Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Il mostro era un buon tiratore con un'arma clandestina ?
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ott 23, 2017 5:04 pm    Oggetto: Ads

Top
gabrielesamy



Registrato: 16/08/10 03:50
Messaggi: 1360

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 11:22 am    Oggetto: armi efficai Rispondi citando

La logica non ha paternità è logica e basta.-
Lei continua ad aggirare l'ostacolo con teorie che nulla hanno a che vedere con l'argomento specifico.
Allora per tagliare la testa al toro le faccio una domanda secca:
Non è il nostro caso, ma nell'ipotesi assurda che un domani le verrebe in mente di intraprendere l'attività di killer e dovrebbe ammazzare delle persone all'interno di un'autovettura, che [CENSORED] userebbe?
Non mi risponda con una 22, altrimenti le crescerebbe il naso tre volte a quello di pinocchio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MK108



Registrato: 23/02/09 10:15
Messaggi: 548
Residenza: il Carosello

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 2:16 pm    Oggetto: Re: armi efficai Rispondi citando

gabrielesamy ha scritto:
La logica non ha paternità è logica e basta.


...si tratta di errate convinzioni...le errate convinzioni hanno paternita' e rimangono cio' che sono...errate convinzioni...anche di fronte all'evidenza dei fatti...come si e' visto...

gabrielesamy ha scritto:
Lei continua ad aggirare l'ostacolo con teorie che nulla hanno a che vedere con l'argomento specifico.


io non aggiro alcunche'...

io ho preso un'arma calibro .22LR...non Lei...

io ho sparato un colpo attraverso un vetro di determinato tipo e spessore...non Lei...

io ho posto dietro al vetro un blocco di gelatina balistica....non Lei...

io ho osservato il comportamento del proiettile....non Lei...

io ne ho misurato la penetrazione...non Lei...

ed io ho postato la foto relativa alla sezione del blocco di gelatina che dimostra come quanto da Lei supposto era sbagliato...

...quindi io non ho teorie...semmai le teorie sbagliate (..ve ne sono anche di quelle giuste..),come e' evidente, sono solamente Sue...

gabrielesamy ha scritto:

Allora per tagliare la testa al toro le faccio una domanda secca:
Non è il nostro caso, ma nell'ipotesi assurda che un domani le verrebe in mente di intraprendere l'attività di killer e dovrebbe ammazzare delle persone all'interno di un'autovettura, che [CENSORED] userebbe?


...nell'ipotesi assurda...un eventuale omicida userebbe cio' di cui dispone...

...e che vista da un lato la "meccanica" di impiego considerata, quindi brevissima distanza e colpi indirizzati a punti corporei in grado di mettere fuori combattimento la o le vittime in brevissimo tempo a prescindere dal calibro impiegato...

...e dall'altro fattori quali la semplicita' meccanica, ingombri e peso ridotti, il rinculo praticamente assente, il rumore allo sparo ridotto, la vampa ed il soffio praticamente assenti e l'estrema diffusione della munizione impiegata dall'arma...

...essa potrebbe coincidere con una [CENSORED] calibro 22LR anche potendo scegliere qualcosa di piu' prestante...

...probabilmente gli "Hit team" del Mossad o dell'OSS, tanto per citarne qualcuno, che impiegavano armi in calibro 22LR non avevano sentito i Suoi preziosi suggerimenti...

Saluti
Andrea
Top
Profilo Invia messaggio privato
psycothic



Registrato: 28/11/09 10:46
Messaggi: 3190

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 2:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

@ gabrielesamy

Vediamo di darsi una regolata, non c'è alcun bisogno di alzare i toni, la discussione può proseguire su binari tranquilli.
Ognuno è libero di esprimere la propria idea, ma sempre nel rispetto dele altrui opinioni.

