Indice del forum IL MOSTRO DI FIRENZE
FORUM SU DELITTI SERIALI, CRONACA NERA ED ALTRO ANCORA
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Ted Bundy

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Ott 18, 2017 7:30 am    Oggetto: Ads

Top
Giulia



Registrato: 22/02/09 17:26
Messaggi: 222

MessaggioInviato: Lun Feb 23, 2009 3:00 pm    Oggetto: Ted Bundy Rispondi citando

Raffinato studente di legge, attivista del partito repubblicano con un futuro brillante, ex volontario in un centro di pubblica assistenza. Un giovane magari non bellissimo, ma piacente e simpatico, indiscutibilmente intelligente (con un QI che raggiunge 120 laddove la media si aggira sul 100-105), con fama di dongiovanni e viveur.
Ma anche serial killer, necrofilo, stupratore, belva assetata di sangue a malapena celata dietro un volto gradevole e dei bei modi seducenti.


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Nato a Burlington il 24 novembre 1946, Theodore Bundy non mostrò mai segni di instabilità o di squilibrio talmente gravi da indurlo agli omicidi efferati di ventotto persone (numero probabilmente inferiore alla realtà). Le persone che lo conobbero lo descrissero come un uomo dolce, tuttofare, generoso. Nacque all’Elizabeth Lund Home, una clinica del Vermont che ospitava giovani donne incinte. L'identità del padre biologico di Theodore Bundy è incognita, ma si pensa che si tratti di un militare dell'aeronautica, poi fuggito.

Il neonato venne lasciato nella clinica dalla madre, ma tre mesi dopo fu portato via dalla madre stessa che si spacciò per sua sorella maggiore. I due si trasferirono a Filadelfia, città in cui l'uomo passa i primi 4 anni di vita, dopodiché si trasferirono dai loro parenti a Tacoma.

Theodore assumerà ufficialmente il cognome Bundy poiché la madre trovò un cuoco che prestava servizio militare, Johnny Culpepper Bundy. I due si sposarono nel 1951 e ebbero quattro figli. Theodore non si legherà mai col patrigno e con gli anni della pubertà diventerà introverso diventando vittima del bullismo. L'adolescenza lo cambia, inizia a divenire un bullo egli stesso commettendo vari furti. Successivamente viene attratto dallo studio, dalla politica e dallo sci isolandosi dalla comunità.

Bundy rimane disoccupato poiché non si impegnava a sufficienza nei suoi saltuari lavori. Nel 1964 l'uomo trovò una donna di buona famiglia, Stephanie Brooks, con cui provò invano a legarsi. La donna, dopo essersi laureata, troncò ogni rapporto con l'uomo, causandogli uno stato di shock dal quale non si riprenderà.

In quel periodo egli scoprì le sue origini, e questo aggravò molto la situazione già precaria: infatti quella che riteneva sua sorella in realtà era sua madre, e questo provocò in Bundy uno shock che secondo molti fu la molla finale che lo spinse ad uccidere. Il periodo di depressione si scioglie quando nel 1969 l'uomo si iscrive nuovamente all'Università, dove segue i corsi di psicologia e legge. Poco tempo dopo si iscriverà al partito repubblicano, diventando una giovane promessa. Cominciò una relazione con una giovane donna, Elizabeth Kendall.

È in questo periodo che Ted incontra Ann Rule, una donna che segnerà la sua vita, diventando sua amica e confidente, totalmente all'oscuro della doppia vita dell'uomo. Un'esperienza che Ann racconterà nel libro "Un estraneo al mio fianco". Incontra anche Meg Anders, una donna divorziata con la quale inizia una relazione e viene indicato come "eroe" per aver salvato una bambina che stava annegando in un parco.

Nel 1973 Bundy incontra Stephanie Brooks. La ragazza si innamora dell'uomo ma lui, dopo una breve relazione, sparisce e tronca ogni rapporto. Il primo tentato omicidio avviene il 4 gennaio 1974: la vittima si chiamava Joni Lentz, 18 anni, picchiata nel suo letto con una spranga di legno. Riuscirà a salvarsi riportando gravi lesioni.

