Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Marc Dutroux (il mostro di Marcinelle)
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Giu 25, 2017 7:10 pm    Oggetto: Ads

Top
WorK



Registrato: 23/02/09 11:03
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Lun Feb 23, 2009 5:50 pm    Oggetto: Marc Dutroux (il mostro di Marcinelle) Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Dutroux, conosciuto anche come il mostro di Marcinelle, aveva organizzato una vera banda di criminali pedofili che si occupava di procurarsi delle ragazzine e di usarle per produrre videocassette pornografiche.
Questa banda poteva contare su coperture potenti e nascondigli ben ideati. A Marchan Au Pont c'è una casa dove Dutroux stava costruendo tre celle sotterranee collegate fra loro tramite un tunnel.
Marc Dutroux, quaranta anni, nel 1985 rapisce e violenta cinque minorenni e una donna di cinquanta anni, condannato nel 1989 a undici anni di carcere ma, dopo averne scontati solo due, nel '91 è già libero per buona condotta.
L' uomo è proprietario di sei case e di diversi automezzi, tra cui quel furgone bianco usato per rapire Laetitia, alcune betoniere e pale meccaniche, ma risulta disoccupato da molti anni. Nel giardino di una delle sua abitazioni c'è un intero parco di macchine rubate.
Il 13 Agosto 1996, Dutroux, sua moglie e un complice, Michel Lelievre, 25 anni, vengono arrestati. Dopo due giorni, Marc rivela al Procuratore del Re dove è nascosta Laetitia. Con lei è prigioniera anche Sabine, dodici anni, scomparsa il 9 maggio mentre si recava a scuola e rimasta con Dutroux per 79 giorni.
La confessione del pedofilo si allarga ad altri macabri episodi. È lui stesso a indicare un altro nascondiglio, quello dove sono seppelliti i corpi mutilati di Julie e Melissa. Si tratta del giardino di casa sua, sotto tre metri di terra.
Accanto a loro giace il cadavere di Bernard Weinstein, 44 anni, complice di Dutroux e autore con Lelievre dei rapimenti.
In un' altra casa di proprietà di Dutroux, dove abitava il complice Lelievre, sono state sequestrate 600 videocassette pornografiche, che hanno come vittime delle minorenni e come carnefici Dutroux stesso, la moglie e altre persone non ancora identificate. Le cassette con Julie e Melissa non sono state ancora trovate. Un agente immobiliare di 55 anni, Nihoul, si occupava della distribuzione di questo materiale, oltre ad abusare lui stesso delle bambine.