Inoltre ti consiglio di imparare a quotare, per piacere evita di inserire post inutili con metà tags.
Wink

_________________
When Hell is full, the dead will walk the Earth
Top
Profilo Invia messaggio privato
gabrielesamy



Registrato: 16/08/10 03:50
Messaggi: 1360

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 3:00 pm    Oggetto: le risposte evasive Rispondi citando

Lei continua ad essere evasivo. Le ossa umane non sono gelatine. Lo sterno, la calotta cranica, l'occipite e via dicendo non le trapassi facilmente. Lei stesso ha asserito che sparando in testa ad una persona non si ha la certezza della sicura morte, figuriamoci se la pallottola è una cal.22 LR. Tuttavia lei è libero, ci mancherebbe altro, di rimanere con le sue teorie. Per quello che mi riguarda, rimango con le mie, tra l'altro accertate e notissime. Insomma che le piaccia o no, lei non è la cassazione, tutt'altro.-
Top
Profilo Invia messaggio privato
MK108



Registrato: 23/02/09 10:15
Messaggi: 548
Residenza: il Carosello

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 3:48 pm    Oggetto: Re: le risposte evasive Rispondi citando

gabrielesamy ha scritto:
Lei continua ad essere evasivo.


..non sono io ad essere evasivo...e' lei che continua ad insistere e non capire...

gabrielesamy ha scritto:

Le ossa umane non sono gelatine. Lo sterno, la calotta cranica, l'occipite e via dicendo non le trapassi facilmente.


..una pallottola proveniente da una cartuccia calibro .22LR fora tranquillamente la scatola cranica dato un impatto ortogonale...

gabrielesamy ha scritto:

Lei stesso ha asserito che sparando in testa ad una persona non si ha la certezza della sicura morte, figuriamoci se la pallottola è una cal.22 LR.


...sui testi scriverebbero a questo punto un bel c.v.d. ....

...visto che non si conosce il senso di quanto prima ho riportato lo si interpreta come piu' e' comodo...

gabrielesamy ha scritto:

Tuttavia lei è libero, ci mancherebbe altro, di rimanere con le sue teorie.


...gliel'ho gia' scritto...

...io ho fatto una semplice prova sul campo...con tutti i suoi limiti...pero' almeno una prova e' stata fatta...

...le teorie errate provengono dalla Sua tastiera...

gabrielesamy ha scritto:
Per quello che mi riguarda, rimango con le mie...


...immagino che non ero l'unico ad avere pochissimi dubbi in merito...

gabrielesamy ha scritto:

... tra l'altro accertate e notissime.


...accertate e notissime da chi non fa prove e dimostra di non conoscere la balistica terminale...

gabrielesamy ha scritto:

Insomma che le piaccia o no, lei non è la cassazione, tutt'altro.


...invece di occuparsi di chi io non sono...Le sarebbe piu' utile occuparsi di chi Lei sia...

Saluti
Andrea


L'ultima modifica di MK108 il Lun Nov 08, 2010 10:44 am, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato
psycothic



Registrato: 28/11/09 10:46
Messaggi: 3190

MessaggioInviato: Ven Nov 05, 2010 3:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ora che giustamente Andrea si è fatto le sue ragioni, invito a non continuare oltre la diatriba.
Se ci saranno infrazioni ripetute al regolamento sarà mia cura provvedere alle eventuali sanzioni.
Ultimo avvertimento.
Wink

_________________
When Hell is full, the dead will walk the Earth
Top
Profilo Invia messaggio privato
ilparola



Registrato: 01/09/10 11:30
Messaggi: 1214

MessaggioInviato: Mer Mag 09, 2012 9:32 am    Oggetto: Rispondi citando

Riesumo questo topic perchè ho letto di recente un articolo sulle tecniche di sparo, ne riporto un passaggio:

Citazione:
Nel 1965 si impose alle cronache del settore l’ex tenente colonnello dei Marines, Jeff Cooper che riprese, unificò ed innovò tutto quanto elaborato sino ad allora nel campo del tiro di polizia con la pistola, nel metodo “Modern technique of pistol” (vedi oltre).

- Mozambico (The mozambique drill – 1974): consiste nel tirare due colpi al torso dell’oppositore ed uno in testa. Con un incremento nell’utilizzo dei giubbotti antiproiettile è tutt’ora un buon esercizio, anche se sostituito di recente dal “Close the zip” di scuola Suarez.