Un mese dopo scompare Lynda Ann Healy, rapita dalla sua casa, seguita da almeno altre 5 ragazze. Il 17 giugno 1974 viene ritrovato il corpo di Brenda Baker e due mesi dopo sono stati trovati i resti di due ragazze scomparse il 14 luglio dal lago Shammanish, Janice Ott e Denise Naslund.

Spunta fuori un testimone, una ragazza di nome Janice Graham, che raccontò alla polizia di come fosse stata adescata da un giovane ragazzo di nome Ted, che andava in giro con un braccio ingessato e che le aveva chiesto aiuto per caricare una barca a vela sul tetto della sua auto. Arrivata all'auto la ragazza era stata invitata a salire a bordo del veicolo perché la barca non si trovava lì, ma in un luogo più appartato, ma Janice rifiutò l'offerta, e senza saperlo evitò una morte orribile.

L'identikit di "Ted" appare su tutti i giornali e diverse persone fanno il nome di Bundy, tra queste vi sono Ann Rule e Meg Anders, ma prima che la polizia si possa muovere Bundy lascia Seattle e si trasferisce nello Utah. Il 18 ottobre 1974 scompare la diciottenne Melissa Smith, ritrovata il 27 vicino a Salt Lake City, mutilata e sodomizzata. Il 31 ottobre scompare Laura Aimee, ritrovata il giorno del Ringraziamento, picchiata, sodomizzata e strangolata. L'8 novembre Bundy compie il primo passo falso, tentando di rapire Carol De Ronch spacciandosi per un poliziotto e riuscendo a farla salire sul suo Maggiolino, ma all'interno la ragazza riesce a scappare dopo una violenta colluttazione. Poche ore dopo scompare Debbie Kent, che non viene più ritrovata. Spunta un altro testimone, un insegnante di nome Raelynn Shepard, che racconta di come fosse stata avvicinata da un uomo che si era finto un poliziotto, ma lei non lo seguì.

Bundy si sposta in Colorado, dove scompaiono almeno 4 donne tra gennaio e aprile 1975. La buona sorte aiuta gli investigatori il 16 agosto 1975, quando il poliziotto Bob Haywood ferma un Maggiolino che correva troppo, è l'auto di Bundy, dove vengono trovati una spranga, un passamontagna, un rompighiaccio e delle manette. Bundy viene arrestato e riconosciuto da Raelynn Shepard e viene messo sotto stretta sorveglianza in attesa di una prova definitiva. Sulla base di un quadro indiziario viene condannato per l'aggressione a Carol De Ronch, ma Bundy riuscì a scappare saltando da una finestra proprio mentre l'FBI stava per incolparlo dei delitti in Colorado.

Ted viene ripreso 6 giorni più tardi, ma riesce ad evadere di nuovo il 30 dicembre 1977 e riesce a raggiungere la Florida. Il 14 gennaio 1978 entra nella sede del gruppo studentesco Chi-Omega, uccide 2 studentesse e ne ferisce altre 2. Il 9 febbraio 1978 uccide Kimberly Diane Leach, la sua ultima vittima.

Il 9 febbraio 1978 i genitori della dodicenne Kimberly Leach di Lake City ne denunciarono la scomparsa. Il suo corpo fu trovato, in uno stato pietoso, otto giorni dopo in un parco. Due testimoni erano però riusciti a prendere il numero di targa della macchina guidata dall’uomo, che si rivelò, ovviamente, rubata. I ragazzi, successivamente, poterono identificare Ted Bundy dalle foto segnaletiche.

Poco dopo viene fermato alla guida di un'auto rubata, e dopo una colluttazione con un poliziotto viene arrestato di nuovo. Tra il 1979 e il 1980 in Florida si tenne il processo che finirà con la condanna a morte di Bundy. Il processo fu seguito dai media di tutto il mondo, la corte ritenne Ted Bundy colpevole di 36 omicidi, ma lui affermò sino al giorno dell'esecuzione di averne compiuti 26. Theodore Bundy usò la sua abile astuzia per rimandare per due volte consecutive la pena capitale.

