Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il mostro era un buon tiratore con un'arma clandestina ?
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Ago 17, 2017 5:27 pm    Oggetto: Ads

Top
gabrielesamy



Registrato: 16/08/10 03:50
Messaggi: 1358

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 2:43 am    Oggetto: Il mostro era un buon tiratore con un'arma clandestina ? Rispondi citando

Per come si sono svolti i delitti, c'è da ritenere che il mostro,ovvero il solitario serial killer è un ottimo tiratore. Costui non si è mai proccupato di cambiare la sua arma da fuoco perchè era certo che non sarebbero mai arrivati a lui.
Questo particolare stà anche a significare che il soggetto è persona incensurata, non esce allo scoperto per acquistare un'altra arma, magari di calibro superiore e quindi più adatta allo scopo.
L'arma sarebbe stata,come tuttora lo è, l'unica traccia certa che potrebbe portare alla idenficazione del criminale. In virtù degli accadimenti è ragionevolmente possibile che la beretta calibro 22 L.R. usata dal S.K. originariamente era legalmente detenuta e quindi registrata. Se non fosse stato così egli non avrebbe mai inviato l'asta guidamolla della [CENSORED] ai Carabinieri di San Casciano. Tale gesto è stato compiuto esclusivamente per far cessare le ricerche dell'arma stessa. In pratica e come se avesse voluto dire agli inquirenti che l'arma ormai era fuori gioco e che era inutile cercarla. Non l'ha inviata tutta intera per timore che dalle punzonature potessero arrivare alla lettura della matricola e di conseguenza alla sua identificazione. Se si fosse trattato di un'arma clandestina, costui non aveva nessuna necessità di inviare l' asta, se ne liberava tranquillamente buttandola, evitando così ulteriori clamori di cronache.
Top
Profilo Invia messaggio privato
psycothic



Registrato: 28/11/09 10:46
Messaggi: 3190

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 6:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Dalla distanza da cui sparava il MdF sarebbe stato un buon tiratore anche Ray Charles.
Le armi calibro 22 sono comode, relativamente piccole e leggere, e facilmente reperibili.
L'asta guidamolla è poco più che un chiodo, quella inviata ai CC era "compatibile" con una Beretta calibro 22, non certo che provenisse da quell'arma.
Wink

_________________
When Hell is full, the dead will walk the Earth
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 9:41 am    Oggetto: Rispondi citando

però è anche vero, come si diceva nel primo post, che probabilmente questo tizio non aveva mai avuto problemi con la legge. e quindi si sentiva molto sicuro quando agiva.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ruy



Registrato: 19/07/09 12:18
Messaggi: 2927

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 5:07 pm    Oggetto: Re: il mostro e la sua beretta Rispondi citando

gabrielesamy ha scritto:
L'arma sarebbe stata,come tuttora lo è, l'unica traccia certa che potrebbe portare alla idenficazione del criminale. In virtù degli accadimenti è ragionevolmente possibile che la beretta calibro 22 L.R. usata dal S.K. originariamente era legalmente detenuta e quindi registrata. Se non fosse stato così egli non avrebbe mai inviato l'asta guidamolla della [CENSORED] ai Carabinieri di San Casciano. Tale gesto è stato compiuto esclusivamente per far cessare le ricerche dell'arma stessa. In pratica e come se avesse voluto dire agli inquirenti che l'arma ormai era fuori gioco e che era inutile cercarla. Non l'ha inviata tutta intera per timore che dalle punzonature potessero arrivare alla lettura della matricola e di conseguenza alla sua identificazione. Se si fosse trattato di un'arma clandestina, costui non aveva nessuna necessità di inviare l' asta, se ne liberava tranquillamente buttandola, evitando così ulteriori clamori di cronache.

Il fatto strano è che la grafìa dello scritto che accompagnava l'asta era - a detta dei periti grafologi - quella del Pacciani...e lo straccio che l'avvolgeva, pure... Rolling Eyes

_________________
“Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati.” (Bertolt Brecht)
Top
Profilo Invia messaggio privato
master



Registrato: 23/02/09 22:36
Messaggi: 2125

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 5:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

psycothic ha scritto:
Dalla distanza da cui sparava il MdF sarebbe stato un buon tiratore anche Ray Charles.
Le armi calibro 22 sono comode, relativamente piccole e leggere, e facilmente reperibili.
L'asta guidamolla è poco più che un chiodo, quella inviata ai CC era "compatibile" con una Beretta calibro 22, non certo che provenisse da quell'arma.
Wink


Bravo, e anzi direi che a rigor di logica quel pezzo venisse da qualunque beretta tranne quella ipotetica del mostro.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
al



