Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il delitto de "Le Bartoline" (Calenzano) - 1981
Vai a 1, 2, 3 ... 69, 70, 71  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione generale
Precedente :: Successivo  

Perchè stavolta colpisce "fuori stagione" ?
Aveva "puntato" la coppia
28%
 28%  [ 45 ]
Era all'inizio della fase seriale ed aveva difficoltà nel "controllarsi"
21%
 21%  [ 34 ]
Per liberare Spalletti
49%
 49%  [ 78 ]
Voti Totali : 157

Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Ott 19, 2017 11:52 pm    Oggetto: Ads

Top
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Sab Dic 12, 2009 4:04 pm    Oggetto: Il delitto de "Le Bartoline" (Calenzano) - 1981 Rispondi citando

Il delitto de "Le Bartoline" - 1981


L'ultima modifica di Ale il Dom Feb 21, 2010 1:38 pm, modificato 5 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Dic 12, 2009 5:55 pm    Oggetto: Rispondi citando

l'unico elemento fuori posto è il periodo in cui avviene: ottbre. il fatto che abbia colpito di giovedì non è una anomalia, semplicemente perchè ha scelto comunque di uccidere prima di una giornata non lavorativa (l'indomani era venerdì, ma era anche sciopero generale).
Top
Profilo Invia messaggio privato
edantes



Registrato: 24/09/09 16:04
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Sab Dic 12, 2009 6:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Questo omicidio è quello che mi fa dubitare che Narducci sia l'esecutore materiale, perchè in quei giorni, ed è accertato, stava in America. Vero che poteva prendere l'aereo, venire ed uccidere,ma francamente mi sembra molto improbabile. (Rimango dell'idea che lui spaesse tutto)
Aggiungo a quello ke ha detto Dan, che questo omicidio è accompagnato dalla telefonata fatta alla zia di Susanna Cambi, e di questa telefonata ne abbiamo parlato in abbondanza nel topic specifico

_________________
Vivi cm se dovessi morire domani, pensa cm se nn dovessi mai morire
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Dic 12, 2009 8:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

la telefonata che si interruppe quasi subito e che arrivò in casa della zia di susanna cambi (presso la quale momentaneamente alloggiava la famiglia della vittma, in attesa di un trasferimento in una casa nuova di lì a pochi giorni dopo. notizia che era sconosciuta a chiunque fosse estraneo alla famiglia cambi), e arrivata prima che il duplice delitto di calenzano fosse scoperto, ha creato un certo mistero.

ma è troppo poco per collegare questo episodio all'assassino.

in primo luogo perchè non penso che susanna cambi avrebbe comunicato con tanta facilità, a chiunque, l'indirizzo dela sua momentanea residenza.

in secondo luogo, che motivo aveva l'assassino di telefonare (quand'anche, per assurdo, conosceva quelle informazioni riservate)?: rivendicare il delitto?.

non quadra.

oltretutto episodi simili non si sono verificati nel 1974, nel giugno '81 e neanche per i duplici delitti del 1982-1985 (o quantomeno fino all' '84, considerando che nell' '83 e nell' '85 le vittime erano straniere e abitavano in germania e in francia rispettivamente).
Top
Profilo Invia messaggio privato
segugio



Registrato: 23/02/09 15:02
Messaggi: 932

MessaggioInviato: Mar Dic 15, 2009 8:13 pm    Oggetto: Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Immagine della famosa impronta scarpone militare trovata sul luogo dell'omicidio.

Poichè il documentario di sky mescola immagini di repertorio a immagini della serie di Grimaldi, spero di non aver preso un altro granchio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
jj74



Registrato: 18/09/09 23:53
Messaggi: 998

MessaggioInviato: Mar Dic 15, 2009 8:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

segugio ha scritto:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Immagine della famosa impronta scarpone militare trovata sul luogo dell'omicidio.