Alle 7,06 del 24 gennaio 1989, Theodore Robert Bundy è stato giustiziato con una scarica di oltre 2000 volt, che ha attraversato il suo corpo fino alle 7,16 del mattino, ora in cui è stato dichiarato il decesso. Il corpo venne cremato e, nonostante l'ultima volontà di Ted fosse che le sue ceneri potessero essere disperse sulle Cascade Mountains, i suoi legali non riuscirono a vincere le violente proteste della gente. Nessuno sa che fine abbiano fatto e, forse, è meglio così.

La maggior parte delle sue vittime vennero adescate nelle vicinanze di college o residenze universitarie, con la "tecnica" del braccio ingessato (chiedendo aiuto alla vittima per trasportare oggetti vari in macchina) resa poi famosa dall'attore che impersonò il maniaco scuoiatore Buffalo Bill nel film Il silenzio degli innocenti. Una volta salita a bordo dell'auto di Bundy (un Maggiolino Volkswagen) la malcapitata ragazza si accorgeva - troppo tardi - che lo sportello dal lato del passeggero mancava della maniglia.

Quasi tutte le vittime erano graziose studentesse universitarie, minute e dai lunghi capelli scuri con la scriminatura centrale. Alcuni (ma la teoria non è universalmente accettata) hanno sostenuto che Bundy cercasse ragazze simili alla sua ex fidanzata, in una sorta di "punizione simbolica" per la donna che l'aveva respinto.


Vittime accertate:

1973
• Maggio 1973: un’autostoppista sconosciuta che Bundy sostenne di aver assalito nella zona di Tumwater, nello Stato di Washington.

1974• 4 gennaio: Joni Lenz (18 anni, si tratta di uno pseudonimo), aggredita e violentata ma sopravvissuta.
• 1 febbraio: Lynda Ann Healy (21 anni). Sequestrata e uccisa nella sua casa di Seattle, Washington, senza che nessuna delle sue 4 coinquiline si avvedesse di nulla.
• 12 marzo: Donna Gail Manson (19 anni). Scomparsa dal campus dell’Evergreen State College di Olimpia mentre si recava ad un concerto.
• 17 aprile: Susan Elaine Rancourt (18 anni).Sparita dopo un meeting con altri studenti nel campus del Central Washington State College di Ellensburg.
• 6 maggio: Roberta Kathleen "Kathy" Parks (22 anni). Sparita dal campus della Oregon State University a Corvallis.
• 1° giugno: Brenda Carol Ball (23 anni). Vista l’ultima volta nel parcheggio della Flame Tavern di Burien, alla periferia di Seattle.
• 11 giugno: Georgeann Hawkins (18 anni).Sequestrata a pochi passi dalla sua residenza universitaria, la Kappa Alpha Theta, nel campus della University of Washington di Seattle.
• 14 luglio: Janice Anne Ott (23 anni) e Denise Marie Naslund (18 anni). Sequestrate a poche ore di distanza l’una dall’altra al Lake Sammamish State Park poco fuori Seattle.
• 2 settembre: Un’autostoppista sconosciuta nell’Idaho (?)
• 2 ottobre: Nancy Wilcox (16 anni). Scomparsa da Holladay.Utah.
• 18 ottobre: Melissa Smith (17 anni). Vista l’ultima volta davanti ad una pizzeria di Midvale, Utah,
• 31 ottobre: Laura Aime (17 anni). Scomparsa durante una festa di Halloween a Lehi, Utah.
• 8 novembre: Carol DaRonch (18 anni), sopravvissuta. Bundy cercò di sequestrarla all’uscita di un centro commerciale, ma la ragazza riuscì a divincolarsi e fuggire.
• 8 novembre: Debra Jean "Debi" Kent (17 anni). Rapita nel parcheggio del suo liceo a Bountiful, Utah, dopo una recita scolastica, pochissime ore dopo il fallito sequestro della DaRonch.