Il mostro ha mai utilizzato questa tecnica, o una tecnica ben definita per sparare?
Top
Profilo Invia messaggio privato
amasiah



Registrato: 22/03/12 19:39
Messaggi: 204
Residenza: Toscana-Chianti-Valdarno

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 2:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Su questo fatto della breve distanza , qualcosa da ridire ce l'avrei.
Innanzitutto i periti sono concordi nell' affermare che i colpi sono sempre stati sparati " a distanza"...che , come fu specificato in tribunale, significa "da oltre 40 cm."
Un secondo rilievo è dato dal fatto che , credo, nessuno , sparerebbe con la bocca della [CENSORED] attaccata al vetro, altrimenti l'effetto dirompente potrebbe causare l'esplosione dei vetri del parabrezza verso lo sparatore ferendolo.

Se si esclude il caso Locci Lo Bianco, dove il finestrino dx era aperto e non è stato colpito dai proiettili, negli altri casi si può pensare che la effettiva distanza dal punto di sparo fosse sempre di almeno 1 metro / 1 metro e mezzo dal finestrino, e quindi i colpi che hanno raggiunto Pettini, Gentilcore, Cambi, Baldi sicuramente da almeno 2 metri o più.
Negli altri casi non ci sono dati univoci, o comunque la dinamica fa presupporre spari da distanze diverse, anche minori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 2:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

amasiah ha scritto:
Su questo fatto della breve distanza , qualcosa da ridire ce l'avrei.
Innanzitutto i periti sono concordi nell' affermare che i colpi sono sempre stati sparati " a distanza"...che , come fu specificato in tribunale, significa "da oltre 40 cm."
Un secondo rilievo è dato dal fatto che , credo, nessuno , sparerebbe con la bocca della [CENSORED] attaccata al vetro, altrimenti l'effetto dirompente potrebbe causare l'esplosione dei vetri del parabrezza verso lo sparatore ferendolo.

Se si esclude il caso Locci Lo Bianco, dove il finestrino dx era aperto e non è stato colpito dai proiettili, negli altri casi si può pensare che la effettiva distanza dal punto di sparo fosse sempre di almeno 1 metro / 1 metro e mezzo dal finestrino, e quindi i colpi che hanno raggiunto Pettini, Gentilcore, Cambi, Baldi sicuramente da almeno 2 metri o più.
Negli altri casi non ci sono dati univoci, o comunque la dinamica fa presupporre spari da distanze diverse, anche minori.


Aggiungo che secondo le perizie i colpi contro il furgone dei tedeschi furono esplosi a una distanza sicuramente superiore ai 40cm.
E' vero sparava da lontano. E secondo me a Rabatta hanno fatto confusione con le perizie e dove c'è scritto destra il realtà è sinistra e viceversa: infatti secondo me a Rabatta ha sparato dal finestrino sx in frantumi contro la coppia stesa sul sedile passeggero reclinato, Pasquale prono, Stefania supina. Avesse sparato dalla portiera di destra aperta, sarebbe stato troppo vicino e avrebbe freddato molto facilmente i due ragazzi, mente invece come sappiamo la maggior parte dei colpi non colpì zone vitali, tant'è che Stefania sopravvisse agli spari e fu uccisa a coltellate.
Top
Profilo Invia messaggio privato
sherlock79



Registrato: 01/03/12 18:02
Messaggi: 574

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 3:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ma se un proiettile viene estratto dal braccio sinistro di Pasquale, il braccio sinistro sta a sinistra no?! Poi un altro proiettile viene stratto dal corpo dopo aver attraversato il braccio sinistro e ha interessato polmoni e cuore, quello risultato mortale.
Poi un altro proiettile estratto dalla zona illiaca sinistra della regione lombare, un'altro ancora dalla zona destra inguinale.
Apparte quest'ultimo che potrebbe avere un tramite maggiore mi sembra che ci siano pochi dubbi, colpi sparati dalla sinistra con un tramite verso destra rispetto al corpo.
Su questo fatto coincidono le perizie di Murri-Zuntini, De Fazio e Iadevito.
Sul corpo di Stefania proiettile estratto dal ginocchio destro, e coincidenza di ferite tra la perizia De Fazio e quella Mauri-Zuntini.
Bel problema se tutti e tre non riescono a distinguere la destra dalla sinistra...
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 4:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

