Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Mark Nash - il Mostro di Dublino

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Dom Giu 25, 2017 7:07 pm    Oggetto: Ads

Top
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3496

MessaggioInviato: Mer Apr 29, 2015 2:43 pm    Oggetto: Mark Nash - il Mostro di Dublino Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Mark Nash, il Mostro di Dublino, condannato 20 anni dopo i suoi atroci delitti

Mark Nash è considerato il più brutale assassino irlandese. Il dna lo ha incastrato per un duplice delitto del 1997. Ma era già dentro per altri due omicidi. Quando confessò una prima volta, in prigione al suo posto c’era già un altro.

Alle sei del mattino del 7 marzo 1997 Ann Mernagh, 46 anni, esce dalla sua camera da letto per fare colazione. Vive in una casetta insieme ad altre due donne. Ed è una casetta particolare, perché ospita persone con disturbi mentali seguiti dall’ospedale di St.Brendan, quartiere di Grangegorman, Dublino. Ann scende al piano di sotto e in fondo alla scala nota un borsone rovesciato e una luce accesa in salotto. Strano. Quando entra in cucina, la finestra è aperta e il vento soffia sulle tende. I cassetti sono aperti, uno è appoggiato sul pavimento. Ann si spaventa. Teme che siano passati i ladri. Corre di nuovo di sopra, ad avvertire Sylvia Sheils, una delle coinquiline. Spalanca la porta, ma resta di sasso: la donna, 60 anni, sofferente di schizofrenia paranoide, ricoverata lì da tre anni, è riversa sul letto coi piedi per terra, seminuda.

Gli slip tirati su fino al petto. Le hanno tagliato la gola e scarnificiato la faccia. I genitali sono stati mutilati. L’assassino ha lasciato lì due coltelli.

Ann urla e scappa via. Fila rapida ad allertare la terza coinquilina, Mary Callinan, 61 anni, che vive lì dal 1988, ma che è ricoverata da oltre trent’anni. Ma anche Mary è morta. Stesse orrende mutilazioni, stesse scarnificazioni. Solo l’arma è diversa: due coltelli elettrici, abbandonati nella stanza.

Sembra un film dell’orrore. Ma, per fortuna di Ann, l’assassino è già andato via.

In Irlanda un duplice delitto del genere non si è mai verificato: le donne non sono state violentate. Un sadico si è semplicemente divertito a torturarle.

Per anni la polizia eviterà di fornire i dettagli agghiaccianti delle mutilazioni.

Però si muovono tutti: vengono ascoltate oltre mille persone, duecentocinquanta persone rientrano tra i sospettati. I test genetici sono ancora lontani dall’arrivare. Ci si affida ai profiler, che, in team, elaborano un identikit, anche sulla base della testimonianza di una persona che avrebbe visto un tipo losco aggirararsi in zona: a parte l’aspetto fisico, ritengono che l’assassino sia un uomo con meno di quarant’anni e con precedenti per furto con scasso.

Passano tre mesi. E sulla base dell’identikit, alla fine di luglio gli investigatori fermano Dean Lyons, 24 anni, ragazzo con qualche difficoltà di apprendimento, disoccupato. Precedenti per furto e rapine fatte minacciando le vittime con una siringa, lo spauracchio classico degli inizi anni ’90, quando l’Aids costituisce il terrore dell’Europa. Perché Dean, appunto, è un tossicodipendente. Quando lo interrogano dice «Credo di sapere di cosa si tratta». Alla fine piange e confessa: «Sono stato io».

Il caso viene dato per chiuso. Dicono che sappia dettagli ignoti della scena del crimine. Solo che Dean non conosce altri aspetti, cruciali dei delitti: non sa neppure dove siano state colpite le vittime e come siano state uccise. Chiede quindi una dose per fermare la sua crisi d’astinenza. Qualcosa non torna.

Siamo ad agosto del 1997.

A meno di un mese dall’arresto di Dean, Carl Doyle e sua moglie Catherine vengono ammazzati a coltellate nel villaggio di Ballintubber, Contea di Roscommon. Il colpevole viene preso subito. È un pregiudicato per furto e ricettazione. Si chiama Mark Nash, ha 25 anni. E già che c’è, l’uomo racconta che qualche mese prima ha accoltellato due donne nel sonno: Sylvia Sheils e Mary Callinan. Anche lui conosce particolari mai divulgati. Ma dentro, per quel duplice delitto, c’è già dentro Dean.

Chi è, dei due, l’assassino?

La vicenda si complica. E si ingarbuglia. Perché Dean resta dentro nove mesi, fino a quando gli investigatori non ammettono di essersi sbagliati sul suo conto, scatenando miriadi di polemiche. E nel frattempo Mark Nash ha ritrattato. La polizia si trova così di fronte ad un secondo possibile errore giudiziario. In assenza di riscontri, non lo incrimina.

Ma stavolta l’assassino era quello giusto.

Per comprenderlo dovranno passare diciotto anni, quando nella manica del suo giubbotto, rimasto tra i corpi di reato per decenni, viene isolato il dna delle due vittime. Un fotogramma dell’epoca lo inquadra, proprio con quel giubbotto appoggiato su una sedia, in un locale poche ore prima che entrasse nella casa di salute mentale di Grangegorman. A marzo 2015 viene condannato all’ergastolo.

Dean, a lungo rimasto sospettato dall’opinione pubblica, non ha potuto vedere la fine del suo incubo. È morto di overdose da eroina nel 2000.

Fonte:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.167