MELISSA E JULIE
Il pomeriggio del 14 giugno 1995, a Gràce-Hollogne (Liegi), Melissa Russo, una bambina di otto anni, sta giocando a casa sua con la sua amichetta coetanea, Julie Lejeune.
Chiede alla mamma, Carine, il permesso per andare al cavalcavia sull'autostrada vicino la loro abitazione, a salutare le auto che rispondono con il clacson. Carine glielo concede, anche perché già altre volte Melissa, insieme al fratello Gregorie, era stata lì. Non c'è pericolo a patto che rincasino entro una mezz'ora. Per Julie, invece, è la prima volta.
Le due bambine escono, passano dalla stradina che da casa, lungo un campo di grano, in pochi minuti porta al cavalcavia, vi giungono e, senza lasciare nessuna traccia, scompaiono. Tutte le indagini svolte per più di un anno non hanno portato ad alcun esito Europa.
Per conoscere la verità bisognerà aspettare che altre due ragazzine, dopo Julie e Melissa, scompaiano.
L' ultima, Laetitia, 14 anni, sparisce il 9 agosto, mentre sta tornando a casa dopo essere stata alla piscina comunale. Quel giorno un ragazzo aveva notato, proprio davanti alla piscina, un furgoncino bianco sospetto di cui poi sarà in grado di ricordare la targa. Il veicolo risulta di proprietà di Marc Dutroux, un uomo di quaranta anni già noto alla polizia sin dall' 85 per aver rapito e violentato cinque minorenni e una donna di cinquanta anni.
Il 13 agosto 1996 la polizia belga, dopo alcuni accertamenti, decide di intervenire ed arrestare Dutroux, sua moglie Michelle e un loro complice, Michel Lelievre. Dopo due giorni Dutroux confessa al procuratore del Re dov'è nascosta Laetitia.
Mentre si riaccendono le speranze di ritrovare vive Melissa e Julie, Dutroux rende noto alla polizia un altro nascondiglio, a Sars-La Brussiere, località a trenta minuti da Marcinelle.
Nel giardino della sua casa, sotto tre metri di terra, ci sono i corpi mutilati di Julie e Melissa, chiusi dentro un sacco di plastica nero. Accanto a loro giace il cadavere di Bernard Weinstein, complice di Dutroux, da lui stesso sepolto vivo a dicembre perché minacciava di denunciare il loro losco traffico.
Bernard Weinstein, come Dutroux ha dichiarato al procuratore del Re, aveva l' incarico, insieme a Lelievre, di procurargli una ragazzina in cambio di 50.000 franchi. Ma, anziché rapirne una, Weinstein e il suo complice gli avevano portato a casa, a Marcinelle, due bambine: proprio Julie e Melissa. In un primo momento le bambine vengono nascoste al primo piano, in attesa che Weinstein finisca di costruire una cella giù in cantina.
Il 6 dicembre 1995, Dutroux finisce in carcere per un regolamento di conti in seguito a dei furti. Dutroux afferma di aver consegnato, allora, la somma di 50.000 franchi a Lelievre per portare da mangiare alle bambine durante la sua detenzione. Uscito di prigione Dutroux scopre che Julie e Melissa sono in fin di vita, a digiuno da molte settimane, perché Lelievre non ha assolto al suo incarico. Dopo qualche giorno le bambine muoiono e Dutroux le sotterra in giardino, eliminando anche Weinstein, divenuto un complice scomodo.
Le bambine erano rimaste segregate nella cantina per nove mesi, subendo maltrattamenti e abusi, utilizzate per girare video sadici, dove le vittime reali sono proprio loro.
Ai funerali di Julie e Melissa partecipa commossa e indignata gran parte della comunità belga. Da quel giorno si è costituito un movimento di solidarietà intorno ai genitori di tutte le vittime della banda di Dutroux, culminato con la manifestazione "bianca" che si è svolta a Bruxelles il 20 ottobre 1996.

LAETITIA
Laetitia, 14 anni, è scomparsa il 9 agosto a Marcinelle mentre tornava dalla piscina comunale a casa.
La ragazza viene tenuta prigioniera da Dutroux fino al 15 agosto 1996, in una cella sotterranea, confinante con la cantina di casa sua, insieme a Sabine, 12 anni, rapita invece il 9 maggio 1996 mentre rincasava da scuola.
Alle ragazzine Dutroux ordina di stare sempre in silenzio, perché non devono farsi sentire dai suoi amici, molto più cattivi di lui che, se le avessero scoperte, avrebbero fatto loro del male. Per questa ragione Laetitia e Sabine, terrorizzate , rimangono zitte anche quando gli investigatori fanno irruzione nell'abitazione e non chiedono aiuto, sebbene sentano dei rumori accanto alla loro cella.
Davanti alla televisione belga, che ha ripreso e diffuso in tutto il mondo il ritorno a casa delle due ragazzine, la madre di Laetitia e sua figlia hanno raccontato come è avvenuto il rapimento e i giorni della segregazione.
Laetitia il 9 agosto si trovava davanti al complesso sportivo, quando uno sconosciuto le ha chiesto un' informazione. Lei ha risposto, ma un altro uomo l' ha presa per la gola e, impedendole di gridare, l' ha spinta dentro un furgone bianco.
Le hanno quindi somministrato delle gocce e delle pillole, che la ragazza è riuscita a sputare, infine è stata costretta ad [CENSORED] re sette pillole con altre gocce, che l' hanno addormentata. Quando si è svegliata era nella cella dove è stata trovata dalla polizia.
Laetitia racconta di aver dormito per tutti i primi tre giorni. Sabine era in quel posto da qualche mese e stava male, era al limite delle forze, aveva paura di non farcela a rivedere la sua famiglia.
Dutroux aveva chiesto a Laetitia, visto che i suoi genitori non volevano pagare il suo riscatto, se preferiva essere uccisa o restare lì come Sabine. Laetitia aveva risposto di stare con Sabine.
Le due ragazze vengono liberate dalla polizia il 15 agosto solo dopo l' arresto di Marc Dutroux (avvenuto il giorno 13) e grazie alla rivelazione del luogo dove erano detenute.