Poichè il documentario di sky mescola immagini di repertorio a immagini della serie di Grimaldi, spero di non aver preso un altro granchio.


no quando l'ho vista mi sembrava anche a me tratta da un'immagine di repertorio Wink

_________________
That ragged, jagged melody she still clings to me like a leech
Top
Profilo Invia messaggio privato
trevanian



Registrato: 14/10/09 14:31
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Ven Dic 18, 2009 2:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Vorrei aprire questo mio commento deviando sul topic di De gothia che è stato chiuso e su cui non si può scrivere niente. Mi riferisco all'intervista di Fiasconaro al presunto tipo di Reggio Emilia che sarebbe stato accampato vicino al luogo del delitto di Travalle di Calenzano, che avrebbe sentito gli spari, che avrebbe visto mini accessoriata di lampeggianta ed ambulanza. Io, come sapete, sono di Calenzano, da casa mia al luogo del delitto ci posso arrivare a piedi in 10 minuti. Ma quala campeggiatore!!! Io avevo un anno all'epoca ed ero troppo impegnato a suggere latte da mia madre che studiare il mostro ( fra l'altro forse ho capito perchè mi sono invasato del caso e dopo voglio dirvelo... Very Happy Very Happy Shocked ), ma in 29 anni, non ho mai e dico mai visto alcun campeggiatore a Travalle, nè d'estate nè d'inverno. Il perchè è semplice: posto buissimo di sera, anche d'estate, tuttora; posto francamente bruttino per accamparsi, se non dietro il borghettino di Travalle ma a più di un chilometro dal luogo dell'omicidio, quindi impossibile sentire gli spari, al limite visibili la mini e l'ambulanza ma mi sembra strano; nei giorni precedenti e successivi all'omicidio, faceva un freddo boia, riguardatevi i giacconi che hanno gli inquirenti sul posto una volta rinvenuti i morti, e il tramontano che scuote gli alberi e i filari di vite, e soprattutto le previsioni del tempo su La Nazione di quei tempi...Pioggia, tempeste, freddo e ancora freddo. Ora, a meno che il nostro fantomatico amico di Reggio Emilia non fosse un alpinista e si stesse allenando ( in pianura??? ), beh, direi che è una baggianata bella e buona. Per quanto riguarda la storia inquietante sul mio freudiano interesse per il mostro, vi dico che qualche giorno fa, parlando con mia madre, gli chiesi se si ricordava di quel giorno, quando i morti furono scoperti. Ebbene, il racconto è questo, parole testuali:" me lo ricordo come se fosse ora...Ti stavo portando col passeggino giù per la discesina di piazza del comune ( per chi conosce Calenzano e un'uscita da piazza del comune in discesa che riporta sulla via principale ) e mi vedo venire incontro agitato e piangente il babbo di Corso ( corso è l'idraulico storico di Calenzano, suo padre si chiamava Bruno Corsini ed insieme ad un compagno di pensione coltivava il campo adiacente a dove furono trovati i morti ) che urlava che c'erano due morti ammazzati alle Bartoline...." Ma secondo voi come potevo non diventare un malato di questo caso? Nemmeno a farlo apposta! Cool Shocked Smile

_________________
NON POTEVO FAR FINTA DI NIENTE...LA GENTE MI MORIVA INTORNO. paolo borsellino
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Ven Dic 18, 2009 11:54 am    Oggetto: Rispondi citando

trevanian ha scritto:
" me lo ricordo come se fosse ora...Ti stavo portando col passeggino giù per la discesina di piazza del comune ( per chi conosce Calenzano e un'uscita da piazza del comune in discesa che riporta sulla via principale ) e mi vedo venire incontro agitato e piangente il babbo di Corso ( corso è l'idraulico storico di Calenzano, suo padre si chiamava Bruno Corsini ed insieme ad un compagno di pensione coltivava il campo adiacente a dove furono trovati i morti ) che urlava che c'erano due morti ammazzati alle Bartoline...."


mi colpiscono queste testimonianze dell'epoca. anche per ricostruire il clima in cui viveva la toscana durante gli anni in cui, annualmente, i delitti si susseguivano.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Devilock



