Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Martina e Alexander - La coppia dell'acido
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Delitti e misteri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ago 21, 2017 12:49 am    Oggetto: Ads

Top
viracocha



Registrato: 14/01/13 12:58
Messaggi: 504

MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 12:36 am    Oggetto: Martina e Alexander - La coppia dell'acido Rispondi citando

Sicuramente avrete sentito parlare di questo caso. Mi sembrava strano che non se ne fosse ancora parlato qui nel forum.. quindi ho pensato di proporlo alla vostra attenzione. Per fortuna non è morto nessuno (forse davvero, solo "per fortuna"), ma trovo che l'assurdità e la brutalità delle azioni di questi giovani le rendano quasi peggiori di certi omicidi..
Citazione:
La "futilità è il tragico filo conduttore di tutta questa storia". Così come ciò "che atterrisce" è la "sproporzione" fra gli atti compiuti nei confronti delle vittime, "definitivi e mutilanti", e l'assurdo "patto d'amore dei due protagonisti". In questo modo il gip milanese Giuseppe Gennari riassume il quadro sconcertante che emerge dal nuovo capitolo dell'inchiesta sulla cosiddetta 'coppia diabolica' formata dalla bocconiana Martina Levato e dal broker Alexander Boettcher, che hanno mostrato una pericolosità anche maggiore di "mafiosi e 'ndranghetisti".

I due, in carcere dallo scorso 28 dicembre per aver sfigurato con l'acido il 22enne P.B., hanno ricevuto a San Vittore, assieme al presunto complice - il bancario Andrea Magnani, arrestato qualche settimana dopo - una nuova ordinanza di custodia cautelare. E con un'accusa pesantissima, l'associazione per delinquere, assieme a una lunga lista di imputazioni per una serie di altre aggressioni già venute a galla nel corso dell'indagine:
- quella del 2 novembre scorso ai danni del 25enne S.S., sfregiato per uno scambio di persona, e
- quella di metà novembre nei confronti di G.C., vero obiettivo, che riuscì però a salvarsi. Se non fossero stati fermati, avrebbero proseguito. Avevano già un elenco di altri 5 obiettivi da colpire.

Nelle carte vengono ricostruiti i "piani di azione" della coppia per "punire" con l'acido "tutti i ragazzi con i quali" la studentessa "aveva avuto precedenti rapporti di tipo sessuale o anche semplici effusioni". La ragazza e il suo amante avevano anche acquistato "fucili a vernice, al fine di migliorare la capacità offensiva e la precisione nel colpire il volto delle vittime". Evidentemente, si legge negli atti, "colpire il viso delle vittime serve a cancellare la loro identità e quindi a cancellarle dalla vita di Martina Levato".
[La Repubblica]


DICEMBRE - PIETRO
Tutto comincia da qui: via Giulio Carcano, zona Cermenate, civico 14. Sono le 17.45 del 28 dicembre. Pietro Barbini, 22 anni, tornato a Milano per le vacanze di Natale, cerca invano sul citofono il nome di una ditta di spedizioni, la BDG. Una ditta che non esiste.
Eppure da tre giorni gli arrivano telefonate con uno strano prefisso, 0011, fatte da una voce maschile dalla caratteristica «r» moscia, che ripete «Dobbiamo consegnarle un pacco regalo arrivato da Parigi», «Il suo pacco è in giacenza, non possiamo tenerlo più qui». Alla fine Pietro ha ceduto e ha preso appuntamento per le 18, in via Carcano. Il padre Gherardo ha voluto accompagnarlo.

