaggiare la fantasia, nel 68 la voglia di potere e di comandare, magari a seguito del rifiuto della Locci che sapeva "disponibile con tutti".
Nel 74 la disperazione e conseguente violenza esplosiva causata dalla delusione, forse aveva idealizzato in modo fanciullesco la Pettini.
Forse lei ha detto qualcosa, l'ha ridicolizzato durante l'aggressione.
Forse la viveva un po' come il suo "ultimo treno" per una relazione normale/pura.
Poi periodo per metabolizzare e decidere che sì, se quello è il tipo di rapporto che il destino ha voluto per lui, continuerà a quel modo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
sinclair



Registrato: 18/12/12 18:21
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio Giu 15, 2017 1:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Premetto che non letto il libro di Scrivo, ma ho ascoltato molti suoi interventi radiofonici in cui illustra la sua teroia. Però c'è una cosa che non capisco. Lui si concentra molto sul 1974 quasi fosse il battesimo del fuoco, però considera Signa opera del mdf . Ora, Seguendo una metodologia strettamente criminologica come fa Scrivo ciò dovrebbe significare che il mdf almeno nel 1968 è ha Signa, o perché ci vive o perché ci lavora. Se commette lì il suo primo omicidio è altamente probabile, per le stesse ragioni che lui adduce su Borgo, che l'assassino abitasse proprio a Signa. Ed è sulla Locci che fantastica ancor prima che sulla Pettini sette anni dopo. Ed è la Locci che ben conosce, compresi tutti i sardi che le ronzano attorno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Killer***



Registrato: 20/02/12 17:23
Messaggi: 883

MessaggioInviato: Gio Giu 15, 2017 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

sinclair ha scritto:
Se commette lì il suo primo omicidio è altamente probabile, per le stesse ragioni che lui adduce su Borgo, che l'assassino abitasse proprio a Signa. Ed è sulla Locci che fantastica ancor prima che sulla Pettini sette anni dopo. Ed è la Locci che ben conosce, compresi tutti i sardi che le ronzano attorno.


ma perché dovrebbe conoscere i sardi che le ronzano attorno?
e anche se li conoscesse di fama?
il problema sta tutto nell'aver beccato come prima vittima una che interagiva con moltissimi uomini e questo rende difficile identificarne uno tra tanti.
e potrebbe essere sbagliato pure partire dal presupposto che la conoscesse.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
sinclair



Registrato: 18/12/12 18:21
Messaggi: 30

MessaggioInviato: Gio Giu 15, 2017 6:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
e potrebbe essere sbagliato pure partire dal presupposto che la conoscesse


Non se si segue alla lettera il punto di vista di Scrivo e qui si discute dell'ipotesi di Scrivo. Secondo lui il sk conosceva la Pettini e ne condivideva l'ambiente, il territorio, etc. Come statisticamente avviene per molti sk alle prime armi. E mi sta bene, nel senso che è un'ipotesi suffragata da una certa ricorrenza statistica.

Solo che per Scrivo la Pettini non fu la prima vittima del mdf, perchè per lui Signa non è da addebitarsi ai sardi.

Allora però ne deriva da un punto di vista criminologico che tanto più il sk doveva conoscere Barbara Locci in quanto prima vittima della serie. Insomma, se ha seguito, fantasticato, spiato la Pettini che è la seconda vittima, tanto più lo avrà fatto per la Locci che era la prima. Non è che uno (mi riferisco a Scrivo) fa il criminologo a corrente alternata e sceglie un approccio solo per il 1974 e non per il 1968.

Citazione:
ma perché dovrebbe conoscere i sardi che le ronzano attorno?

Il mio non era un dogma di fede. Lasciamo correre la fantasia: tu stesso dici che forse si è visto rifiutato e "La sapeva disponibile con tutti" tranne che con lui. Per avere queste informazioni doveva averla avvicinata, seguita e quindi è possibile che fosse venuto a conoscenza anche dei sardi che incrociavano le loro esistenze con quelle della Locci. Tanto più se il nostro uomo era di Signa che non è propriamente New York.
Top
Profilo Invia messaggio privato
H. Hoffmann



Registrato: 09/09/15 00:20
Messaggi: 69

MessaggioInviato: Gio Giu 15, 2017 9:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non ho ancora letto il libro di Scrivo, ho sentito delle interviste ma a dire il vero non si capisce molto il suo pensiero.