Registrato: 11/09/09 17:58
Messaggi: 234

MessaggioInviato: Ven Dic 18, 2009 6:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

trevanian ha scritto:
Vorrei aprire questo mio commento deviando sul topic di De gothia che è stato chiuso e su cui non si può scrivere niente. Mi riferisco all'intervista di Fiasconaro al presunto tipo di Reggio Emilia che sarebbe stato accampato vicino al luogo del delitto di Travalle di Calenzano, che avrebbe sentito gli spari, che avrebbe visto mini accessoriata di lampeggianta ed ambulanza. Io, come sapete, sono di Calenzano, da casa mia al luogo del delitto ci posso arrivare a piedi in 10 minuti. Ma quala campeggiatore!!! Io avevo un anno all'epoca ed ero troppo impegnato a suggere latte da mia madre che studiare il mostro ( fra l'altro forse ho capito perchè mi sono invasato del caso e dopo voglio dirvelo... Very Happy Very Happy Shocked ), ma in 29 anni, non ho mai e dico mai visto alcun campeggiatore a Travalle, nè d'estate nè d'inverno. Il perchè è semplice: posto buissimo di sera, anche d'estate, tuttora; posto francamente bruttino per accamparsi, se non dietro il borghettino di Travalle ma a più di un chilometro dal luogo dell'omicidio, quindi impossibile sentire gli spari, al limite visibili la mini e l'ambulanza ma mi sembra strano; nei giorni precedenti e successivi all'omicidio, faceva un freddo boia, riguardatevi i giacconi che hanno gli inquirenti sul posto una volta rinvenuti i morti, e il tramontano che scuote gli alberi e i filari di vite, e soprattutto le previsioni del tempo su La Nazione di quei tempi...Pioggia, tempeste, freddo e ancora freddo. Ora, a meno che il nostro fantomatico amico di Reggio Emilia non fosse un alpinista e si stesse allenando ( in pianura??? ), beh, direi che è una baggianata bella e buona. Per quanto riguarda la storia inquietante sul mio freudiano interesse per il mostro, vi dico che qualche giorno fa, parlando con mia madre, gli chiesi se si ricordava di quel giorno, quando i morti furono scoperti. Ebbene, il racconto è questo, parole testuali:" me lo ricordo come se fosse ora...Ti stavo portando col passeggino giù per la discesina di piazza del comune ( per chi conosce Calenzano e un'uscita da piazza del comune in discesa che riporta sulla via principale ) e mi vedo venire incontro agitato e piangente il babbo di Corso ( corso è l'idraulico storico di Calenzano, suo padre si chiamava Bruno Corsini ed insieme ad un compagno di pensione coltivava il campo adiacente a dove furono trovati i morti ) che urlava che c'erano due morti ammazzati alle Bartoline...." Ma secondo voi come potevo non diventare un malato di questo caso? Nemmeno a farlo apposta! Cool Shocked Smile


Ciao Trevanian, vado un pò OT. Siccome il post "il ponte dimenticato" è stato chiuso, ne approfitto per rifarti una domanda: secondo il memoriale di pacciani il quadro sogno di fatascienza era stato da lui prelevato nel magazzino della fabbrica di lavorazione di gommapiuma di un certo Gazzeri (non so se sia il cognome reale o di convenienza), che era presa fuoco.
Si parla dei primi anni 80, io penso dopo il delitto delle bartoline. Sai dove era situata questa ditta? qualcun altro lo sa?
Top
Profilo Invia messaggio privato
trevanian



Registrato: 14/10/09 14:31
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Dom Dic 20, 2009 1:04 am    Oggetto: Rispondi citando

Non ne ho idea...mi informerò! Very Happy

_________________
NON POTEVO FAR FINTA DI NIENTE...LA GENTE MI MORIVA INTORNO. paolo borsellino
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
arkady renko



