Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Lo spostamento dei cadaveri
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Giu 28, 2017 3:35 am    Oggetto: Ads

Top
segugio



Registrato: 23/02/09 15:02
Messaggi: 919

MessaggioInviato: Mar Feb 24, 2009 5:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Vorrei sapere se dalle perizie e ricostruzioni tecniche degli omicidi, i cadaveri sono stati sempre trascinati o anche sollevati.

Mi pare di capire che il francese agli Scopeti non fu trascinato, ma addirittura lanciato.

Ovviamente tutto questo dal punto di vista della domanda (all'apparenza bnale) di un unico sk/ o più persone presenti sulla scena.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giulia



Registrato: 22/02/09 17:26
Messaggi: 222

MessaggioInviato: Mer Feb 25, 2009 11:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

Se Kraveichvilij sia stato trascinato o lanciato nel dirupo, non lo so...

Sembra comunque che i cadaveri delle ragazze - che pure erano tutte di corporatura abbastanza esile, meno la Rontini che, dalle foto, sembrava piuttosto pienotta - presentassero sulla schiena escoriazioni postmortem compatibili col trascinamento... Vedi anche la catenina della De Nuccio, trovata per metà impigliata tra le sue labbra.

_________________
Non c'è prezzo per la miticità. E neppure per l'attraenza.
(Kung Fu Panda)
Top
Profilo Invia messaggio privato
firenzeviola



Registrato: 08/12/09 12:38
Messaggi: 10
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Mar Dic 08, 2009 1:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

segugio ha scritto:
Vorrei sapere se dalle perizie e ricostruzioni tecniche degli omicidi, i cadaveri sono stati sempre trascinati o anche sollevati.

Mi pare di capire che il francese agli Scopeti non fu trascinato, ma addirittura lanciato.

Ovviamente tutto questo dal punto di vista della domanda (all'apparenza bnale) di un unico sk/ o più persone presenti sulla scena.


Sinceramente per quanto so, nella maggior parte dei casi i cadaveri sono stati trascinati. Nel caso degli Scopeti, il ragazzo era uscito dalla parte posteriore della tenda, rispetto a chi ha tagliato la tenda e sparato alla ragazza, ha provato a scappare verso il bosco ma, già leggermente ferito alla spalla, è stato raggiunto e finito proprio nei pressi del punto dove poi è stato ritrovato dal cercatore di funghi... A mio avviso è stato solo spostato leggermente dal vialetto e posto tra cespugli e bidoni.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Mar Dic 08, 2009 6:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

una attenta analisi delle macchie di sangue sul luogo dei massacri avrebbe potuto dimostrare se i corpi delle vittime erano stati semplicemente trascinati o sollevati. cosa che avrebbe anche permesso di capire se stefano baldi era finito fuori dell'auto perchè aveva cercato di scappare o se perchè fu eccezionalmente l'assassino a doverlo spostare e lasciarlo lì per qualche necessità del momento.

la distribuzione, la forma e le dimensioni del sangue circostante avrebbero anche permesso di capire (e questo lo dico per venire incontro a chi la pensa diversamente da me) se gli spostamenti erano opera di una o di più persone. perchè la presa e il modo di spostare cambiano a seconda del numero di persone che operano su un corpo dopo un delitto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
accent



Registrato: 20/10/09 20:26
Messaggi: 1809

MessaggioInviato: Mar Dic 08, 2009 11:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

firenzeviola ha scritto:
Nel caso degli Scopeti, il ragazzo era uscito dalla parte posteriore della tenda, rispetto a chi ha tagliato la tenda e sparato alla ragazza....


Giusto per la precisione: chi ha sparato lo ha fatto dalla parte dell'apertura della tenda, non dalla parte del taglio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Mer Dic 09, 2009 11:14 am    Oggetto: Rispondi citando

soprattutto non mi risulta che jean michel uscì dalla parte posteriore della tenda.
Top
Profilo Invia messaggio privato
master



Registrato: 23/02/09 22:36
Messaggi: 2125

MessaggioInviato: Mer Dic 09, 2009 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

firenzeviola ha scritto:
segugio ha scritto:
Vorrei sapere se dalle perizie e ricostruzioni tecniche degli omicidi, i cadaveri sono stati sempre trascinati o anche sollevati.