SARA DI MARZIO 31-07-2006

da

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Linn



Registrato: 18/07/11 10:53
Messaggi: 3994

MessaggioInviato: Gio Gen 09, 2014 10:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Aiutò il marito a uccidere sei bambine: la moglie del mostro di Marcinelle cerca rifugio a Firenze
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Shocked
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
daunaltromondo



Registrato: 18/09/13 17:00
Messaggi: 1695
Residenza: Voghera (PV)

MessaggioInviato: Ven Gen 10, 2014 9:41 am    Oggetto: Rispondi citando

Per questi personaggi io tornerei ai vecchi tempi del Conte Ugolino... una torre, buttare la chiave in mare Twisted Evil

_________________
Ingannevole è il cuore più d’ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi lo conoscerà?

Geremia 17,9
--------------------------------
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Linn



Registrato: 18/07/11 10:53
Messaggi: 3994

MessaggioInviato: Ven Gen 10, 2014 9:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

A volte la ragione prevale:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Anche se le parole "...Non avremmo potuto offrirle un luogo tranquillo e sicuro..." mi sconcertano lo stesso.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
gilbertomerighi



Registrato: 22/01/11 22:04
Messaggi: 251

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 6:15 pm    Oggetto: Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




La moglie complice del mostro dovrebbe essere trasferita a Bagno a Ripoli state a vedere che ci tocca mantenere pure questa.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
JAP



Registrato: 23/04/13 15:41
Messaggi: 964

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 8:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

gilbertomerighi ha scritto:
http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2014/01/09/1007584-mostro-marcinelle-moglie-italia.shtml


La moglie complice del mostro dovrebbe essere trasferita a Bagno a Ripoli state a vedere che ci tocca mantenere pure questa.


Bè Bagno a Ripoli è stata residenza di un certo avvocato; magari andrà a vivere da lui. Si fa per scherzare eh...
JAP
Top
Profilo Invia messaggio privato
ispettore clouseau



Registrato: 11/11/09 09:54
Messaggi: 1773

MessaggioInviato: Sab Gen 11, 2014 11:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

JAP ha scritto:
gilbertomerighi ha scritto:
http://www.lanazione.it/firenze/cronaca/2014/01/09/1007584-mostro-marcinelle-moglie-italia.shtml


La moglie complice del mostro dovrebbe essere trasferita a Bagno a Ripoli state a vedere che ci tocca mantenere pure questa.


Bè Bagno a Ripoli è stata residenza di un certo avvocato; magari andrà a vivere da lui. Si fa per scherzare eh...
JAP


E anche di un noto giornalista ...
Top
Profilo Invia messaggio privato
o-ren



Registrato: 08/12/09 16:52
Messaggi: 660

MessaggioInviato: Dom Gen 19, 2014 12:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il caso Dutroux è ben lungi dall'essere esclusivamente un caso sordido di pedofilia. In Belgio diventò un caso politico dopo che l'opinione pubblica ebbe il sentore di irregolarità nello svolgimento del processo e delle indagini ( la famosa "marcia bianca"). Una figura senza dubbio da approfondire è quella di Michel Nihoul, uomo ambiguo dotato di connessioni coi fiocchi nelle fasce più influenti della società.