Registrato: 20/12/09 23:23
Messaggi: 319

MessaggioInviato: Dom Dic 27, 2009 3:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

trevanian ha scritto:
Vorrei aprire questo mio commento deviando sul topic di De gothia che è stato chiuso e su cui non si può scrivere niente. Mi riferisco all'intervista di Fiasconaro al presunto tipo di Reggio Emilia che sarebbe stato accampato vicino al luogo del delitto di Travalle di Calenzano, che avrebbe sentito gli spari, che avrebbe visto mini accessoriata di lampeggianta ed ambulanza. Io, come sapete, sono di Calenzano, da casa mia al luogo del delitto ci posso arrivare a piedi in 10 minuti. Ma quala campeggiatore!!! Io avevo un anno all'epoca ed ero troppo impegnato a suggere latte da mia madre che studiare il mostro ( fra l'altro forse ho capito perchè mi sono invasato del caso e dopo voglio dirvelo... Very Happy Very Happy Shocked ), ma in 29 anni, non ho mai e dico mai visto alcun campeggiatore a Travalle, nè d'estate nè d'inverno. Il perchè è semplice: posto buissimo di sera, anche d'estate, tuttora; posto francamente bruttino per accamparsi, se non dietro il borghettino di Travalle ma a più di un chilometro dal luogo dell'omicidio, quindi impossibile sentire gli spari, al limite visibili la mini e l'ambulanza ma mi sembra strano; nei giorni precedenti e successivi all'omicidio, faceva un freddo boia, riguardatevi i giacconi che hanno gli inquirenti sul posto una volta rinvenuti i morti, e il tramontano che scuote gli alberi e i filari di vite, e soprattutto le previsioni del tempo su La Nazione di quei tempi...Pioggia, tempeste, freddo e ancora freddo. Ora, a meno che il nostro fantomatico amico di Reggio Emilia non fosse un alpinista e si stesse allenando ( in pianura??? ), beh, direi che è una baggianata bella e buona. Per quanto riguarda la storia inquietante sul mio freudiano interesse per il mostro, vi dico che qualche giorno fa, parlando con mia madre, gli chiesi se si ricordava di quel giorno, quando i morti furono scoperti. Ebbene, il racconto è questo, parole testuali:" me lo ricordo come se fosse ora...Ti stavo portando col passeggino giù per la discesina di piazza del comune ( per chi conosce Calenzano e un'uscita da piazza del comune in discesa che riporta sulla via principale ) e mi vedo venire incontro agitato e piangente il babbo di Corso ( corso è l'idraulico storico di Calenzano, suo padre si chiamava Bruno Corsini ed insieme ad un compagno di pensione coltivava il campo adiacente a dove furono trovati i morti ) che urlava che c'erano due morti ammazzati alle Bartoline...." Ma secondo voi come potevo non diventare un malato di questo caso? Nemmeno a farlo apposta! Cool Shocked Smile


Condivido appieno quello che hai scritto. Ho letto l'intervista, e non credo ad una parola. Pur non essendo di zona, sono stato anch'io sul luogo del delitto, e ritengo impossibile che qualcuno campeggiasse in quel luogo, peggio se in una notte di ottobre, con quel freddo, sotto forti piogge ed a pochi metri dal torrente gonfio d'acqua, a rischio magari anche di esondazione...
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Dom Dic 27, 2009 6:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

lo penso anch'io.
Top
Profilo Invia messaggio privato
De Gothia



Registrato: 15/08/09 23:32
Messaggi: 852

MessaggioInviato: Dom Dic 27, 2009 8:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Eppure c'erano dei "campeggiatori" da quella parti... Wink
Travalle sta proprio ai piedi della Calvana che, a quei tempi, era infestata da tipi poco raccomandabili, in apparenza semplici pastori ma compromessi con l'Anonima Sequestri sarda di Sale e poi di Farina che proprio in quelle lande brulle, simili al Supramonte, aveva impiantato alcuni covi utili per nascondersi ed occultare armi.
Tutto cominciò quando, nel 1970, l'allora ministero di Grazia e Giustizia ebbe la pessima idea di mandarvi al soggiorno obbligato persone implicate in sequestri di persona in Barbagia.
Non solo non si ottenne nulla sull'isola (dove nacque addirittura la Superanonima) ma si metastatizzò il fenomeno in Toscana, a partire dal 1975: sequestro del conte Alfonso de Sayons, sequestro Pierozzi, sequestro Baldassini (tutti uccisi e dati ai maiali) e da lì in Emilia, Umbria e Lazio.
Sulla Calvana, alla fine degli anni '70, avvenne il famoso Mezzogiorno di Fuoco a conclusione del sequestro Mazzoni, quando un certo sostituto procuratore Piero Luigi Vigna si prese una bomba a mano in pieno petto. Bomba che, logicamente, non esplose.
Ancora Soffiantini, nel 1997, fu detenuto, poco prima della liberazione, sulla Calvana.