Mi pare di capire che il francese agli Scopeti non fu trascinato, ma addirittura lanciato.

Ovviamente tutto questo dal punto di vista della domanda (all'apparenza bnale) di un unico sk/ o più persone presenti sulla scena.


Sinceramente per quanto so, nella maggior parte dei casi i cadaveri sono stati trascinati. Nel caso degli Scopeti, il ragazzo era uscito dalla parte posteriore della tenda, rispetto a chi ha tagliato la tenda e sparato alla ragazza, ha provato a scappare verso il bosco ma, già leggermente ferito alla spalla, è stato raggiunto e finito proprio nei pressi del punto dove poi è stato ritrovato dal cercatore di funghi... A mio avviso è stato solo spostato leggermente dal vialetto e posto tra cespugli e bidoni.


No, il ragazzo e' uscito dalla parte contro cui si sparava, cioe' dall'entrata della tenda, ed era stato colpito da 4 proiettili alla bocca al braccio sinistro e al gomito destro. Sul trascinamento chiedere ad Henry (pare che sia stato trascinato e non "lanciato" come disse qualche giornale dell'85). A Mosciano la ragazza fu certamente sollevata per buona parte del percorso che separava l'auto dall campo d'ulivi, almeno stando alla mancanza di segni sul terreno DSu Calenzano non mi pronuncio, mentre a Vicchio la ragazza fu certamente trascinata.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Mer Dic 09, 2009 6:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

master ha scritto:
il ragazzo e' uscito dalla parte contro cui si sparava, cioe' dall'entrata della tenda, ed era stato colpito da 4 proiettili alla bocca al braccio sinistro e al gomito destro.


esatto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
van helsing



Registrato: 16/08/10 11:56
Messaggi: 16

MessaggioInviato: Mar Ago 17, 2010 12:22 am    Oggetto: Rispondi citando

Buongiorno a tutti, vorrei chiedere il vostro parere su una questione che pongo probabilmente con molta ingenuità, non avendo competenze psichiatriche.
I sostenitori della tesi del killer solitario sottolineano l'aspetto maniacale e rituale degli omicidi del mostro. In particolare fanno riferimento all'allontamento dei corpi delle ragazze come conseguenza del desiderio di impossessarsene simbolicamente, allontanandole dal ragazzo.
Spezi definisce questa abitudine "la firma" del mostro, un comportamento che non ha motivo logico, gli fa perdere tempo e lo espone a pericoli.
Ora mi chiedo, la (presunta) esigenza maniacale dell' "impossessarsi" dei colpi allontanandoli, come si coniuga con l'aver riportato il corpo della ragazza all'interno della tenda nel delitto dell'85?
Cioè, da un punto di vista psichiatrico ha senso affermare che questo presunto impulso patologico possa di fatto venire in qualche modo ridimensionato da una razionale esigenza a correre meno rischi possibile? Questo impulso, una volta che il killer è entrato in azione, non dovrebbe essere comunque prioritario?
Allo stesso modo, è possibile che il killer sia dominato dell'esigenza patologica di prelevare feticci, ma vi rinunci in seguito alla considerazione che l'automobile delle vittime è troppo in vista? (delitto dell'82?)
O forse bisognerebbe un po' ridimensionare la cosiddetta "firma", ritenendola non un impulso irrefrenabile ma poco più che una sorta di vezzo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Try my disco