Se Scrivo afferma che Signa non fu opera dei sardi, come spiega le peripezie di Natalino, il fatto che si sia salvato ed il suo arrivo dal De Felice?
Top
Profilo Invia messaggio privato
LucaM



Registrato: 12/05/17 10:54
Messaggi: 50

MessaggioInviato: Ven Giu 16, 2017 7:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Se il killer del '74 ha ucciso la anche Barbara Locci e se abitava a Lastra a Signa, allora molto probabilmente la conosceva, almeno nella forma specificata da Killer***. Infatti lei aveva un soprannome nella zona, la chiamavano l'Ape Regina. E giustamente si è fatto notare che proprio questa sua 'socialità' esuberante pone dei problemi all'identificazione del mostro.
Resta il fatto che se non si fosse trattato della perizia balistica che lega tutti gli omicidi, il delitto del '68 probabilmente non sarebbe stato attribuito al mostro, se non altro per l'inversione totale dei sentimenti del killer nei riguardi della donna: lo scempio del corpo della povera vittima negli altri sette delitti, la pietà di chi la ricompone cercando di coprirne la nudità in questo delitto. Due atteggiamenti totalmente all'opposto dello spettro affettivo dell'essere umano. O no?... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Totoro



Registrato: 30/04/14 10:24
Messaggi: 4425
Residenza: Senza fissa dimora

MessaggioInviato: Ven Giu 16, 2017 10:48 am    Oggetto: Rispondi citando

LucaM
Citazione:
Infatti lei [Barbara Locci NdT] aveva un soprannome nella zona, la chiamavano l'Ape Regina.
Mi permetto di intervenire giusto per questo: ma è vera questa cosa? Cioè, a parte i Vinci/Barranca, tutta gente coinvolta in prima persona nel delitto di Signa (e che quindi poteva avere un qualche interesse, a seconda del coinvolgimento/responsabilità nel delitto, nel sostenere certe verità), esistono testimonianze esterne che affermano che in effetti Barbara Locci fosse una donna 'facile'?
Scusate ma, sicuramente sbagliando, tendo solitamente a mettere in dubbio proprio le info che si danno storicamente per scontate.
Tot.

_________________
'Le Ombre non sono meno importanti della Luce'

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
LucaM



Registrato: 12/05/17 10:54
Messaggi: 50

MessaggioInviato: Ven Giu 16, 2017 12:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Totoro ha scritto:
LucaM
Citazione:
Infatti lei [Barbara Locci NdT] aveva un soprannome nella zona, la chiamavano l'Ape Regina.
Mi permetto di intervenire giusto per questo: ma è vera questa cosa? Cioè, a parte i Vinci/Barranca, tutta gente coinvolta in prima persona nel delitto di Signa (e che quindi poteva avere un qualche interesse, a seconda del coinvolgimento/responsabilità nel delitto, nel sostenere certe verità), esistono testimonianze esterne che affermano che in effetti Barbara Locci fosse una donna 'facile'?
Scusate ma, sicuramente sbagliando, tendo solitamente a mettere in dubbio proprio le info che si danno storicamente per scontate.
Tot.


Fai bene a mettere in dubbio. Io ho controllato il rapporto del Brigadiere Matassino del NIC di Firenze

" [...]
(Mele) dichiara di andare d'accordo con la moglie nonostante la differenza di età e nonostante fosse a conoscenza che la moglie stessa ha sempre un amante fisso . -In proposito fornisce anzi alcuni nomi dei presunti amanti:-Vinci Giovanni, Vinci Salvatore, Vinci Francesco e per ultimo l'"Enrico" della Giulietta Bianca.[...] nomina il Lo Bianco ed un tale "Virgilio",[...],affermando che anche questi è stato amante della moglie circa un anno prima.[...]

Casamento Ignazio, datore di lavoro del Mele,[...] afferma di avere appreso da voci comuni che la moglie del Mele si concede molto facilmente.

Vinci Francesco, precedentemente incriminato e poi scagionato, durante un colloquio ha accennato ad altri amanti della moglie[...] si viene in possesso dei sottonotati nominativi
D.F. (nel rapporto ci sono i nomi per esteso. Tutti negano di essere stati amanti)
C.G.
F.P.
[...]"


Come vedi la cosa era nota anche al datore di lavoro di Mele ch, Ignazio Casamento, che parla peraltro di "voci comuni" .
Trattandosi comunque del movente dell'omicidio, suppongo che la cosa sia stata verificata dagli investigatori.
Ci sono sicuramente altre fonti, non ultimi gli articoli di giornale dell'epoca che trattarono l'omicidio.

Insomma, non credo che la cosa sia da mettere troppo in dubbio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Claudio



Registrato: 14/04/15 20:39
Messaggi: 480

MessaggioInviato: Ven Giu 16, 2017 3:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sapete suggerirmi un modo semplice per acquistare il cartaceo di Scrivo ?

_________________
Quid leges sine moribus vanae proficiunt
Top
Profilo Invia messaggio privato
Killer***



Registrato: 20/02/12 17:23
Messaggi: 883

MessaggioInviato: Ven Giu 16, 2017 3:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

se vuoi la versione più aggiornata e corretta devi prenderla digitale su Amazon che io sappia

comunque può averla rivestita dopo essersi accorto della presenza del bambino

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Le ipotesi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 6 di 8

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.123