LA TRAPPOLA
Mentre cerca il nome sul citofono, all’improvviso Pietro Barbini si trova alle spalle due persone incappucciate, un uomo e una donna bionda (poi si scoprirà che indossa una parrucca rossiccia). Il padre, come risulta da un verbale integrativo depositato l’8 gennaio, vede i due che attraversano la strada: la ragazza regge con cautela due recipienti, forse due bottiglie di plastica tagliate, contenenti acido muriatico. Probabilmente indossa dei guanti. Pietro si volta e la ragazza gli lancia addosso i recipienti, mentre il compagno le dà una spinta e la incita. Pietro, raggiunto in pieno viso dall’acido, urla, si toglie giubbotto e maglione, nel panico grida «papà scappa, papà scappa, sono pazzi», poi inizia a correre.
Una fuga a perdifiato, sul marciapiede, lungo la via che a quell’ora è buia e quasi deserta. L’uomo lo insegue stringendo nella mano sinistra un martello da cantiere. Martina intanto fugge sull’auto del terzo complice, Andrea Magnani, 32 anni, compagno di allenamenti di Alexander. Le telecamere inquadrano Magnani mentre corre avanti e indietro con la sua giacca gialla.

FUGA E REAZIONE
Pietro corre per 150 metri, si volta e blocca il suo aggressore con una mossa di judo, lo tiene fermo. Nel frattempo arrivano in suo aiuto il padre e un passante, poi la prima volante della polizia. Passano almeno 4-5 minuti prima che il ragazzo entri in un bar a sciacquarsi il viso e arrivi l’ambulanza. L’acido ha così il tempo di penetrare in profondità nei tessuti: pochi minuti fanno una grande differenza. Pietro finisce all’ospedale Niguarda in condizioni drammatiche. Nei giorni seguenti viene sottoposto a due interventi chirurgici: i medici tentano di salvargli l’occhio destro e di ricostruire per quanto possibile il viso. L’azione devastante dell’acido non si ferma. Ha colpito «la fronte, le palpebre, entrambe le guance, il mento ed il naso». Pietro rimarrà sfregiato per sempre. Al Parini, raccontano gli amici, era considerato «il più bello della scuola».

LE INDAGINI
I poliziotti confrontano i cellulari di Pietro e Alexander. L’unico punto di contatto è Martina Levato. «Lei ha mai sentito parlare di una certa Martina Levato?», chiede un agente a Gherardo. Lui riflette un attimo e risponde: «Sì, credo sia una vecchia compagna di scuola di Pietro». È la prima svolta.

MARTINA
Martina Levato, 23 anni, studentessa alla Bocconi, viene trovata a casa dei genitori, entrambi insegnanti di matematica, a Bollate, intorno alle 3 di notte. Alla domanda su dove si trovasse al momento dell'aggressione risponderà di essere stata "a casa di un amico". L’amico, Andrea Magnani - che poi sarà arrestato per concorso in lesioni - la smentisce: «Alle 18.30-18.45 mi sono svegliato a causa dello squillo del citofono, ho risposto ed era tale Martina, fidanzata di un mio conoscente di nome Alexander Boettcher. La ragazza era molto agitata e scossa, mi ha detto di essere venuta da me perché non riusciva a contattare il fidanzato... Quando si è presentata da me aveva il cappuccio calzato in testa, era molto sciupata in viso e sembrava avesse pianto». Martina, arrestata, difende il suo amante: «Alexander non c’entra niente, la responsabilità è tutta e soltanto mia».
In carcere, Martina sembra a tutti molto distante. Gli psichiatri, nella visita a metà pomeriggio del 30 dicembre, notano i segni di uno stato che nel linguaggio medico si definisce «coartazione emotiva».
Ha un piccolo segno sulla guancia, quasi coperto dai lunghi capelli scuri. Sembra un tatuaggio. In realtà è una cicatrice, lasciata da un’incisione. A guardarla con attenzione, è una lettera. Una «A». Poi si scoprirà che Martina è incinta, di Alexander.