Registrato: 17/09/09 14:44
Messaggi: 937

MessaggioInviato: Mar Ago 17, 2010 12:41 am    Oggetto: Rispondi citando

van helsing ha scritto:
Buongiorno a tutti, vorrei chiedere il vostro parere su una questione che pongo probabilmente con molta ingenuità, non avendo competenze psichiatriche.
I sostenitori della tesi del killer solitario sottolineano l'aspetto maniacale e rituale degli omicidi del mostro. In particolare fanno riferimento all'allontamento dei corpi delle ragazze come conseguenza del desiderio di impossessarsene simbolicamente, allontanandole dal ragazzo.
Spezi definisce questa abitudine "la firma" del mostro, un comportamento che non ha motivo logico, gli fa perdere tempo e lo espone a pericoli.
Ora mi chiedo, la (presunta) esigenza maniacale dell' "impossessarsi" dei colpi allontanandoli, come si coniuga con l'aver riportato il corpo della ragazza all'interno della tenda nel delitto dell'85?
Cioè, da un punto di vista psichiatrico ha senso affermare che questo presunto impulso patologico possa di fatto venire in qualche modo ridimensionato da una razionale esigenza a correre meno rischi possibile? Questo impulso, una volta che il killer è entrato in azione, non dovrebbe essere comunque prioritario?
Allo stesso modo, è possibile che il killer sia dominato dell'esigenza patologica di prelevare feticci, ma vi rinunci in seguito alla considerazione che l'automobile delle vittime è troppo in vista? (delitto dell'82?)
O forse bisognerebbe un po' ridimensionare la cosiddetta "firma", ritenendola non un impulso irrefrenabile ma poco più che una sorta di vezzo?



Il suo non accontentarsi di uccidere e basta gli fa correre questi rischi, come nel 1982... Credo che non possa fare a meno di spostare, tagliare punzecchiare o inserire tralci di vite a mo' di sfregio...quando non lo fa, a mio avviso è perchè impossibilitato, forse dall'avvicinarsi di qualcosa o qualcuno, una macchina, un rumore(anche di un animale)...altrimenti lo avrebbe sempre fatto, anche perchè credo sia quello il suo vero obiettivo, uccidere e disporre dei cadaveri(specie quello femminile) a suo piacimento...
Top
Profilo Invia messaggio privato
dan880



Registrato: 22/02/09 21:18
Messaggi: 4546

MessaggioInviato: Sab Ago 21, 2010 2:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

indubbiamente try my disco.
Top
Profilo Invia messaggio privato
master



Registrato: 23/02/09 22:36
Messaggi: 2125

MessaggioInviato: Sab Ago 21, 2010 4:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

van helsing ha scritto:
Buongiorno a tutti, vorrei chiedere il vostro parere su una questione che pongo probabilmente con molta ingenuità, non avendo competenze psichiatriche.
I sostenitori della tesi del killer solitario sottolineano l'aspetto maniacale e rituale degli omicidi del mostro. In particolare fanno riferimento all'allontamento dei corpi delle ragazze come conseguenza del desiderio di impossessarsene simbolicamente, allontanandole dal ragazzo.
Spezi definisce questa abitudine "la firma" del mostro, un comportamento che non ha motivo logico, gli fa perdere tempo e lo espone a pericoli.
Ora mi chiedo, la (presunta) esigenza maniacale dell' "impossessarsi" dei colpi allontanandoli, come si coniuga con l'aver riportato il corpo della ragazza all'interno della tenda nel delitto dell'85?
Cioè, da un punto di vista psichiatrico ha senso affermare che questo presunto impulso patologico possa di fatto venire in qualche modo ridimensionato da una razionale esigenza a correre meno rischi possibile? Questo impulso, una volta che il killer è entrato in azione, non dovrebbe essere comunque prioritario?
Allo stesso modo, è possibile che il killer sia dominato dell'esigenza patologica di prelevare feticci, ma vi rinunci in seguito alla considerazione che l'automobile delle vittime è troppo in vista? (delitto dell'82?)
O forse bisognerebbe un po' ridimensionare la cosiddetta "firma", ritenendola non un impulso irrefrenabile ma poco più che una sorta di vezzo?


Francamente a me pare che questo della separazione dei corpi sia l'unico aspetto che non si puo' con certezza attribuire alla "firma", visto che esistono motivazioni pratiche per metterlo in atto. La firma per l'appunto rimanda a comportamenti non spiegabili con le necessita' esecutive, o che indicano una ritualita' di cui l'assassino non puo' fare a meno (vedi l'uso sempre della stessa arma e forse dei medesimi proiettili).