sherlock79 ha scritto:
Ma se un proiettile viene estratto dal braccio sinistro di Pasquale, il braccio sinistro sta a sinistra no?! Poi un altro proiettile viene stratto dal corpo dopo aver attraversato il braccio sinistro e ha interessato polmoni e cuore, quello risultato mortale.
Poi un altro proiettile estratto dalla zona illiaca sinistra della regione lombare, un'altro ancora dalla zona destra inguinale.
Apparte quest'ultimo che potrebbe avere un tramite maggiore mi sembra che ci siano pochi dubbi, colpi sparati dalla sinistra con un tramite verso destra rispetto al corpo.
Su questo fatto coincidono le perizie di Murri-Zuntini, De Fazio e Iadevito.
Sul corpo di Stefania proiettile estratto dal ginocchio destro, e coincidenza di ferite tra la perizia De Fazio e quella Mauri-Zuntini.
Bel problema se tutti e tre non riescono a distinguere la destra dalla sinistra...


99 su 100 hai ragione tu; tuttavia mi sembra impossibile che sparando tutti i colpi dallo sportello destro aperto e quindi da una distanza così ravvicinata non sia stato in grado di freddare i due ragazzi. Perché non li spara direttamente alla testa a via? Sembra veramente che questa fosse la prima volta che sparava contro delle persone...
Top
Profilo Invia messaggio privato
amasiah



Registrato: 22/03/12 19:39
Messaggi: 204
Residenza: Toscana-Chianti-Valdarno

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 6:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

Anche io all' inizio pensavo facessero un pò confusione con la sx e la dx però poi ho pensato che le persone si muovono anche, specie appena si rompe il finestrino.
Nel caso Pettini Gentilcore Maurri , e De Fazio sono concordi nella direzione : da sx verso dx. Le ferite sono tutte sulla sx di pasquale e sulla dx della pettini ( parlo dei colpi d'arma da fuoco). Da una serie di osservazioni che adesso a memoria non ricordo Maurri dedusse per la posizione supina della pettini e prona di Gentilcore. Non andò oltre. Almeno in tribunale.

Detto così però si fa fatica a immaginare i colpi sulla sx di P.G. e tanto più si fa fatica per la dx della Pettini.

La dinamica in realtà dovrebbe vedere il seguente scenario: Pettini è supina e Gentilcore Prono su di lei , con il viso all' altezza del suo seno ( lo si desume da fatto che un colpo al ginocchio della pettini è quasi certamente la prosecuzione di un colpo che prima ha attinto P.G. questo lo dice De Fazio)...quando Mdf spara il primo colpo la reazione naturale di una persona prona è compiere una leggera torsione verso dx e verso l'alto mostrando allora l'addome e il torace, mentre la naturale reazione di una persona in posizione supina è una torsione verso l'alto e verso sx, mostrando allora il braccio ( quest'ultimo probabilmente ad angolo a protezione del viso) e il fianco sx. Esattamente dove i colpi furono repertati. Peraltro De Fazio non esclude, nel caso dei colpi alla Pettini, che il Mdf habbia o potuto colpire dalla Sx verso lei, oppure, spostatosi sul lato dx dell' auto abbia sparato da lì, una volta perto lo sportello , evidentemente...
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 6:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

amasiah ha scritto:
Anche io all' inizio pensavo facessero un pò confusione con la sx e la dx però poi ho pensato che le persone si muovono anche, specie appena si rompe il finestrino.
Nel caso Pettini Gentilcore Maurri , e De Fazio sono concordi nella direzione : da sx verso dx. Le ferite sono tutte sulla sx di pasquale e sulla dx della pettini ( parlo dei colpi d'arma da fuoco). Da una serie di osservazioni che adesso a memoria non ricordo Maurri dedusse per la posizione supina della pettini e prona di Gentilcore. Non andò oltre. Almeno in tribunale.

Detto così però si fa fatica a immaginare i colpi sulla sx di P.G. e tanto più si fa fatica per la dx della Pettini.