LA RELAZIONE
I due si conoscono da circa un anno e mezzo. Lui la pretende legata a sé ma al tempo stesso seduce apertamente altre ragazze, e lei per ripicca frequenta altri uomini.
Nell'estate 2013, durante una vacanza, Martina ha un rapporto consenziente con Antonio M., un altro studente della Bocconi. Poi racconterà al compagno Alexander che Antonio ha cercato di violentarla e che va «punito» con l’evirazione.
Nell’autunno seguente la ragazza ha un incontro intimo con Pietro Barbini, suo ex compagno di liceo.

LE CHAT CON PIETRO
Agli atti dell’inchiesta, i messaggi WhatsApp tra Pietro e Martina iniziano poco dopo, il 18 marzo 2014. Il tono è complice, i ragazzi si scambiano foto più o meno intime e scherzano.
Già a fine aprile Martina si mostra però improvvisamente fredda, distante. Pietro è invece sempre uguale. Il 9 giugno Martina si fa viva all’improvviso, e le sue parole sono cariche di mortificazione e risentimento contro Pietro, che non ha fatto niente.

ALEXANDER
Alexander David Giulio Boettcher, 30 anni, è il compagno di Martina. Le sue iniziali, a parte la A, sono BDG: la sigla dell’inesistente ditta di spedizioni.
Da sette anni Alexander è sposato con Gorana Bulog, ex modella croata conosciuta da giovanissimo.

Con Martina si vede in un loft dove i poliziotti trovano, tra le altre cose un bisturi chirurgico e una bottiglia di cloroformio. Gli chiedono: «E con questa roba che ci fai?». Lui spiega: «Alcune donne mi chiedono di incidere sul loro corpo le mie iniziali». Un marchio.
Tra la primavera e l’estate del 2013, Alexander incontra Martina Levato. In contemporanea, inizia una serie di cambiamenti: l’ossessione nuova per il fisico, anabolizzanti, esercizi di palestra per gonfiare i muscoli, tatuaggi che simulano ferite aperte. «Era diventato irascibile, aveva forti sbalzi di umore, cambiato di aspetto, a casa c’era e non c’era, non lo riconoscevo più», racconta la madre.

LA PERQUISIZIONE
Nel loft in cui si incontravano i due amanti vengono trovate anche sei bottiglie di acido muriatico e alcuni coltelli. Alexander si difende dando tutte le colpe alla sua amante: «Faceva di tutto per tenermi aggrappato in esclusiva a lei, insisteva che dormissi fuori casa, esercitava un’attrazione che mi rendeva ancora più insicuro». Ai poliziotti delle Volanti dopo l’arresto dice di essere stato all’oscuro del progetto di Martina, di essere arrivato poco dopo, di avere avuto con sé il martello perché fa «piccoli lavori» nei suoi appartamenti. Il padre di Pietro, però, l’ha visto spingere e incitare Martina a lanciare l’acido.
Boettcher racconta così il rapporto: Martina forte, lui debole.

IL DELIRIO DI ONNIPOTENZA
Boettcher, come si vede dalle chat con Martina, in realtà è meno preso di quanto lo sia lei, incontra altre donne, ma incentiva e forse pretende dalla partner una sottomissione esclusiva.
Il 25 giugno Pietro cerca di convincere l’amica a lasciar perdere Alex. Tentativi (vani) di scuotere la ragazza, farla tornare in sé. Ma lei è ormai altrove. Il 20 maggio ha tentato di evirare Antonio M., lo studente della Bocconi con cui aveva avuto un incontro intimo a Gallipoli, dicendo ad Alexander «lo devo punire perché mi ha violentato». E durante l’estate tenta il suicidio, [CENSORED] ndo pastiglie di «Tavor», perché soffre la lontananza da Alexander.

IN AULA
Il processo a Martina Levato e Alexander Boettcher inizia mercoledì 8 gennaio davanti al Collegio della nona sezione penale di Milano, a porte chiuse. Subito, con lo sguardo, cerca Alex, che sta nella «gabbia» dall’altra parte della stanza. Solo muovendo le labbra, in modo marcato perché sia comprensibile oltre i sei, sette metri di distanza, più volte gli dice: «Ti amo». E Boettcher una volta, quasi di sfuggita, risponde: «Mi manchi».