Registrato: 09/12/09 14:19
Messaggi: 897

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 10:26 pm    Oggetto: Re: il mostro e la sua beretta Rispondi citando

ruy ha scritto:
gabrielesamy ha scritto:
L'arma sarebbe stata,come tuttora lo è, l'unica traccia certa che potrebbe portare alla idenficazione del criminale. In virtù degli accadimenti è ragionevolmente possibile che la beretta calibro 22 L.R. usata dal S.K. originariamente era legalmente detenuta e quindi registrata. Se non fosse stato così egli non avrebbe mai inviato l'asta guidamolla della [CENSORED] ai Carabinieri di San Casciano. Tale gesto è stato compiuto esclusivamente per far cessare le ricerche dell'arma stessa. In pratica e come se avesse voluto dire agli inquirenti che l'arma ormai era fuori gioco e che era inutile cercarla. Non l'ha inviata tutta intera per timore che dalle punzonature potessero arrivare alla lettura della matricola e di conseguenza alla sua identificazione. Se si fosse trattato di un'arma clandestina, costui non aveva nessuna necessità di inviare l' asta, se ne liberava tranquillamente buttandola, evitando così ulteriori clamori di cronache.

Il fatto strano è che la grafìa dello scritto che accompagnava l'asta era - a detta dei periti grafologi - quella del Pacciani...e lo straccio che l'avvolgeva, pure... Rolling Eyes


a scuola falsificavo la firma di mia madre in un modo talmente perfetto che mia madre da grande mi fà firmare gli assegni con la sua firma.......mio cugino è grafologo.....se n'è accorto?no.....magari è un pezzente però la scrittura si può copiare
Top
Profilo Invia messaggio privato
accent



Registrato: 20/10/09 20:26
Messaggi: 1809

MessaggioInviato: Sab Ott 02, 2010 11:37 pm    Oggetto: Re: il mostro e la sua beretta Rispondi citando

gabrielesamy ha scritto:
Per come si sono svolti i delitti, c'è da ritenere che il mostro,ovvero il solitario serial killer è un ottimo tiratore.


Non proprio. Sparava a poche decine di cm di distanza. e ciò nonostante sono più i colpi non mortali che quelli mortali che ha messo a segno. Purtroppo per le vittime, però, se anche uno solo di 5 o 6 colpi era mortale, quello bastava e avanzava...


gabrielesamy ha scritto:
Costui non si è mai proccupato di cambiare la sua arma da fuoco perchè era certo che non sarebbero mai arrivati a lui.


O magari perché aveva solo quella o magari perché, come molti serial killer, ci teneva a ribadire che era stato lui a compire il gesto. E ovviamente non potendo lasciare impronte digitali per ribadire al sua paternità (Paz direbbe "maternità") ha usato le impronte dei bossoli.

gabrielesamy ha scritto:
Questo particolare stà anche a significare che il soggetto è persona incensurata, non esce allo scoperto per acquistare un'altra arma, magari di calibro superiore e quindi più adatta allo scopo.



Come diceva Psy, smentendo giustamente la mia valutazione di "pistoletta", la Beretta 22 a breve distanza può essere letale come un'arma più grossa e inoltre è più piccola e maneggevole. Oltretutto fa meno rumore. Quindi ci sta anche che il mostro si sia trovato bene con la 22 e non abbia sentito il bisogno di usare un'arma più grande. Oppure, come detto prima, può essere che una più grossa proprio non la poteva rimediare altrove. Ma questo non ci dà nessuna certezza che fosse incensurato, come dici tu. Anzi, non capisco il nesso... Forse tu vuoi dire che se fosse stato pregiudicato la polizia l'avrebbe seguito più da vicino... Può essere, ma non necessariamente. E poi uno può essere pregiudicato anche per furto, truffa, ricettazione, calunnie, ecc. , non necessariamente per violenze sessuali o per omicidio.

gabrielesamy ha scritto:
L'arma sarebbe stata,come tuttora lo è, l'unica traccia certa che potrebbe portare alla idenficazione del criminale. In virtù degli accadimenti è ragionevolmente possibile che la beretta calibro 22 L.R. usata dal S.K. originariamente era legalmente detenuta e quindi registrata.


Probabilmente all'inizio lo era. Ma era un'arma vecchia, del 1959 o giù di lì, e mi sembra di ricordare che fino a una certa epoca (fine anni 60 se non sbaglio) il registro delle armi in circolazione era molto approssimativo. Poi nel 1966 ci fu l'alluvione di Firenze che distrusse molti dei registri pubblici, fra cui quello delle armi nella suddetta provincia.

gabrielesamy ha scritto:
Se non fosse stato così egli non avrebbe mai inviato l'asta guidamolla della [CENSORED] ai Carabinieri di San Casciano. Tale gesto è stato compiuto esclusivamente per far cessare le ricerche dell'arma stessa. In pratica e come se avesse voluto dire agli inquirenti che l'arma ormai era fuori gioco e che era inutile cercarla. Non l'ha inviata tutta intera per timore che dalle punzonature potessero arrivare alla lettura della matricola e di conseguenza alla sua identificazione.


