Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Omicidio M. Russo
Vai a 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Delitti e misteri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Giu 27, 2017 5:10 am    Oggetto: Ads

Top
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3496

MessaggioInviato: Gio Gen 14, 2010 9:49 pm    Oggetto: Omicidio M. Russo Rispondi citando

Roma - E' il 9 maggio 1997. Marta Russo ha ventidue anni. Vive con i suoi genitori, Donato e Aureliana, e la sorella Tiziana. Una famiglia affiatata, molti amici. Il fidanzato, Luca Bendini, lo ha sentito poco prima di recarsi all'università. Stanno insieme da due anni. Luca é installatore di allarmi. Lei ha scelto invece di studiare legge perché crede nel valore della giustizia.


Con lei c'è Jolanda Ricci, la sua compagna di studi. Ora si trovano nel vialetto situato tra le facoltà di Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze Statistiche alla "Sapienza" di Roma. Stanno discutendo del prossimo esame. Il dramma di Marta si consuma nell'arco di un solo istante. Si sente un "tonfo sordo". Marta non parla più, non sente più nulla. Si accascia sull'asfalto. Jolanda pensa ad un malore. Sono le 11,35 del 9 maggio 1997. Un proiettile si porta via i sogni di Marta Russo.


Le sue condizioni sono disperate. Viene trasportata al Policlinico.Per Marta inizia una lotta disperata. Migliaia di persone le stanno accanto, le inviano fiori, lettere, bigliettini. Amici, colleghi, persone comuni restano intorno alle mura del reparto dell'Umberto I ma il cuore di Marta si arrende alle 22 del 13 maggio 1997. Il suo funerale è un lutto nazionale. Nella cappella universitaria ci sono persone che Marta neanche conoscevano. E su ogni volto si legge un interrogativo. Perché proprio Marta Russo.


Gli investigatori passano al setaccio la vita di Marta, le sue abitudini, frequentazioni, legami famigliari.Non si scopre nulla: la sua è una vita normale, niente che lasci immaginare una vendetta o una ritorsione. Vengono escluse le pista politica e quella passionale. Luca Bendini, il fidanzato al momento dell'omicidio era al lavoro e il suo alibi viene confermato dai suoi colleghi.


Il 19 maggio 1997 le indagini si spostano a Giurisprudenza: gli uomini della scientifica scoprono tracce di polvere da sparo sul davanzale della finestra dell'aula 6 nell'Istituto di filosofia del diritto. Si tratta una particella contenente piombo e antimonio.Il 12 giugno viene arrestato il prof. Bruno Romano direttore dell'istituto di filosofia del diritto. Lo mette nei guai l'assistente Maria Chiara Lipari. Il 14 giugno vengono convocati in questura l'usciere Francesco Liparota e la segretaria dell'istituto, Gabriella Alletto, entrambi citati nella testimonianza della Lipari. La Alletto dice di aver visto Giovanni Scattone sparare e mettere la [CENSORED] nella borsa di Salvatore Ferraro. La Alletto é sicura: con loro c'é anche Liparota. Saranno lunghi mesi di perizie e accertamenti. Il 9 gennaio 1998 la procura chiede il rinvio a giudizio di Scattone, Ferraro, Liparota, Alletto, Romano, Basciu, Urilli, Zingale e Marianna Marcucci, amica di Ferraro.sua requisitoria al processo di secondo grado, il Procuratore Generale Luciano Infelisi spiega che la prova scientifica acquisita agli atti è inconfutabile

26 giugno 2000. La Alletto racconta al pm di avere visto un uomo vestito di nero la mattina dell'omicidio Marta Russo.

Scattone dichiara alla cortedi Appello la sua innocenza.

Il 15 dicembre 2003 la quinta sezione penale della Cassazione mette la parola fine al lungo iter giudiziario e conferma le responsabilita' di Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro ma assolve in via definitiva Francesco Liparota. Cristina Batocletti chiama Giovanni Scattone....
Sono stati Giovanni Scattone e Salvatore Ferraro. Ne é convinto ancor oggi Luca Petrucci, avvocato di parte civile....

Sul caso di Marta Russo, cié sulla morte di una ragazza di ventidue anni in un vialetto dell'Università La Sapienza il clamore é stato eccessivo. Conduttori televisivi si sono improvvisati giudici di sentenze ancor tutte da emettere, gli imputati si sono trasfromati star al servizio dell'audience. Dopo questo racconto su un caso di cronaca che ha diviso l'opinione pubblica mi vengono in mente le parole del magistrato milanese, Emilio Alessandrini. Ora non c'é più, ucciso dai terroristi sul finire dei Settanta. Ma le sue idee sono ancora attuali. Le sentenze non si commentano, vanno rispettate. Semmai si impugnano in sede processuale. E' l'insegnamento migliore che giunge dal passato.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Gio Gen 14, 2010 11:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

un delitto assurdo causato da stupidità e immaturità.