LE ACCUSE
Nell’udienza i giudici accolgono la nuova ordinanza di custodia cautelare e il pm cambia il reato da lesioni gravi a lesioni gravissime: prevista una pena di oltre 12 anni, che con le aggravanti potrebbe arrivare a 16 anni. Nel nuovo capo d’imputazione il pm ha sottolineato anche la «costante presenza dell’intento criminoso nell’animo dei due imputati», i quali avrebbero realizzato l’aggressione «dopo un apprezzabile intervallo di tempo dalla decisione di colpire la vittima». Da qui l’aggravante della premeditazione.

    LE ALTRE VITTIME:

GIULIANO C.
Viene convocato dalla polizia Giuliano C., un giovane fotografo contro cui due persone travisate con parrucche e sciarpe avevano lanciato dell’acido, senza riuscire a colpirlo perché si era difeso con l’ombrello aperto, il 15 novembre in via Nino Bixio. Gli inquirenti affermano di avere in mano elementi per ipotizzare che l’aggressione sia stata commessa dalla coppia.

ANTONIO M.
Martina è stata accusata formalmente anche di lesioni aggravate dalla premeditazione per aver tentato di evirare il 20 maggio 2014 Antonio M., lo studente della Bocconi che aveva avuto una relazione con lei. I due ragazzi si appartarono in macchina prima nei pressi dell’università, vicino a parco Ravizza, e poi nel parcheggio di un hotel in via Lampedusa. Martina ad un certo punto invitò il ragazzo a chiudere gli occhi per «una sorpresa» e prese un coltello nascosto in macchina. Il ragazzo aprì gli occhi in tempo e riuscì a fermare Martina, ma riportò comunque ferite alla mano e alla coscia.

STEFANO S.
A Martina e Alexander viene poi ricondotta anche l’aggressione a un altro giovane, avvenuta ai primi di novembre 2014. La vittima è Stefano Savi, studente di Economia all’Università Bicocca di Milano sfregiato nella notte tra l’1 e il 2 novembre.
Elementi a carico della coppia per l’aggressione a Savi sarebbero emersi anche dalle dichiarazioni di Andrea Magnani, il complice.
Savi fu aggredito una domenica mattina alle 5.30, di ritorno dalla discoteca. Lo studente, incensurato, aveva detto di non conoscere nessuno che per qualche motivo potesse compiere un atto simile nei suoi confronti.
I ragazzi avrebbero seguito Stefano dalla discoteca, ma per una svista, l'avrebbero scambiato per Giuliano C..


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



ULTIMI AGGIORNAMENTI
Citazione:
Milano, 28 aprile 2015 - Nuova udienza in Tribunale per la 'coppia dell'acido'. Martina Levato, la bocconiana accusata assieme al suo amante Alexander Boettcher e al presunto complice Andrea Magnani di una serie di aggressioni con l'acido, ha revocato il mandato difensivo ai suoi legali e ha nominato un nuovo difensore. Da quanto si è saputo, la scelta potrebbe essere dettata anche dalla volontà della ragazza di 'ammorbidire' la linea difensiva e circola anche l'ipotesi di un eventuale risarcimento a favore della vittima, Pietro Barbini, che potrebbe alleggerire la posizione della giovane, incinta di 6 mesi.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
mazzzulatoro



Registrato: 26/12/09 16:39
Messaggi: 889
Residenza: Perugia

MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 1:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Hai fatto bene a ricordare il caso ma qua c'è poco da scoprire questi qua sono due balordi da ergastolare e se possibile buttare la chiave.C'è solo da stabilire in quale carcere fargli scontare l'ergastolo e che tipo di lavori forzati fargli fare.
Sono d'accordo con il pm quando li pone al primo posto nella classifica della malvagità,a mio avviso ,correggetemi pure se mi sbaglio,questi due individui sono coloro che meritano largamente la pena peggiore tra tutti i personaggi citati in questo forum negli ultimi anni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Psi