La dinamica in realtà dovrebbe vedere il seguente scenario: Pettini è supina e Gentilcore Prono su di lei , con il viso all' altezza del suo seno ( lo si desume da fatto che un colpo al ginocchio della pettini è quasi certamente la prosecuzione di un colpo che prima ha attinto P.G. questo lo dice De Fazio)...quando Mdf spara il primo colpo la reazione naturale di una persona prona è compiere una leggera torsione verso dx e verso l'alto mostrando allora l'addome e il torace, mentre la naturale reazione di una persona in posizione supina è una torsione verso l'alto e verso sx, mostrando allora il braccio ( quest'ultimo probabilmente ad angolo a protezione del viso) e il fianco sx. Esattamente dove i colpi furono repertati. Peraltro De Fazio non esclude, nel caso dei colpi alla Pettini, che il Mdf habbia o potuto colpire dalla Sx verso lei, oppure, spostatosi sul lato dx dell' auto abbia sparato da lì, una volta perto lo sportello , evidentemente...


Ne deduco quindi che nel 1974 il mostro non avesse idea di come e dove si sparasse per neutralizzare le vittime.
Inoltre vorrei far notare un'altra cosa: è l'unica volta che prima di sparare apre lo sportello, invece di sparare attraverso il vetro. L'unica volta. Nei delitti degli anni '80 manterrà sempre una certa distanza.
I mesi scorsi ho insinuato la possibilità che in questo caso il mostro non avesse intenzione di uccidere subito la coppia, ma che si fosse intrattenuto con essa in qualche modo, minacciandola con la pistola, come faceva il guardone squilibrato Giuseppino Balsamo:

Ale ha scritto:

Stai parlando del novarese Giuseppino Balsamo, che ha bazzicato anche il territorio fiorentino finendo a Montelupo....


La Stampa - 4 giugno 1994

Novara, arrestato dalla Squadra Mobile il maniaco che ha sparato alla coppia
Preso al giardino della stazione
La ricostruzione dell'agguato. L'uomo si è avvicinato ai giovani in auto sparando un colpo in aria. Poi minacce e altri spari. Le vittime sotto choc: "Credevamo avesse solo una scacciacani"

Novara - Era seduto su una panchina ai giardinetti della stazione. Sembrava quasi stesse aspettando gli agenti della Squadra Mobile che lo hanno catturato. Giuseppino Balsamo, 51 anni, al sostituto procuratore Enrico Ciardi che ne ha disposto il fermo, ha spiegato: "Sono stato spinto da un bisogno insopprimibile".
Una "molla" che lo ha indotto ad aggredire due fidanzati appartati in auto lungo la strada che porta al depuratore di via generali. Balsamo ha sparato. Solo per caso i giovani (tutti e due novaresi: lui 26 anni, lei 27) sono illesi.
La serata di mercoledi è stata ricostruita nei dettagli dalla Mobile che ha affiancato i carabinieri nelle ricerche. Balsamo ruba una bicicletta e pedala fino in via generali. Sa benissimo che in quella zona, quando fa buio, molti si appartano in cerca di intimità. In mano ha una [CENSORED] (racconterà che gli è stata venduta da un extracomunitario). Si avvicina alla Lancia Prisma "annunciandosi" con un colpo sparato in aria. I due ragazzi sono distesi sui sedili, ancora vestiti. Finestrini e portiere sono bloccati. Balsamo vuole avere un rapporto sessuale con la ragazza, le due vittime reagiscono insultandolo: a questo punto chiede minaccioso di poter "solo guardare". E' un attimo: la [CENSORED] passa dalla mano destra all'altra. Il ragazzo si accorge e innesta la prima descrivendo una U nel campo arato. Balsamo spara: un colpo nel fanale destro, uno nel cofano e un altro, il più pericoloso che trapassa il sedile della ragazza e si conficca nello sportello. "Credevamo avesse solo una scacciacani, altrimenti la reazione sarebbe stata diversa" raccontano gli scampati agli inquirenti.
I giovani trovano la salvezza al Comando dei vigili urbani. Nel frattempo Balsamo percorre qualche centinaio di metri della strada sterrata e raggiunge l'argine dell'Agogna. Getta la bici rubata e alcuni suoi vestiti. Alla polizia racconta di aver gettato la [CENSORED] (una Bernardelli 7,65) in un canale di scarico che costeggia la risaia. Ma le ricerche, condotte con il prezioso aiuto dei vigili del fuoco e dei mezzi dell'impresa Brambati, danno esito negativo. Nemmeno il metal-detector trova nulla. E' probabile che anche la [CENSORED] sia finita nel torrente.
Ora il disoccupato, già ricoverato nel manicomio penale di Montelupo Fiorentino, dovrà rispondere di duplice tentato omicidio, porto abusivo d'arma da fuoco, tentata violenza carnale, furto di bicicletta, ricettazione della pistola.
Comprensibile la soddisfazione del dirigente della Mobile: "Difronte ad un reato del genere abbiamo pensato immediatamente a Balsamo. Lo abbiamo cercato in un'osteria che frequenta abitualmente, al dormitorio e anche in un centro sociale di Milano. E invece era ai giardini della stazione di Novara". Forse ancora scosso dagli istinti di [CENSORED] e violenza della notte precedente.