Le fonti per approfondire questa intricata vicenda sono soprattutto in francese ed in inglese. Sul web un sito particolarmente affidabile in cui i più interessati possono trovare notizie i è il seguente
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Alla voce " beyond Dutroux affair"

Avverto che si tratta una storia per stomaci forti.
Il sito è in inglese
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1898

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 7:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

Quello che ho letto in quel sito é incredibile. Stento a crederci . Negli anni 90 non avevo seguito la vicenda se non per qualche servizio in tv o sui giornali.
Ma questi per decenni hanno fatto l'inferno. Decine di bambine sparivano e nessuno capiva perché. Alcune andavano a scuola e denunciavano le violenze ma non venivano prese sul serio o peggio.
Ma come è stato possibile?

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
o-ren



Registrato: 08/12/09 16:52
Messaggi: 660

MessaggioInviato: Dom Gen 26, 2014 11:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Purtroppo è stato ed è possibile. Come vedi, l'autore è attentissimo alle fonti, e si attiene esclusivamente a fatti verificabili.
Ho avuto modo di avere uno scambio via mail con lui ed è persona degnissima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1898

MessaggioInviato: Mar Gen 28, 2014 11:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Leggetevi il dossier x regina louf o cercatelo su youtube.
Dal 73 al 96 piu di 43 bambini sono scomparsi in belgio senza lasciare tracce. Alcuni sono stati trovati cadaveri con evidenti segni di violenze sessuali e di torture.
I giudici hanno affossato tutto. Le inchieste della polizia sono state pilotate per non toccare i poteri forti dell'industria pornografica e pedopornografica.

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
o-ren



Registrato: 08/12/09 16:52
Messaggi: 660

MessaggioInviato: Mer Gen 29, 2014 12:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ben scritto Derrick.
Una commistione di poteri politici e giudiziari ha fatto si che la verità circa il caso Dutroux e il dossier X non venissero mai a galla.
Per chi non sapesse, Regina Louf è stata denominata testimone X1 nell'ambito del Dossier X.

Nel contesto dell'indagine su Dutroux il giudice Connerote fece un appello alla popolazione chiedendo testimonianze, una delle prime persone che accorse fu appunto Regina, che raccontò la sua incredibile storia di vittima di pedofilia ad alto livello. Dopo Regina altre persone andarono a testimoniare, confermando e arricchendo il racconto di Regina.

Invito a leggere personalmente la testimonianza di Regina, riportarla qui potrebbe offendere la sensibilità di molti e non darebbe un'idea completa degli eventi
Top
Profilo Invia messaggio privato
o-ren



Registrato: 08/12/09 16:52
Messaggi: 660

MessaggioInviato: Mer Gen 29, 2014 1:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

derrick ha scritto:
Quello che ho letto in quel sito é incredibile. Stento a crederci . Negli anni 90 non avevo seguito la vicenda se non per qualche servizio in tv o sui giornali.
Ma questi per decenni hanno fatto l'inferno. Decine di bambine sparivano e nessuno capiva perché. Alcune andavano a scuola e denunciavano le violenze ma non venivano prese sul serio o peggio.
Ma come è stato possibile?

Caro Derrick,
A volte la realtà è più incredibile della fantasia. Come in questi casi.
Io credo che Dutroux avesse molte coperture che lo proteggevano dalle indagini e la legge purtroppo ignora la scienza.