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
Elle



Registrato: 28/07/10 07:49
Messaggi: 796

MessaggioInviato: Lun Set 06, 2010 11:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

Van Helsing cosa intendi per impulso che dovrebbe essere prioritario? Mi sembra di avere capito che per te è prioritario il bisogno di feticci alla sicurezza stesa del compiere l'azione e che in pratica il mostro li avrebbe tolti comunque se fossero stato il suo vero obiettivo nonostante i rischi. Spunto interessante e infatti me lo sono chiesto anche io leggendo le notti di accent e de gothia perchè, se era in macchina con loro, anzichè perdere tempo a spostare la macchina il mostro non tagliuzza alla svelta dentro la macchina stessa. Alla fine, siccome i sk sono pazzi ma lucidi, credo sia l'istinto di sporavvivenza che lo fa abbandonare i possibili feticci in situazioni che avverte troppo a rischio e l'istinto di sopravvivenza si sa è il più forte in natura. Per le enormi possibilità, invece, che avrebbero potuto comunicarci le macchie di sangue se studiate oggi.....non fatemici pensare Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
accent



Registrato: 20/10/09 20:26
Messaggi: 1809

MessaggioInviato: Lun Set 06, 2010 11:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Elle ha scritto:
Van Helsing cosa intendi per impulso che dovrebbe essere prioritario? Mi sembra di avere capito che per te è prioritario il bisogno di feticci alla sicurezza stesa del compiere l'azione e che in pratica il mostro li avrebbe tolti comunque se fossero stato il suo vero obiettivo nonostante i rischi. Spunto interessante e infatti me lo sono chiesto anche io leggendo le notti di accent e de gothia perchè, se era in macchina con loro, anzichè perdere tempo a spostare la macchina il mostro non tagliuzza alla svelta dentro la macchina stessa. Alla fine, siccome i sk sono pazzi ma lucidi, credo sia l'istinto di sporavvivenza che lo fa abbandonare i possibili feticci in situazioni che avverte troppo a rischio e l'istinto di sopravvivenza si sa è il più forte in natura. Per le enormi possibilità, invece, che avrebbero potuto comunicarci le macchie di sangue se studiate oggi.....non fatemici pensare Rolling Eyes


Sul fatto della separazione, si è sempre detto da parte degli "esperti" che rispondeva a una necessità psicologica del mostro. Può darsi...

Ma secondo me rispondeva soprattutto (e forse UNICAMENTE) a una necessità pratica: fare le escissioni dentro l'abitacolo piccolissimo di una Panda o di una 127, su un corpo morto difficile da spostare, dove oltretutto c'era pure il cadavere del ragazzo a fare da ingombro, è di una complicazione assurda.
Mentre invece tirare fuori la ragazza dall'auto, distenderla al suolo con le gambe allargate, facilita enormemente tutta l'operazione e la rende rapidissima.

Infatti, l'unico omicidio in cui i due ragazzi siano stati trovati entrambi fuori dall'auto, a una certa distanza fra loro, è stato a Calenzano. Ma in quel caso, che ne sappiamo veramente di cosa sia successo?
Forse Stefano Baldi aveva cercato di fuggire, proprio come fece anni dopo Jean Michael. Sta di fatto che in tutti gli altri casi il mostro non ha mai mostrato nessun interesse nello spostamento dei corpi delle vittime maschili.
Per cui su questa cosa della "necessità psicologica di separare le vittime" io ci andrei un po' cauto e non l'accetterei proprio a scatola chiusa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Elle



Registrato: 28/07/10 07:49
Messaggi: 796

MessaggioInviato: Mar Set 07, 2010 8:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Su questo sono d'accordo.Meglio se accadeva e poteva ma non strettamente necessario Smile Accent hop letto la tua ricostruzione di baccaiano e ne approfitto per farti i complimenti, molto interessante ho apprezzato particolarmente tutti gli schemini che hai fatto per illustrare meglio il testo Wink .
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Aspetti tecnici e balistici Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.331