Registrato: 14/12/14 10:49
Messaggi: 94

MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 1:47 am    Oggetto: Rispondi citando

Quel povero ragazzo colpito dall'acido mi fa una pena incredibile, è davvero una vittima casuale e innocente. Quando si dice la sfortuna di incappare in persone con disturbi mentali...
Io sarei proprio curiosa di leggere la perizia psichiatrica che di sicuro hanno fatto o faranno. C'è sicuramente la premeditazione, e la reiterazione dimostra un intento di far male al prossimo davvero forte, ma sono assolutamente certa che un comportamento del genere si basi su importanti turbe psichiche.
Inutile dire che la ragazza rappresenta probabilmente un grande pericolo per le persone che ha intorno. Ho dubbi sul ragazzo, preso singolarmente. Essendo lei incinta, immagino che la sua detenzione sarà brevissima. Vorrei sapere in che modo lo stato tenterà di renderla inoffensiva.
A me tutta questa storia puzza di disturbo psicotico condiviso... con accenni di sindrome di Munchausen da parte di lei (i finti stupri raccontati...). Una storia impressionante, davvero.
Top
Profilo Invia messaggio privato
viracocha



Registrato: 14/01/13 12:58
Messaggi: 504

MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 2:17 am    Oggetto: Rispondi citando

Invece a me pare lui quello "più pericoloso".. d'altronde è Martina che ha una A incisa sulla guancia (e su una coscia, se non sbaglio).

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
LebbraDelSabatoSera



Registrato: 01/07/13 16:33
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 11:16 am    Oggetto: Rispondi citando

sembra un classico caso di "folie a deux"... ma il terzo complice? Capisco il legame pazzoide nella coppia, ma come entra in questo quadro l'altro? Con che tornaconto (la coppia aveva almeno una "motivazione", per quanto assolutamente folle)?
Top
Profilo Invia messaggio privato
vaniglia



Registrato: 09/06/13 18:17
Messaggi: 917

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 12:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

LebbraDelSabatoSera ha scritto:
sembra un classico caso di "folie a deux"... ma il terzo complice? Capisco il legame pazzoide nella coppia, ma come entra in questo quadro l'altro? Con che tornaconto (la coppia aveva almeno una "motivazione", per quanto assolutamente folle)?



Forse era invaghito di Martina e sperava assecondandola di riuscire un giorno a fare breccia nel suo cuore.

Magari per poi non finire sfregiato dall'acido come i suoi precedenti spasimanti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silvialaura



Registrato: 27/06/11 10:25
Messaggi: 14054

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 12:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

mazzzulatoro ha scritto:
Hai fatto bene a ricordare il caso ma qua c'è poco da scoprire

Mah, ci sono stati casi in cui due 'fidanzatini' + uno che c'entrava poco e niente sono stati accusati di aver ammazzato qualcuno per futili motivi e si disse che la cosa era psicologicamente inverosimile. A quanto pare non lo è.

Citazione:
Sono d'accordo con il pm quando li pone al primo posto nella classifica della malvagità,a mio avviso ,correggetemi pure se mi sbaglio,questi due individui sono coloro che meritano largamente la pena peggiore tra tutti i personaggi citati in questo forum negli ultimi anni.

No Confused. Questo forum è tuttora intitolato al Mostro di Firenze, e oltre all'ospite principale contiene anche di peggio.

_________________
<i>"Ma che date i numeri al lotto, qui son tutti grulli da manicomio!"</i>
Top
Profilo Invia messaggio privato
Chiara



Registrato: 25/12/13 22:04
Messaggi: 2089

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 12:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

vaniglia ha scritto:
LebbraDelSabatoSera ha scritto:
sembra un classico caso di "folie a deux"... ma il terzo complice? Capisco il legame pazzoide nella coppia, ma come entra in questo quadro l'altro? Con che tornaconto (la coppia aveva almeno una "motivazione", per quanto assolutamente folle)?