Logico che, con tutto questo, non ci fosse una grande richiesta di spazi per il campeggio sotto la Calvana... Laughing

_________________
La Giustizia ha partorito la sua storia; è tempo che la Storia partorisca la sua giustizia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
arkady renko



Registrato: 20/12/09 23:23
Messaggi: 319

MessaggioInviato: Dom Dic 27, 2009 9:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

De Gothia ha scritto:
Eppure c'erano dei "campeggiatori" da quella parti... Wink
Travalle sta proprio ai piedi della Calvana che, a quei tempi, era infestata da tipi poco raccomandabili, in apparenza semplici pastori ma compromessi con l'Anonima Sequestri sarda di Sale e poi di Farina che proprio in quelle lande brulle, simili al Supramonte, aveva impiantato alcuni covi utili per nascondersi ed occultare armi.
Tutto cominciò quando, nel 1970, l'allora ministero di Grazia e Giustizia ebbe la pessima idea di mandarvi al soggiorno obbligato persone implicate in sequestri di persona in Barbagia.
Non solo non si ottenne nulla sull'isola (dove nacque addirittura la Superanonima) ma si metastatizzò il fenomeno in Toscana, a partire dal 1975: sequestro del conte Alfonso de Sayons, sequestro Pierozzi, sequestro Baldassini (tutti uccisi e dati ai maiali) e da lì in Emilia, Umbria e Lazio.
Sulla Calvana, alla fine degli anni '70, avvenne il famoso Mezzogiorno di Fuoco a conclusione del sequestro Mazzoni, quando un certo sostituto procuratore Piero Luigi Vigna si prese una bomba a mano in pieno petto. Bomba che, logicamente, non esplose.
Ancora Soffiantini, nel 1997, fu detenuto, poco prima della liberazione, sulla Calvana.

Logico che, con tutto questo, non ci fosse una grande richiesta di spazi per il campeggio sotto la Calvana... Laughing


ragione di più... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
trevanian



Registrato: 14/10/09 14:31
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Lun Dic 28, 2009 2:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie De gothia per la notte dei salami, ora anche il mio quadro è completo, in attesa della notte di Maniàc. Non so che dire, rimango perplesso. Intendimi, io la penso come te, ma se fosse andata davvero come dici e come pensi e penso anche io, allora saremmo di fronte alla botta del cosiddetto [CENSORED] nel caso del 1982. Se al passaggio delle prime auto e del motorino il mostro era ancora nell'auto, e reclinava semplicemente la testa per non essere visto, beh! Mala suerte, come dice un mio amico. Bastava che uno dei due mezzi si fosse fermato a controllare. E'l'unico punto su cui effettivamente ho dei dubbi. Cristo, ma è possibile che su una provinciale, con una macchina in un fosso, i testimoni che i corpi dentro li vedono quando transitano di là non si fermino a controllare la situazione? Meglio per loro, per carità, magari qualche proiettile lo avrebbe centrato. Che dire? Entusiasmanti,avviccenti e inquietanti le tue notti. Surprised Very Happy Cool Shocked Rolling Eyes O forse mi son perso qualcosa o non ho capito qualcosa. Auguri de gothia! Grazie ancora

_________________
NON POTEVO FAR FINTA DI NIENTE...LA GENTE MI MORIVA INTORNO. paolo borsellino
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione generale Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3 ... 69, 70, 71  Successivo
Pagina 1 di 71

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.157