è stato forse il primo caso di cronaca italiano ad esere raccontato più in stile di talk show che nello stile serio della cronaca e dell'inchiesta.

in particolare ricordo una puntata di "porta a porta" del giugno '99 con i due imputati ospiti a tutto spiano, in prima serata se non erro.

non seguì la puntata perchè per come era stata impostata mi avrebbe solo dato fastidio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mazzzulatoro



Registrato: 26/12/09 16:39
Messaggi: 874
Residenza: Perugia

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 12:18 am    Oggetto: Rispondi citando

Ma qui c'è poco da discutere,per fortuna i 2 malviventi li hanno beccati ed ora scontano la giusta pena;altro che delitto perfetto...... Cool
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 10:54 am    Oggetto: Rispondi citando

mazzzulatoro ha scritto:
ed ora scontano la giusta pena


ne sei proprio sicuro?. nessuno dei due si trova in carcere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Romy



Registrato: 22/02/09 19:17
Messaggi: 394

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 11:30 am    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Romy il Mar Lug 23, 2013 2:35 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 3:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

..questa è l'Italia. in un Paese nel quale si dedicano strade a politici condannati per tangenti e morti da latitanti questo mi sembra anche il minimo degli orrori del nostro Paese.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mazzzulatoro



Registrato: 26/12/09 16:39
Messaggi: 874
Residenza: Perugia

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 9:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

dan880 ha scritto:
mazzzulatoro ha scritto:
ed ora scontano la giusta pena


ne sei proprio sicuro?. nessuno dei due si trova in carcere.


Shocked Shocked Shocked Shocked Shocked
ma dici veramente?
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Ven Gen 15, 2010 9:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

purtroppo si.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ruy



Registrato: 19/07/09 12:18
Messaggi: 2927

MessaggioInviato: Sab Gen 16, 2010 12:37 am    Oggetto: Rispondi citando

1) portare con sé una [CENSORED] carica
2) chiamare accanto a sé alla finestra Ferraro
3) mirare alla testa di Marta e fare fuoco
4) riporre la [CENSORED] nella borsa di Ferraro

"Cinque anni e quattro mesi per omicidio colposo".

Scandaloso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Gen 16, 2010 1:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

sicuramene la condanna doveva essere più alta e, naturalmente, è incredibile che i due imputati abbiano scontato un 10% delle loro responsabilità. da un punto di vista formale l'omicidio colposo è pertinente: perchè scattone e ferraro non avevano intenzione di uccidere marta russo o altri studenti.

un pò come nel caso dell'agente di polizia stradale spaccarotella e il tifoso gabriele sandri.

il discorso è che, in certi casi particolari come questi, è sempre molto sottile la differenza tra omicidio colposo e omicidio volontario: perchè anche se non c'è l'intenzione di uccidere, lo sparatore si rende ben conto che agisce con modalità e in condizioni tali che c'è il fortissimo rischio di poter colpire a morte qualcuno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mazzzulatoro



Registrato: 26/12/09 16:39
Messaggi: 874
Residenza: Perugia

MessaggioInviato: Sab Gen 16, 2010 1:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

dan880 ha scritto:
sicuramene la condanna doveva essere più alta e, naturalmente, è incredibile che i due imputati abbiano scontato un 10% delle loro responsabilità. da un punto di vista formale l'omicidio colposo è pertinente: perchè scattone e ferraro non avevano intenzione di uccidere marta russo o altri studenti.

un pò come nel caso dell'agente di polizia stradale spaccarotella e il tifoso gabriele sandri.

il discorso è che, in certi casi particolari come questi, è sempre molto sottile la differenza tra omicidio colposo e omicidio volontario: perchè anche se non c'è l'intenzione di uccidere, lo sparatore si rende ben conto che agisce con modalità e in condizioni tali che c'è il fortissimo rischio di poter colpire a morte qualcuno.