Forse era invaghito di Martina e sperava assecondandola di riuscire un giorno a fare breccia nel suo cuore.



o forse di Alexander...e la breccia c'era già stata, nel cuore o meno... Rolling Eyes

_________________

Va in fumo solo ciò che brucia
Top
Profilo Invia messaggio privato
vaniglia



Registrato: 09/06/13 18:17
Messaggi: 917

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 12:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Chiara ha scritto:
vaniglia ha scritto:
LebbraDelSabatoSera ha scritto:
sembra un classico caso di "folie a deux"... ma il terzo complice? Capisco il legame pazzoide nella coppia, ma come entra in questo quadro l'altro? Con che tornaconto (la coppia aveva almeno una "motivazione", per quanto assolutamente folle)?



Forse era invaghito di Martina e sperava assecondandola di riuscire un giorno a fare breccia nel suo cuore.



o forse di Alexander...e la breccia c'era già stata, nel cuore o meno... Rolling Eyes


Giusto! Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Totoro



Registrato: 30/04/14 10:24
Messaggi: 4425
Residenza: Senza fissa dimora

MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 2:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Mmmhhh...
Ho seguito questo caso sui media, ma non c'ho capito veramente niente.
Mi sembra tutto così assurdo.
Alla fine, punire gli 'ex-fidanzati', oppure 'ex-partner', ma che movente è?
Poi, il tizio quasi-evirato, non aveva sporto denuncia?
Ma anche la 'A', a mò di marchio, e l'affermazione dello stallone croato «Alcune donne mi chiedono di incidere sul loro corpo le mie iniziali». Ma figurati!
Ed anche, processo iniziato a Gennaio ed ancora in corso, insomma, a parte tutto, non dovrebbe volerci così tanto tempo, no?
Sono perplesso.
Tot.

_________________
'Le Ombre non sono meno importanti della Luce'

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Valmont
Ospite





MessaggioInviato: Gio Apr 30, 2015 11:08 pm    Oggetto: Rispondi citando Modifica/Cancella messaggio

Totoro ha scritto:

Ed anche, processo iniziato a Gennaio ed ancora in corso, insomma, a parte tutto, non dovrebbe volerci così tanto tempo, no?
Sono perplesso.
Tot.

Caro Totoro, sei troppo ottimista sui tempi della giustizia italiana (o pessimista, perché anche la fretta è una brutta cosa quando si parla di giustizia).

La prima udienza serve solo per calendarizzate le successive e fare le formalità, Una perizia prende tre mesi, in un'udienza spesso si sentono solo uno o due testi...
Ci vorrà almeno un anno.
Top
mazzzulatoro



Registrato: 26/12/09 16:39
Messaggi: 889
Residenza: Perugia

MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 8:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Sono d'accordo con il pm quando li pone al primo posto nella classifica della malvagità,a mio avviso ,correggetemi pure se mi sbaglio,questi due individui sono coloro che meritano largamente la pena peggiore tra tutti i personaggi citati in questo forum negli ultimi anni.

No Confused. Questo forum è tuttora intitolato al Mostro di Firenze, e oltre all'ospite principale contiene anche di peggio.[/quote]

L'ospite principale andrebbe distinto in verità....e se andiamo ad analizzare bene l'esecutore materiale era mosso da motivi economici assolutamente non futili;il secondo livello non aveva certo la malvagità di questi 2pazzi oggetto della discussione,semmai avevano turbe o deviazioni ma se ne potrebbe discutere per altri 31 anni.
Quanto ad altri personaggi trattati recentemente qua nel forum sinceramente non trovo nessuno che abbia una malvagità equiparabile a quella di questi 2 folli scatenati,anzi al confronto Amanda e cagnolino sono due agnellini,se pensiamo che c'era (e c'è ) chi voleva (e tuttora vorrebbe) condannarli a 20\25 anni mi chiedo allora a questi quanti ergastoli ci vorrebbero per essere equi.....
Top
Profilo Invia messaggio privato
Valmont
Ospite





MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 9:11 am    Oggetto: Rispondi citando Modifica/Cancella messaggio

Forse hanno anche serie turbe mentali.
Non hanno ucciso nessuno, le pene non saranno lievi ma non saranno nemmeno così pesanti come ti auguri, mazzulatoro. Da quel che so nemmeno il tentato omicidio (che credo gli sia contestato) è fondato. Restano lesioni gravissime, però reiterate in tre episodi (se non sbaglio). Uno di questi episodi (il tentativo di evirazione) non produsse danni, quindi resta un tentativo (diciamo due anni, va'). Un altro produsse lesioni di gravità medio-lieve e solo il terzo ai danni di Pietro Barbini produsse lesioni gravi o gravissime.
Per l'episodio Barbini il massimo è 12 anni. Per il secondo episodio 3 e per la tentata evirazione 2 anni. Siamo a 17 anni.
Se riconoscono il tentato omicidio naturalmente le pene salgono.

D'altra parte un parziale vizio di mente e l'incensuratezza possono attenuare le pene. In ogni caso siamo molto al di sotto di quanto auspicato, perché per fortuna sono stati fermati prima che uccidessero qualcuno. Forse vanno anche curati oltre che puniti. Menti psichiatriche del forum: sono da curare? Sono curabili?

(capisco mazzulatoro: è uno dei rari casi in cui non ho alcun sentimento di pietas per i colpevoli)
Top
redrose



Registrato: 27/12/11 19:26
Messaggi: 3428

MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 10:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Psi ha scritto:
Quel povero ragazzo colpito dall'acido mi fa una pena incredibile, è davvero una vittima casuale e innocente. Quando si dice la sfortuna di incappare in persone con disturbi mentali...


casuale no, ha avuto una storia con lei. come tutti gli altri.
domanda: questa ragazza era proprio "insospettabile"? cioè, nessuno dei suoi ex s'era accorto che era squilibrata?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Chiara



Registrato: 25/12/13 22:04
Messaggi: 2089

MessaggioInviato: Ven Mag 01, 2015 10:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Valmont ha scritto:

Per l'episodio Barbini il massimo è 12 anni. Per il secondo episodio 3 e per la tentata evirazione 2 anni. Siamo a 17 anni.
Se riconoscono il tentato omicidio naturalmente le pene salgono.


il conto finale torna (con la precisazione che il tentativo di evirazione ha prodotto lesioni: una ferita alla coscia ed uno alla mano, quindi potremmo anche essere oltre i 40 giorni di prognosi, lesioni gravi, quindi da 3 a 7 anni), ma tecnicamente gli episodi dovrebbero essere contestati "in continuazione" (81cp), ossia diversi reati esecutivi di un medesimo disegno criminoso, quindi la pena sarà determinata da quella per il reato più grave (lesioni gravissime, da 6 a 12 anni) aumentata sino al triplo; MA siccome c'è il limite della pena che sarebbe determinata sommando i singoli reati, si torna al conteggio che hai fatto (o a quello risultante dalla precisazione sul tentativo di evirazione, di cui sopra).
Il punto importante è che, per tale motivo, la pena potrebbe non cambiare nemmeno volendo riconoscere il tentato omicidio: per esso infatti la pena minima è sempre 12 anni, aumentato per la continuazione nei limiti suddetti; quindi applicando il minimo (verosimile) si torna al "conto della serva" che si è già fatto.

p.s. non dimentichiamo però di aggiungere l'associazione a delinquere, che potrebbe starci -

_________________

Va in fumo solo ciò che brucia
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Delitti e misteri Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Successivo
Pagina 1 di 8

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.164