1975
• 12 gennaio: Caryn Campbell (23 anni). Sparita da un albergo di Aspen Colorado.
• 15 marzo: Julie Cunningham (26 anni).Scomparsa mentre si recava in un pub di Vail, Colorado.
• 6 aprile: Denise Oliverson (25 anni). Scomparsa mentre si recava in visita ai genitori a Grand Junction, Colorado.
• 15 aprile: Melanie Cooley (16 anni. Sequestrata nei pressi del suo liceo a Nederland, Colorado.
• 6 maggio: Lynette Culver (13 anni). Sequestrata a Pocatello, Idaho, durante una manifestazione scolastica.
• 28 giugno: Susan Curtis (15 anni). Scomparsa nel campus della Brigham Youth University di Provo, Utah.

1978
• 15 gennaio: Lisa Levy (20 anni), Margaret Bowman (21 anni), Karen Chandler (20 anni, sopravvissuta), Kathy Kleiner Deshields (20 anni, sopravvissuta). Tutte appartenenti alla confraternita universitaria Chi Omega, a Tallahassee, Florida.. Aggredite e pestate selvaggiamente (la Levy e la Bowman vennero anche violentate) un sabato sera. Un’altra ragazza, rincasando, notò un “uomo magro” allontanarsi dall’edificio.
• 15: Cheryl Thomas (21 anni, sopravvissuta). Aggredita nella sua camera da letto, in una villetta a schiera a pochi isolati di distanza dalla residenza delle Chi Omega, meno di un’ora dopo il massacro.
• 9 febbraio:Kimnberly Diane Lach (12 anni),rapita davanti a scuola a Lake City, Florida.

_________________
Non c'è prezzo per la miticità. E neppure per l'attraenza.
(Kung Fu Panda)
Top
Profilo Invia messaggio privato
giza08



Registrato: 13/01/10 16:30
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Mer Gen 13, 2010 6:30 pm    Oggetto: Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Mar Gen 26, 2010 1:53 pm    Oggetto: Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



l'ultima intervista di ted bundy prima di venire giustiziato (sottotitolata in italiano)
Top
Profilo Invia messaggio privato
WorK



Registrato: 23/02/09 11:03
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 4:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grande Ale.. veramente interessante il link che hai postato ....

_________________
L'odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari.
(Charles Baudelaire)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ale



Registrato: 22/02/09 16:34
Messaggi: 3537

MessaggioInviato: Mer Gen 27, 2010 5:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao work. grazie ancora per il lavoro certosino delle schede dei serial killer
quando hai voglia puoi sempre aggiungerne altre Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
WorK



Registrato: 23/02/09 11:03
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Gio Gen 28, 2010 12:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Purtroppo in questi ultimi mesi sono stato un pò assente ..... (ho visto che il Forum si è notevolmente ingrandito, complimenti!!) cmq per farmi perdonare ho postato un paio di nuove biografie ... credo che orami questo forum contenga l'archivio di biografie di serial killer più completo della rete ... cmq sarà mia premura aggiornarlo il più regolarmente possibile. Smile

_________________
L'odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari.
(Charles Baudelaire)
Top
Profilo Invia messaggio privato
LucaM



Registrato: 12/05/17 10:54
Messaggi: 82

MessaggioInviato: Mar Giu 13, 2017 11:14 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sto leggendo il libro di Ann Rule, "Un estraneo al mio fianco". Come dice la recensione "È la storia di un killer e della donna che ha capito, all'improvviso, di conoscere quel killer, di essere stata sua amica per molti anni e di avere avuto, per tutto quel tempo un estraneo al suo fianco". Un libro che peraltro fa piazza pulita di molti luoghi comuni che ammantano certi serial killer e che dimostra quanto possa essere insospettabile e affascinante un assassino del calibro di Ted Bundy.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Serial Killers Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi argomenti
Puoi rispondere a tutti gli argomenti
Puoi modificare i tuoi messaggi
Puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Cerca solo in mostrodifirenze.forumup.it


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.119