La pedofilia è un disturbo che non si risolve scontando anni di galera. Che nasce pedofilo muore pedofilo, quindi non si può pensare che la soluzione sia solo ed esclusivamente la galera. Ma questo ai nostri legislatori non entra in testa. Stesso discorso per gli psicopatici. Non è che dopo anni di galera il soggetto non commetterà più reati, è nella sua natura, lo farà ancora
Top
Profilo Invia messaggio privato
JAP



Registrato: 23/04/13 15:41
Messaggi: 964

MessaggioInviato: Mer Gen 29, 2014 3:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

o-ren ha scritto:
derrick ha scritto:
Quello che ho letto in quel sito é incredibile. Stento a crederci . Negli anni 90 non avevo seguito la vicenda se non per qualche servizio in tv o sui giornali.
Ma questi per decenni hanno fatto l'inferno. Decine di bambine sparivano e nessuno capiva perché. Alcune andavano a scuola e denunciavano le violenze ma non venivano prese sul serio o peggio.
Ma come è stato possibile?

Caro Derrick,
A volte la realtà è più incredibile della fantasia. Come in questi casi.
Io credo che Dutroux avesse molte coperture che lo proteggevano dalle indagini e la legge purtroppo ignora la scienza.

La pedofilia è un disturbo che non si risolve scontando anni di galera. Che nasce pedofilo muore pedofilo, quindi non si può pensare che la soluzione sia solo ed esclusivamente la galera. Ma questo ai nostri legislatori non entra in testa. Stesso discorso per gli psicopatici. Non è che dopo anni di galera il soggetto non commetterà più reati, è nella sua natura, lo farà ancora


Verissimo.
Purtroppo, in alcuni Paesi del nord Europa, la pedofilia ha incontrato ed incontra un forte consenso a volte anche mediatico.
Quando si parla di questo "disturbo" della sessualità si entra in una realtà difficile da investigare e con dei limiti notevolissimi.
La morale sessuale è in fase di evoluzione, non entro nel merito se negativa o positiva, e questo permette di affiancare, a comportamenti omosessuali e pratiche "border line", anche la pedofilia.
Per alcuni questi "gusti" sessuali sono associabili e chiedono di alzare l'asticella ogni giorno di più.
Questo per ciò che attiene la pedofilia come "malattia".
Il reato di pedofilia si manifesta però anche con atti di aggressione e questi devono essere severamente puniti. Non possiamo caricare le comunità di simili sofferenze. La tutela dei nostri bambini deve andare oltre la pietà che possiamo provare per un pedofilo e per l'assistenza che dovremmo dargli. Come scrivete è necessario curare il pedofilo, ma a questa cura si deve associare una severa punizione che ha sostanzialmente importanza come deterrente (poca) che come sicurezza del cittadino e dei nostri bambini (moltissima).
Ci vogliono delle strutture perciò ad hoc dove detenere e curare queste persone...non è sufficiente schedarli. Ogni volta che accade un brutto fatto sentiamo i notiziari e leggiamo che "tutti i pedofili schedati della zona sono stati attentamente verificati nei loro alibi". Cosa interessa ai genitori di quel bambino sapere questo? Magari il pedofilo aggressore era il vicino di casa e nessuno sapeva nulla.
E' chiaro che sia un costo attrezzarci ma non c'è prezzo per la sicurezza dei nostri bambini.
Ho scritto della pedofilia ma questo vale anche per altre psico-patologie come gli stupratori seriali e altre forme di aggressività sessuale.
JAP

_________________
Solo il bene è profondo, il male è banale. (Hannah Arendt)
Top
Profilo Invia messaggio privato
derrick



Registrato: 25/08/11 12:37
Messaggi: 1898

MessaggioInviato: Mer Gen 29, 2014 5:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

si ma se vi leggete il dossier x o guardate i video vi renderete conto che questi non sono dei tipi coatti, strani e solitari, di uno strato subsociale infimo.
questi erano e sono signori pieni di soldi ... che compravano snuff movie anche per centinaia di migliaia di dollari!!!

_________________
Uno disse alla fantasia: questo è il tuo limite fissato, fin qui puoi arrivare ma oltre non ti è concesso.
Ma la fantasia si ribellò.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
Pagina 1 di 10

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.548