I precendenti - con l'ascia e la torcia

Sesso e violenza. Ingredienti decisamente in eccesso nella mente di Giuseppino Balsamo.
Le cronache si occupano a più riprese di lui. Nel giugno del 1980 costringe la moglie a prostituirsi e, dopo aver assistito alle "prestazioni", rapina i clienti. Il luogo: l'argine di una risaia.
Balsamo minaccia i clienti della moglie con una [CENSORED] giocattolo e agisce mascherato con un passamontagna. Poi, nella notte di Capodanno fra l'81 e l'82, viene sorpreso con un'ascia. Minacciava una coppia in un boschetto.
Nel febbraio '87 un altro episodio: una coppia di studenti è appartata in auto nei pressi di Via Marconi. Ad un tratto sbuca dal buio Balsamo, coperto da una calzamaglia. Minaccia i ragazzi armato di un oggetto metallico e una torcia. Li costringe a continuare nelle loro effusioni mentre lui guarda dai finestrini. L'incubo dura finché il ragazzo reagisce: mette in moto l'auto e gli va addosso, approfitta del momento e riempie di botte l'intruso che deve ricorrere alle cure del Pronto Soccorso.
Ovviamente Balsamo rimedia l'ennesima denuncia.
Il fatto che più si avvicina a quello di mercoledi notte è sicuramente quello accaduto al Torrion Quartara nel marzo del 1991. Armato di ascia il maniaco esce dal buio gridando frasi oscene. Tiene per due lunghissime ore due giovani in ostaggio. Addirittura entra in auto con loro, li costringe a scambiarsi effusioni. I ragazzi cercano il dialogo, poi approfittano dell'attimo in cui si accende una sigaretta per spingerlo fuori dall'abitacolo (dopo una breve collutazione) e fuggire a tutto gas. Balsamo si ferisce, va in ospedale per farsi medicare e, oltre a medici e infermieri, trova gli agenti della squadra mobile che lo arrestano. Le aggressioni non si trasformano mai in omicidio. La situazione, però, l'altra sera sembava essergli sfuggita di mano.
Top
Profilo Invia messaggio privato
amasiah



Registrato: 22/03/12 19:39
Messaggi: 204
Residenza: Toscana-Chianti-Valdarno

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 7:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

Che non abbia un idea chiara di come uccidere si desume , direi , abbastanza chiaramente. Nel 1974 spara almeno 11 colpi, ma per logica direi 11 colpi.( questo tra l'altro ci dice che usa un caricatore a 10 colpi e 1 in canna.) Lo scarica tutto ( come anche poi negli altri omicidi) e se ne deve dedurre che non si sente particolarmente sicuro con la [CENSORED] e in generale nemmeno di sè, altrimenti apri lo sportello e spari alla testa due colpi. Mira a caso al corpo, non alla testa.
Peraltro non è nemmeno vero che rifugga il contatto con la donna, dal momento che si desume abbastanza chiaramente dalla perizia necroscopica che , non avendo ucciso la Pettini, la prende subito alla testa, premendo con una mano la fronte e con l'altra la bocca e il mento della stessa. Ci sono segni inequivocabili di pressione e forme corrispondenti proprio in quei punti.
Poi molla la presa e gli assesta due coltellate profonde in viso, unain zona parietale più o meno , vicino all' orecchio, e una all' emimandibola sx che trapassa l'osso e arriva fino al mento , dal basso verso l'alto. Probabilmente lei urlava e lui ha deciso di chiudere in modo definitivo. Poichè non è morta ancora, gli piazza altre 5 6 coltellate, due al cuore ( una spingendo fino in fondo) ,due ai polmoni , e due al torace seno sinistro. E lo fa quando lei è ancora in macchina, perchè tracce di sangue sotto il cadavere non ve ne sono ( cioè ci sono solo leggere macchie da sgocciolamento, contro abbondanti versamenti sul sedile anteriore dx).
Quindi , verosimilmente, dopo gli spari , si sposta sul lato dx prende la Pettini per i piedi e la porta verso davanti , mentre lei urla, gli tappa la bocca come ho detto e poi la accoltella....a quel punto lei muore quasi all' istante.