Come accennato da altri forumisti, parrebbe (uso il condizionale) che fosse stato lo stesso Pacciani a inviare l'asta. Io ho letto altrove che fu un giornalista. Chiunque sia stato, non c'è nessuna prova che fosse l'asta guidamolla di "quella" [CENSORED] Wink Quindi è come i proiettili inviati ai magistrati, il guanto chirurgico trovato agli Scopeti, le poesie sui grossi frati e tutte le altre pseudo-comunicazioni del mostro con gli inquirenti: buone per scriverci sopra paginate e paginate di giornali, ma di valore processuale zero.

gabrielesamy ha scritto:
Se si fosse trattato di un'arma clandestina, costui non aveva nessuna necessità di inviare l' asta, se ne liberava tranquillamente buttandola, evitando così ulteriori clamori di cronache.


Infatti, pare che un farmacista di San Casciano l'abbia fatto Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
sweeeeeeeet16!!!



Registrato: 16/08/10 22:19
Messaggi: 154
Residenza: Provincia di Siena

MessaggioInviato: Mar Ott 05, 2010 4:06 pm    Oggetto: Re: il mostro e la sua beretta Rispondi citando

accent ha scritto:
gabrielesamy ha scritto:
Costui non si è mai proccupato di cambiare la sua arma da fuoco perchè era certo che non sarebbero mai arrivati a lui.


O magari perché aveva solo quella o magari perché, come molti serial killer, ci teneva a ribadire che era stato lui a compire il gesto. E ovviamente non potendo lasciare impronte digitali per ribadire al sua paternità (Paz direbbe "maternità") ha usato le impronte dei bossoli.



Quoto accent. Dalla distanza a cui sparava, la Beretta 22 era un'arma comunque letale o in grado di ferire in maniera sufficiente le vittime da metterle fuori gioco. Comprare un'altra arma e un intero set di proiettili del giusto calibro con lo scopo di uccidere coppiette, non sarebbe stato molto furbo da parte sua IMHO. Soprattutto, la Beretta calibro 22 era un'arma molto diffusa in Toscana all'epoca, sarebbe stato comunque difficile trovarla. Discorso diverso per un'arma più potente credo, come ad esempio una calibro 38 o una 44 (che peraltro, è un'arma che richiede una notevole abilità per essere manovrata ed è più ingombrante di una calibro 22). Non sono un esperto di armi, quello che so lo devo a mio padre che è un appassionato e tuttora detiene un paio di pistole regolarmente denunciate

accent ha scritto:
gabrielesamy ha scritto:
Se si fosse trattato di un'arma clandestina, costui non aveva nessuna necessità di inviare l' asta, se ne liberava tranquillamente buttandola, evitando così ulteriori clamori di cronache.


Infatti, pare che un farmacista di San Casciano l'abbia fatto Wink



Uno a caso Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
al



Registrato: 09/12/09 14:19
Messaggi: 897

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 5:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

mi sono sempre chiesto una cosa ,essendo di un'ignoranza biblica,ma non è possibile che lui potesse sparare con un'altra arma e poi seminare i bossoli della 22 precedentemente sparati?

scusate in anticipo per la stupidaggine ,ma ripeto ho un'ignoranza sulle armi che si taglia col coltello
Top
Profilo Invia messaggio privato
neeskens



Registrato: 25/07/10 14:41
Messaggi: 2350

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 6:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

tendenzialmente è una cosa che interessa anche a me, soprattutto riguardo a Giogoli....
Top
Profilo Invia messaggio privato
sweeeeeeeet16!!!



Registrato: 16/08/10 22:19
Messaggi: 154
Residenza: Provincia di Siena

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 6:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Bah, credo che se i ragazzi fossero morti per mezzo di armi di calibro superiore, sarebbero stati riscontrati fori di proiettile più grandi sui loro corpi. Credo.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
psycothic



Registrato: 28/11/09 10:46
Messaggi: 3190

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 6:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il mitico al intendeva arma di stesso calibro ma diversa.

_________________
When Hell is full, the dead will walk the Earth
Top
Profilo Invia messaggio privato
al



Registrato: 09/12/09 14:19
Messaggi: 897

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 6:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

ti voglio bene psy,sei il mio mostrologo preferito ,si si io intendevo proprio quello
Top
Profilo Invia messaggio privato
psycothic



Registrato: 28/11/09 10:46
Messaggi: 3190

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 6:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Te ne voglio anch'io, tanto tanto <3 <3 <3


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________
When Hell is full, the dead will walk the Earth
Top
Profilo Invia messaggio privato
Devilock



Registrato: 11/09/09 17:58
Messaggi: 234

MessaggioInviato: Mer Ott 06, 2010 7:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Qualcuno, tempo fa ipotizzava di un mostro che spara con una pistola
a tamburo, che quindi trattiene i bossoli, e successivamente getta i bossoli a terra per simulare l'uso di una [CENSORED] con caricatore. Mah!!. Anche se possibile, mi sembra alquanto improbabile che uno si metta a
gettare bossoli a terra, a seconda di dove e di quanti colpi ha sparato. Troppo minkiavellico.....
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
Pagina 1 di 10

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.561