Per me non si trattava di colposo,quelli volevano fare un delitto perfetto Exclamation
Top
Profilo Invia messaggio privato
dogo



Registrato: 09/03/09 16:48
Messaggi: 2992

MessaggioInviato: Sab Gen 16, 2010 3:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

vedo che tutti i dubbi a vostra disposizione li avete esauriti sul caso del mdf..addirittura non credete al reo confesso Lotti..qui nessun dubbio?
Rammento:
lo strano interrogatorio cui fu sottoposta la Alletto (molte pressioni...ricordate il filmato?);
il ricordo della Lipari dopo tanto tempo (ma i dubbi sulla testimonianza a rate sono solo per Nesi...) la Lipari, inoltre potrebbe non essere proprio il testimone sereno (per fatti che non sto qui a riprendere..);
i due rei avrebbero avuto meno problemi se avessero raccontato di colpo partito per errore...;
le particelle sul davanzale erano COMPATIBILI e non "ESCLUSIVE" di un colpo di arma da fuoco...;
la traiettoria individuata dalle analisi balistiche non esclude altre stanze dell'edificio;
la stanza si trova in mezzo ad un trafficatissimo corridoio (ci sono stato) chiunque può accedervi...sarebbe il posto ideale per il delitto perfetto?

_________________
La natura delle cose ama nascondersi (Eraclito)
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Gen 16, 2010 6:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

non volevano fare nessun delitto perfetto mazzzulatoro. non avevano motivi per uccidere qualcuno, in una circostanza come quella.

io, dogo, mi trovo d'accordo con la sentenza definitiva e con la ricostruzione del fatto. ma visto che è giusto ascoltare i pareri anche di chi la pensa diversamente perchè non spieghi meglio qual'è la tua idea sul delitto?.

non la prendere a male Smile , ma ho sempre pensato che non si può semplicemente dire "l'imputato non è colpevole perchè penso che è innocente".

quando si sostiene l'innocenza di qualcuno è perchè si hanno elementi per avallare la colpevolezza di un'altra persona.

altrimenti si fà come quella giornalista che, in tv, difendeva a spada tratta alberto stasi senza però fornire un sospettato alternativo e un movente di questi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dogo



Registrato: 09/03/09 16:48
Messaggi: 2992

MessaggioInviato: Dom Gen 17, 2010 3:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao dan,
come sai, il più delle volte scrivo dal cellulare, devo essere quindi sintetico. Credo tuttavia di aver evidenziato qualche elemento di dubbio.
Se avrò modo esplicherò meglio i punti che ho elencato.
A presto

_________________
La natura delle cose ama nascondersi (Eraclito)
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Dom Gen 17, 2010 3:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

aspetto allora di conoscere i tuoi punti di vista. ti anticipo, però, che di tanti testimoni l'unico sul quale non ci sono dubbi è proprio la maria chiara lipari che hai citato.

circa un mese dopo la morte di marta russo, infatti, fu intercettata una telefonata che il professor bruno romano (direttore dell'istituto di filosofia del diritto alla sapienza di roma) fece alla sua assistente, la lipari appunto.

in questa telefonata, il professor romano invitava la donna alla discrezione su qualunque cosa potesse aver visto nell'università.

cosa emerge, dunque: emerge in primo luogo che qualcuno sa che la lipari potrebbe conoscere fatti utili per il caso, e la si "invita" a tacere.

in secondo luogo emerge che in quell'ambiente, oltre agli assassini, ci sono persone che tra loro fanno quadrato pur non essendo autori del fatto. e che vogliono alimentare una omertà quasi mafiosa.

il 12 giugno 1997 il professor romano fu arrestato per favoreggiamento.

la lipari denuncerà poi altri colleghi: la segretaria gabriella alletto (che poi diventerà la teste-chiave del caso); l'usciere francesco lipariota e gli assistenti universitari di filosofia del diritto giovanni scattone e salvatore ferraro (condannati con sentenza definitiva il 15 dicembre 2003).

in seguito, la alletto, il professor romano e il lipariota verranno prosciolti da ogni accusa.

con loro, verranno prosciolti anche maria urilli e maurizio basciu (erano due dipendenti dell'università ai quali gabriella alletto aveva detto d'aver raccontato quello che aveva visto la mattina del 9 maggio '97, quando fu uccisa marta russo. i due hanno sempre negato d'aver raccolto le confidenze della alletto).

-------------

giovanni scattone è stato condannato in via definitiva a 5 anni e 4 mesi. dopo 28 mesi trascorsi in carcere, verrà affidato ai servizi sociali.

salvatore ferraro è stato condannato in via definitiva a 4 anni e 2 mesi. non è mai andato in carcere, perchè il residuo di pena che gli toccava scontare era inferiore ai 3 anni.

si dice che nel 2003 aveva anche collaborato alla sceneggiatura cinematografica del film thriller Cattive inclinazioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Delitti e misteri Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3 ... 11, 12, 13  Successivo
Pagina 1 di 13

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.285