Direi decisamente un aggressione violenta piuttosto che un esecuzione sommaria.
Top
Profilo Invia messaggio privato
La Rinascente



Registrato: 24/02/10 20:14
Messaggi: 4509

MessaggioInviato: Ven Ago 17, 2012 8:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

amasiah ha scritto:
Che non abbia un idea chiara di come uccidere si desume , direi , abbastanza chiaramente. Nel 1974 spara almeno 11 colpi, ma per logica direi 11 colpi.( questo tra l'altro ci dice che usa un caricatore a 10 colpi e 1 in canna.) Lo scarica tutto ( come anche poi negli altri omicidi) e se ne deve dedurre che non si sente particolarmente sicuro con la [CENSORED] e in generale nemmeno di sè, altrimenti apri lo sportello e spari alla testa due colpi. Mira a caso al corpo, non alla testa.
Peraltro non è nemmeno vero che rifugga il contatto con la donna, dal momento che si desume abbastanza chiaramente dalla perizia necroscopica che , non avendo ucciso la Pettini, la prende subito alla testa, premendo con una mano la fronte e con l'altra la bocca e il mento della stessa. Ci sono segni inequivocabili di pressione e forme corrispondenti proprio in quei punti.
Poi molla la presa e gli assesta due coltellate profonde in viso, unain zona parietale più o meno , vicino all' orecchio, e una all' emimandibola sx che trapassa l'osso e arriva fino al mento , dal basso verso l'alto. Probabilmente lei urlava e lui ha deciso di chiudere in modo definitivo. Poichè non è morta ancora, gli piazza altre 5 6 coltellate, due al cuore ( una spingendo fino in fondo) ,due ai polmoni , e due al torace seno sinistro. E lo fa quando lei è ancora in macchina, perchè tracce di sangue sotto il cadavere non ve ne sono ( cioè ci sono solo leggere macchie da sgocciolamento, contro abbondanti versamenti sul sedile anteriore dx).
Quindi , verosimilmente, dopo gli spari , si sposta sul lato dx prende la Pettini per i piedi e la porta verso davanti , mentre lei urla, gli tappa la bocca come ho detto e poi la accoltella....a quel punto lei muore quasi all' istante.

Direi decisamente un aggressione violenta piuttosto che un esecuzione sommaria.


Secondo me è uno che prima di quella notte non aveva mai sparato contro degli esseri umani vivi e forse addirittura non aveva mai sparato in generale, perché nonostante sia vicinissimo (stando alle perizie questo è il delitto nel quale spara più da vicino fra tutti) e in una posizione di totale vantaggio, è costretto a svuotare l'intero caricatore per uccidere il ragazzo e deve ricorrere all'arma bianca per finire la ragazza che era sopravvissuta agli spari.
E' uno che dimostra di sentirsi più a suo agio con le armi da taglio che con la pistola: quando estrae il coltello non esita a piantarlo subito nella faccia della povera vittima e poi al petto.
Sto iniziando a pensare, visto l'impaccio col quale manovra la [CENSORED] che a questo stadio essa gli servisse soprattutto nella fase "minaccia della coppia" (stile Giuseppino Balsamo): infatti se si fosse presentato solo armato di coltello sarebbe stato più facile disarmarlo e non avrebbe suscitato timore come con una pistola.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10  Successivo
Pagina 8 di 10

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 4.185